Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Aprire una attività commerciale

Documentazione e iter amministrativo per l'apertura di una nuova attività

Aprire una attività commerciale - Documentazione e iter amministrativo per l'apertura di una nuova attività

Aprire un'attività commerciale non è più difficoltoso come un tempo perché dopo il decreto Bersani (n. 114 del 31/3/1998) la normativa è stata notevolmente semplificata. Tuttavia per poter divenire commerciante occorre possedere alcuni requisiti morali essenziali.
Non possono aprire un loro negozio coloro che sono stati dichiarati falliti, chi è stato condannato per un reato non colposo per il quale è prevista una pena minima di tre anni e chi è sottoposto a norme restrittive come il divieto o l'obbligo di soggiorno oppure la sorveglianza speciale.

Per quel che riguarda la licenza va detto subito che ora vige la liberalizzazione per cui non si deve più richiederla, tranne nel caso in cui si desideri aprire una tabaccheria, questa infatti è una rivendita di prodotti soggetti al Monopolio ed è, quindi, questo ente che è preposto al rilascio delle licenze. Per qualsiasi altra attività commerciale al dettaglio che si desideri avviare, ammesso che la superficie non superi i 150 metri quadrati nei centri inferiori ai 10.000 abitanti o i 250 metri quadrati negli altri casi, è sufficiente comunicare al Comune la data di apertura del proprio negozio almeno trenta giorni prima.
Va notato che nel caso in cui la superficie commerciale superi i limiti indicati si deve richiedere l'autorizzazione alla vendita al Comune, ma se entro 90 giorni non si ottiene riscontro si considera il silenzio come assenso.

Bisogna porre molta attenzione per quel che riguarda i locali dove si svolgerà l'attività commerciale, innanzitutto alcuni Comuni impongono dei vincoli sulla loro posizione per quel che riguarda l'area o per il rispetto di una certa distanza da un altro esercizio analogo, quindi dopo essersi informati in materia, è necessario accertarsi della destinazione d'uso dei locali scelti: un magazzino o un deposito non può divenire un negozio, perciò in casi simili bisogna provvedere a far cambiare la destinazione d'uso sia urbanistica che catastale (rivolgersi ad un tecnico abilitato per eseguire tale pratica).
Se i locali dove si eserciterà l'attività sono soggetti a DIA sanitaria (o parere igienico sanitario), questi devono rispondere ai requisiti stabiliti dall'ASL, pertanto ci si deve dunque aggiornare presso per gli uffici per conoscere la normativa applicata nella propria zona.

Se si intende trattare prodotti alimentari la legge impone l'obbligo del superamento di un corso preparatorio che viene organizzato periodicamente dalle Camere di Commercio provinciali e che ha lo scopo di istruire i futuri commercianti sull'igiene e le tecniche di conservazione di cibi. Nel caso in cui, però, si sia lavorato per almeno tre anni negli ultimi cinque presso una rivendita di alimenti il corso non è necessario.

Per quel che riguarda invece gli obblighi amministrativi si deve ricordare che bisogna iscriversi alla Camera di Commercio, all'INAIL e all'INPS e richiedere la partita IVA, inoltre non bisogna dimenticare di comunicare a tutti questi enti la data precisa di inizio dell'attività.

Per avere maggiori informazioni ci si può rivolgere allo sportello SUAP del Comune dove si intende aprire l'attività commerciale per conoscere anche gli eventuali vincoli esistenti a livello locale o visitare il sito della Camera di Commercio della propria provincia.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Posto auto condominiale

La delibera condominiale, secondo la cassazione, non vale per l'assegnazione esclusiva dei posti, ma occorre un atto notarile

Continua

Cosa si intende per originaria destinazione d'uso

Originaria destinazione d'uso di un locale

Continua

Regolarità catastale, analisi e domande

Che cos'è la regolarità catastale

Continua

Cos'è l'attestato di prestazione energetica

E` un documento che certifica il fabbisogno energetico di un edificio

Continua

Il frazionamento catastale

Quando e come si esegue il frazionamento di unità urbane e quello dei terreni?

Continua

La figura del preposto

Il preposto nella sorveglianza della tenuta dei ponteggi nei cantieri edili

Continua

Risparmio energetico

La comunicazione all'Enea va inoltrata entro 90 giorni dal collaudo

Continua

Che cos'è il certificato di agibilità

Certificato di agibilità, quando và richiesto?

