Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

Le foto dei bambini su Facebook

Il diritto inizia a prendere le misure ai social network e ne neutralizza i pericoli, specie quelli portati ai minori di età

Le foto dei bambini su Facebook - Il diritto inizia a prendere le misure ai social network e ne neutralizza i pericoli, specie quelli portati ai minori di età

Secondo uno studio americano il 92% dei bambini sotto i due anni è presente su internet già dai primi mesi di vita. Infatti, sempre più genitori inseriscono le foto dei loro figli sulla rete, perché giustamente sono desiderosi di mostrare al mondo intero quanto belli siano i loro pargoli. Perché rischiare che delle nostre immagini di famiglia qualcuno possa farne un uso improprio? Perché dare la possibilità a chicchessia di appropriarsi dell'immagine del nostro bambino mentre fa il bagnetto o è in costume, gioca o sorride? Tutte immagini innocenti che, però, possono rappresentare materiale prezioso per chi confeziona siti pedopornografici. 

Soprattutto se l'immagine è accessibile a tutti, senza alcun controllo. L'uso di immagini di figli minori da parte di un genitore su Facebook è perfettamente lecito, ma sconsigliabile: chi realizza pedopornografia ritiene più che appetibili immagini di questo tipo, in qualche modo "introduttive" a quelle più "gravi". Anche la limitazione della condivisione delle immagini ai soggetti con i quali vi è scambio di amicizia non offre completa garanzia, in particolare quando gli amici di Facebook sono tanti e questi possono a loro volta "taggare" la foto. 

In particolare le immagini "estive" dei minori, quelle "private" sono ricercate dai pedofili. Se si concede amicizia a centinaia di persone la barriera diventa molto labile. 

Va in tal senso citata una sentenza penale del Giudice di Pace di Foggia, che ha condannato un individuo, il quale, dopo essere stato invitato al battesimo del figlio di una coppia di amici, ha pubblicato le foto del bambino sul suo profilo facebook, senza il consenso dei genitori (consenso prestato a scattare le foto durante la cerimonia e il banchetto, non già alla loro pubblicazione su facebook). 

Altro problema è quello dell'accesso all'apertura di account su facebook per bambini e adolescenti. Facebook richiede, al momento dell'iscrizione, che gli utenti abbiano un'età minima, ma non può far altro che fidarsi della dichiarazione di chi usufruisce del servizio. Attualmente, infatti, non esiste un sistema di verifica dell'età. Tanto meno Facebook attua una politica di controllo, viaggiando al limite della legalità. In attesa di leggi ad hoc, oppure delle prime cause di risarcimento contro Facebook, cerco di fare leva sulle capacità genitoriali dei lettori, invitandoli a vedere il film "Trust", in cui Clive Owen interpreta il dramma di un padre di una adolescente attirata nella trappola da un pedofilo attraverso un falso account in chat. 

Infine occhio ai genitori affidatari dei figli dopo una separazione o un divorzio: se la sentenza del giudice stabilisce l'affidamento condiviso è loro vietata la pubblicazione di foto dei figli senza l'autorizzazione dell'altro genitore. 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
5 Commenti

Claudio Nicoletti

15/12/2013 18:58

Gentile avvocato siamo un gruppo di genitori che seguiamo i nostri figli che giocano a rugby precisamente in età che vanno dai 8 ai 10 anni e abbiamo creato un gruppo chiuso su facebook
L'amministratore del gruppo riceve le richieste di amicizia e cerca di accettarle sulla conoscenza della persona .
Volevo chiedere gentilmente se siamo in regola con la legge e se ci fosse qualcosa altro da fare per essere tutelati sia chi pubblica le foto e da chi le potesse scaricarle.Premetto che chi fa le foto prende sempre tanti bambini sia i nostri che quelli della squadra avversaria.
Nell'attesa di una vostra risposta la ringrazio anticipatamente .

Rispondi

In risposta al commento di Claudio Nicoletti

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Marilena Pigozzo

23/10/2014 12:45

in merito a quanto riportato nell'articolo "se la sentenza del giudice stabilisce l'affidamento condiviso è loro vietata la pubblicazione di foto dei figli senza l'autorizzazione dell'altro genitore", quali sono i riferimenti giuridici?
grazie

Rispondi

In risposta al commento di Marilena Pigozzo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Stefania Lopiano

24/01/2015 01:23

Io ho l'affidamento esclusivo di mio figlio e il padre ha pubblicato più volte foto del bambino su Facebook nonostante gli abbia detto più volte che non voglio foto del bimbo du internet. Può farlo? In caso contrario posso denunciarlo?
Grazie. Saluti

Rispondi

In risposta al commento di Stefania Lopiano

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Sara Rinaldo

03/02/2015 11:06

Gentile avvocato, il mio ex compagno e padre di mio figlio continua a mettere immagini del bimbo sul suo profilo Facebook. Io non sono d'accordo. La polizia postale sconsiglia la denuncia per violazione della privacy del minore dato che entrambi abbiamo la patria potestà e un affido congiunto. Come posso fargliele togliere?
Grazie

Rispondi

In risposta al commento di Sara Rinaldo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Caterina Mirasolo

24/02/2015 21:14

se la sentenza del giudice stabilisce l'affidamento condiviso è loro vietata la pubblicazione di foto dei figli senza l'autorizzazione dell'altro genitore", quali sono i riferimenti giuridici?

Rispondi

In risposta al commento di Caterina Mirasolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore è esperto in
Diritto di famiglia

Studio Legale Avv. Massimiliano Arena - Foggia (FG)

Studio Legale Avv. Massimiliano Arena

Avvocati / Civile

Via Gramsci 73

71122 - Foggia (FG)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Separazione: le spese straordinarie dei figli

Criteri di riparto tra i due genitori

Continua

Il divorzio collaborativo

Il nuovo sistema di risoluzione delle separazioni e dei divorzi e anche per i casi più conflittuali, con notevole risparmio economico per i clienti

Continua

Adozione di bambini da parte di coppie gay

Ma è vero che la Corte di Strasburgo apre all'adozione per le coppie gay?

Continua

La sottrazione internazionale di figli minorenni

Cosa fare nei casi in cui il genitore straniero porta i figli all’estero senza consenso o non li riaccompagna in Italia

Continua