Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Jobs act: le novità

Con il Jobs act viene mutata la normativa lavoristica semplificando la costituzione del rapporto di lavoro

Jobs act:  le novità - Con il Jobs act viene mutata la normativa lavoristica semplificando la costituzione del rapporto di lavoro

L’idea di fondo del Jobs act Ŕ di avere un unico contratto  a tutele crescenti con assunzione a tempo indeterminato.
Andranno, pertanto, a scomparire le varie forme contrattuali introdotte dalla legge Biagi compresi i contratti a progetto che hanno rappresentato vere sacche di sfruttamento mascherando per autonome posizioni lavorative invero di carattere subordinato.
Non è chiaro cosa ne sarà dei c.d. lavoratori a partita IVA e se la chiusura dei rapporti di collaborazione  amplierà la platea di tali lavoratori, poichè, anche in questi casi, come nel lavoro a progetto, si è abusato pesantemente della normativa. 

 

Tutela crescente sta a indicare che la stessa crescerà col crescere dell’anzianità lavorativa.
I primi tre anni, comunque, andranno a rappresentare una sorta di prova lunga con tutela ridotta.
Altro aspetto interessante del Jobs act è relativo alla modifica dell'art 18 S.L. in quanto la reintegra che si avrà solo per licenziamenti nulli/discriminatori e in alcuni casi per licenziamenti disciplinari. Se invece, il licenziamento troverà causa in motivi economici,  il c.d. licenziamento per giusitifcato motivo oggettivo, si avrà solo solo tutela risarcitoria.
Le mansioni del lavoratore potranno essere  gestite in modo più elastico essendo previsto anche il  demansionamento in presenza di  ristrutturazioni e conversioni aziendali.

Vi è una nuova indennità di disoccupazione, "Naspi" che andrà a sostituire l’Aspi, introdotta con la riforma Fornero del 2012. Tale indennità è esclusa per i dipendenti del pubblico impiego assunti a tempo indeterminato e per gli  operai agricoli anch’essi a tempo indeterminato. Sono inclusi nella prestazione anche quei lavoratori dimissionari per giusta causa e nei casi di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. Il trattamento di  disoccupazione sarà rapportato ai contributi versati dal lavoratore  e varrà anche per i collaboratori.
La  Cig  potrà essere autorizzata a condizione che non cessi l’attività aziendale e sarà di due anni sia per la cassa integrazione ordinaria sia per quella straordinaria mentre in precedenza, per la seconda, era di anni quattro. 

 

E’ prevista la creazione  di un'agenzia nazionale per il lavoro al fine di facilitare l’incontro tra l’offerta e la domanda. C'è solo d'augurarsi che si caratterizzi in modo innovativo in quanto, in questo campo, le esperienze sono sempre state negative. 

 

E' prevista l’introduzione dell’indennità di maternità per tutte le donne lavoratrici nonchè il diritto per le lavoratrici madri parasubordinate ad ottenere assitenza anche nel caso in cui il datore di lavoro abbia omesso di versare i contributi.  La tutela  della maternità, pertanto,  verrà estesa anche alle lavoratrici prive di contratto a tempo indeterminato. 

 

Di sicuro interesse per l'imprenditore è il previsto esonero dalla contribuzione INPS nel limite di un tetto massimo di € 8.060,00 a valersi solo per i contratti sottoscritti nel 2015 e per un perido non superiore a 36 mesi.

 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
1 Commento

Corrado Morrone

26/01/2015 17:21

In merito all'esonero della contribuzione INPS di Ç 8.060,00 per i lavoratori assunti nell'anno 2015, si deve tener conto della ULA dell'anno precedente o è sufficiente l' assunzione con i requisiti individuale del lavoratore stesso ?

Rispondi

In risposta al commento di Corrado Morrone

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Contratto a tutele crescenti, nuovi assunti

Con il Jobs Act il contratto di lavoro a tempo indeterminato, per i nuovi assunti, diventa un contratto di lavoro a c.d. a tutele crescenti

Continua

JOBS ACT, le nuove assunzioni

Tutto cambia con l'entrata in vigore del contratto a tutele crescenti operativo dal 7 marzo. Il nuovo regime si applica a tutti i nuovi assunti

Continua

Associazione in partecipazione

Contratto associativo con il quale si ricompensa una attività lavorativa con gli utili che possono derivare dalla partecipazione in associazione

Continua

Licenziamento disciplinare

La tempistica nel licenziamento disciplinare è essenziale per un valido esercizio dello stesso. Come va intesa l'immediatezza della contestazione

Continua

Contratto a termine, nuova formulazione

Il contratto a termine, recentemente, ha subito diverse modifiche. La più rilevante è data dalla possibilità di stipulare contratti privi di causa

Continua

Appalto e interposizione fittizia di manodopera

A quali condizioni può intendersi genuino un appalto con utilizzo di manodopera da parte del committente. Conseguenze e sanzioni per appalto illecito

Continua

Tutela della maternità

La donna lavoratrice gode di particolare tutela in caso di maternità sussistendo per il datore di lavoro diversi divieti.

Continua

Mobbing e dequalificazione

Svuotamento delle mansioni e configurazione del Mobbing

Continua

Obblighi del committente - Decreto Fare

Responsabilità del committente nei confronti del personale dipendente da altre aziende

Continua

Licenziamento e periodo di comporto

Problematica relativa al licenziamento per superamento del comporto e all'obbligo o meno del preventivo tentativo di conciliazione

Continua