Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Separazione dei coniugi e riconciliazione

Separarsi e poi riconciliarsi ....difficile ma non impossibile per la Cassazione

Separazione dei coniugi e riconciliazione - Separarsi e poi riconciliarsi ....difficile ma non impossibile per la Cassazione

In tema di separazione legale tra coniugi, le pronunce giurisprudenziali sono state sempre caratterizzate da orientamenti  anche contrastanti tra loro.
Minori sono le pronunce che affrontano il tema della riconciliazione dopo la separazione.  
Con una recente pronuncia del 21 Novembre 2014 (ordinanza n. 24833)  la Corte di Cassazione ha stabilito i requisiti necessari per potersi parlare di effettiva conciliazione dopo la separazione. 

 

La vicenda trae origine da una sentenza non definitiva del Tribunale di Napoli del 2012 che dichiarava la cessazione degli effetti civili del matrimonio tra due coniugi.  Uno di loro ricorreva in appello, sostenendo che la separazione non era mai stata effettiva. La Corte d'appello di Napoli  respingeva l'appello e condannava l'appellante  alle spese di giudizio.  La stessa ricorreva per Cassazione, deducendo, tra l'altro, la mancata ammissione delle prove testimoniali richieste in appello, tese a dimostrare l'avvenuta riconciliazione. 


La Cassazione respingeva, però,  il ricorso affermando che per potersi parlare di effettiva riconciliazione non è sufficiente  ristabilire la situazione quo ante, ma è necessario ricostituire quel consorzio familiare attraverso la ricomposizione della comunione coniugale di vita, ovvero la ripresa di reciproche relazioni,  oggettivamente rilevanti, tali da comportare il superamento di quelle condizioni che avevano reso intollerabile la convivenza.  

 

In pratica, per potersi parlare di effettiva riconciliazione, tale da annullare gli effetti del decorso del termine triennale per ottenere lo scioglimento degli effetti civili del matrimonio (divorzio), occorre la ripresa di un rapporto basato sulla solidarietà e sul reciproco obbligo di assistenza morale e materiale, come previsto dall'art. 143 c.p.c. 
Ma quando può parlarsi di effettiva riconciliazione allora? 
La Cassazione  si limita ad indicare situazioni che non consentono di dimostrare con certezza l'avveuta  riconciliazione. Non basta, quindi, incominciare ad incotrarsi di frequente, fare una vacanza insieme o,  addirittura,   convivere sotto lo stesso tetto, per potersi parlare di effettiva ricostituzione del sodalizio familiare. 

In conclusione, la Suprema Corte, con questa pronuncia ha stabilito che, per potersi parlare di effettiva riconciliazione è necessario provare la ricostituzione di stabili e profonde relazioni tra i coniugi tali da essere incompatibili con la  volontà di proseguire la separazione.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Separazione: mantenimento anche se disoccupato

Anche in caso di disoccupazione il coniuge è obbligato a versare il mantenimento in difetto di prova sulla reale impossibilità ad adempiere

Continua

Il medico di base sbaglia? L'ASL è responsabile

La ASL è responsabile per gli errori del medico convenzionato. Lo dice la Cassazione

Continua

Conto corrente, contestazione del credito

La banca deve provare l`esistenza del credito attraverso la produzione degli estratti conto e dare prova del loro invio al cliente

Continua

Casa coniugale e convivenza con un nuovo partner

E' possibile impedire al nuovo compagno/a di vivere nella casa coniugale assegnata al coniuge separato?

Continua