Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Assegno di mantenimento in favore dei figli - Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Assegno di mantenimento in favore dei figli 

 

L’art. 147 cc, fra l’altro, impone ai genitori di mantenere i figli. 

 

Nell’ipotesi di separazione o divorzio la determinazione dell’assegno dovrà essere fatta in misura tale che la somma del contributo di entrambi i genitori permetta di far fronte a tutte le esigenze dei figli di ordine abitativo, scolastico, sanitario, sportivo, culturale, sociale, morali e materiale. 

 

L’art. 316 bis cc precisa, inoltre, che il contributo fornito da ciascun genitore deve essere in proporzione alle rispettive sostanze e secondo la loro capacità di lavoro o casalingo. Quindi, non necessariamente, il contributo dei genitori deve essere di natura economica. 

 

Non è necessario rilevare che per effetto della scissione di un nucleo familiare, le potenzialità economiche della famiglia si riducono notevolmente. È infatti evidente che in seguito alla separazione, mentre il reddito dei coniugi rimane invariato, molte spese verranno duplicate, quali un secondo canone d’affitto, le utenze ecc. 

 

La giurisprudenza ha avuto modo di precisare che l’assegno di mantenimento deve essere in grado di soddisfare le minime necessità per la vita  e la crescita dei figli. 

 

A tal fine è bene ricordare che la disoccupazione dei genitori non esclude automaticamente l’obbligo al mantenimento dei figli, la quale inciderà eventualmente sull’entità della contribuzione. 

 

La quantificazione dell’assegno può essere condizionata anche da numerosi altri elementi quali la disponibilità della casa coniugale, la presenza di altri figli nati da altre unioni, l’esistenza di aiuti economici, la presenza di patologie ecc. 

 

L’assegno così determinato dovrà essere corrisposto per 12 mesi all’anno anche nel caso in cui il figlio trascorra un mese di vacanza col genitore obbligato, in quanto l’ammontare dell’assegno tiene conto di questo periodo e perché alcune spese in favore del figlio corrono anche quando lo stesso è assente. 

 

Ovviamente, è fatta salva ogni diversa convenzione fra le parti. 

 

Oramai è ampiamente confermato che detto assegno debba essere corrisposto anche in favore del figli maggiorenni, se questi non sono economicamente autosufficienti. 

 

Il genitore obbligato sarà quindi tenuto a continuare a versare il suo contributo anche nell’ipotesi in cui il figlio sia divenuto maggiorenne ma non abbia ancora raggiunto un’autonomia economica. Ovviamente, l’obbligato potrà liberarsi da tale vincolo dimostrando che il figlio non ha raggiunto l’indipendenza economica unicamente per sua colpa, ad esempio rifiutando un’offerta di lavoro.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Diritto del minore rispetto ai genitori

Diritto del minore a mantenere un rappporto equilibrato e continuativo con i genitori

Continua

Diritto del minore nella separazione

Diritto del minore a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con i genitori

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Criteri di determinazione dell'assegno di mantenimento in caso di divorzio o separazione

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Continua

Famiglia di fatto

La convivenza more uxorio quali tutele riserva ai conviventi

Continua

Convivenza more uxorio. Tutela patrimoniale

Quali sono le tutele patrimoniali dell`ex convivente in caso di cessazione della convivenza? Tutele della famiglia di fatto

Continua

Risarcimento lesione alla libertà sessuale

La lesione alla libertà sessuale va risarcito

Continua

Lesioni alla sfera sessuale

Risarcimento del danno alla sfera sessuale all'interno della coppia

Continua

Separazione: mantenimento figli maggiorenni

Separazione: persista l'obbligo di mantenimento in favore dei figli anche dopo il raggiungimento della maggiore età

Continua

Affidamento condiviso

Concetto di affido condiviso e residenza del minore

Continua

Comunione legale o separazione dei beni coniugali

quali sono i beni che rientrano nella comunione dei beni e quelli che sono di proprietà esclusiva di un solo coniuge

Continua