Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Differenze tra testamento olografo e pubblico

Testamento olografo e testamento pubblico, quali sono le differenze?

Differenze tra testamento olografo e pubblico - Testamento olografo e testamento pubblico, quali sono le differenze?

TESTAMENTO OLOGRAFO E PUBBLICO 

 

Il testamento olografo 

La forma del testamento olografo è la più semplice: è sufficiente che il testatore su un qualunque foglio rediga le disposizioni di ultima volontà scrivendole per intero, datandole e sottoscrivendole di suo pugno. 

La stesura di un testamento olografo non richiede la presenza né del Notaio né di testimoni

Requisito essenziale per la validità del testamento olografo è l’autografia, cioè la completa stesura di tutte le sue parti ad opera del testatore, senza l’ausilio di altri né di mezzi meccanici, in caso contrario il testamento risulta nullo. 

Altro elemento fondamentale per la validità del testamento olografo è la presenza della data.
Essa infatti dando un riferimento cronologico preciso consente di stabilire, in presenza di più testamenti non compatibili tra loro, quale sia l’ultimo, e quindi quale produca i suoi effetti.
La mancanza della data comporta l’annullamento su istanza di chiunque vi abbia interesse. 

Il terzo elemento sostanziale per la validità del testamento olografo è la sottoscrizione, ovviamente a pugno del testatore, della firma in calce alle disposizioni; in caso contrario, la mancanza della firma comporta la nullità del testamento. 

  

Testamento pubblico 

Il testamento pubblico, è per eccellenza, il testamento per atto di Notaio: nessun altro pubblico ufficiale nel nostro sistema giuridico può ricevere un testamento pubblico. 

Il testatore deve dichiarare al Notaio, in presenza di due testimoni, la propria volontà che viene scritta dal Notaio stesso.  

Il Notaio dà poi lettura del testamento al testatore in presenza dei testimoni.
Il testamento deve indicare il luogo e la data del ricevimento e l’ora della sottoscrizione, ed essere sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dal Notaio

I testimoni devono avere i seguenti requisiti

aver compiuto i 18 anni; avere il pieno esercizio dei diritti civili; essere cittadini italiani, o stranieri residenti in Italia; non essere ciechi, o sordi, o muti; non essere parenti o affini del Notaio o del testatore in linea retta in qualunque grado; non essere coniuge del Notaio o del disponente; sapere e potere sottoscrivere; non essere interessati all’atto. 

Il testamento pubblico ricevuto secondo le modalità prescritte dalla legge, viene poi conservato dal Notaio. 

Esso può essere revocato o modificato con un successivo testamento pubblico od olografo. 

Il testamento pubblico è nullo quando manca la redazione per iscritto, da parte del  Notaio, delle dichiarazioni del testatore o la sottoscrizione dell’uno o dell’altro.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Violazioni in materia di certificazione energetica

Obbligo di aver l'Attestato di prestazione energetica nella registrazione di contratti d'affitto o compravendite

Continua

Accatastamento fabbricati

L' accatastamento dei fabbricati è necessaria ai fini dell' attribuzione di rendita catastale, necessaria al pagamento di tasse sulla casa

Continua

La Voltura Catastale

Aggionamento nella visura catastale della ditta catastale mediante voltura catastale

Continua

Variazione della planimetria catastale

La variazione catastale è un passaggio fondamentale nell'aggiornamento della planimetria di un'unità immobiliare

Continua

Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.)

L' Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E. - certificazione energetica) è un documento obbligatorio nella locazione e vendita degli immobili

Continua