Continua

Benefici prima casa

L`immobile in corso di costruzione rientra tra i requisiti per aver diritto alle agevolazioni fiscali

Continua

Prima casa e agevolazioni

Le agevolazioni per la prima casa quando si eredita

Continua

Permesso di costruire per la variazione dei volumi

E` necessario il permesso di costruire e non la sola Dia (oggi Scia) nel caso in cui si modifichi la volumetria di un edificio

Continua

Costruzione abusiva

Violazione delle distanze minime, ammissibile l`acquisto per usucapione

Continua

Sottotetto: abusi edilizi

Qual è la multa da pagare se si realizza un sottotetto più alto di quello regolarmente assentito

Continua

Demolizione parziale degli edifici abusivi

La demolizione parziale degli edifici abusivi deve essere fattibile

Continua

Realizzazione di un porticato

Permesso di costruire per la realizzazione di un porticato

Continua

La differenza tra compensato e MDF

Confronto tra due materiali di utilizzo comune, compensato e MDF

Continua

Requisiti minimi per abitazioni

Un locale deve rispondere a diversi requesiti minimi per essere giudicato abitabile

Continua

Che cos'è l’accertamento di conformità

E` possibile sanare gli abusi edilizi `formali`, ovvero le opere realizzate in assenza di permesso di costruire

Continua

Insegne ed impianti pubblicitari permanenti

Autorizzazioni per l`installazione di insegne ed impianti pubblicitari permanenti

Continua

Accorpamento unità immobiliari

Fusione immobiliare, che cos'è e come ottenerla

Continua

Quando si usa la CILA o la CIL in edilizia?

Comunicazione Inizio Lavori Asseverata e Comunicazione Inizio Lavori: come si usano e quando

Continua

Costruzione di una tettoia senza il Permesso di costruire

Costruire una tettoia senza permesso è un abuso edilizio

Continua

Furti in condominio

In caso di furto in un appartamento, se viene utilizzato il ponteggio posto sulla facciata, chi ne risponde?

Continua

Permesso di costruire per i gazebo

Occorre il permesso di costruire anche per i gazebo dei ristoranti sui marciapiedi nei centri storici

Continua

Rideterminazione del valore di acquisto dei suoli

Riapertura dei termini per rideterminare il valore di acquisto dei terreni edificabili e con destinazione agricola delle partecipazioni non negoziate

Continua

Gli incentivi per ristrutturare casa

Per fruire della detrazione fiscale del 50% per i lavori di manutenzione straordianaria è necessario pagare con bonifico bancario o postale

Continua

Immobili di lusso

Quando un immobile è considerato di lusso non usufrisce delle agevolazioni per la prima casa

Continua

L'usucapione e i confini

Quando scatta l'usucapione e cosa determina

Continua

Le tabelle millesimali

Cosa sono le tabelle millesimali in un condominio.

Continua

La muffa: un fenomeno da evitare

Il fenomeno della muffa negli appartamenti durante l'inverno aumenta in modo esponenziale

Continua

Accatastamento dei fabbricati

Quali sono i documenti da presentare per accatastare un fabbricato? A chi si presentano?

Continua

Accatastamento degli impianti fotovoltaici

Ai fini catastali gli impianti fotovoltaici sono opifici

Continua

Cambio di destinazione d'uso di un fabbricato

Semplificazioni per l’edilizia privata nel decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133

Continua

SCIA: segnalazione certificata di inizio attività

Che cos'è la segnalazione certificata di inizio attività edile, chi la fà, come si presenta

Continua

Comunicazione inizio lavori (C.I.L.)

Pratica per manutenzione straordinaria ed altri interventi

Continua

Sicurezza sui luoghi di lavoro

Obblighi del Datore di lavoro - adempimenti

Continua

Comunione dei beni acquistati durante il matrimonio

I beni acquistati durante il matrimonio, anche separatamente, da ciascuno dei coniugi ricadono nella comunione dei beni

Continua

Il tecnico e la sindrome dell'edificio malato

Dagli effetti sulla salute umana agli studi sulla qualità dell`aria degli ambienti interni

Continua

Condominio

Come suddividere gli oneri per i pluviali

Continua

Muri di confine

Costruzione in aderenza dell`art. 877 del c.c.

Continua