Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

“Benessere: psiche, risorse, superare lo stress!"

Benessere; le emozioni legate alle convinzioni, ricerca della soluzione allo stress. Manuela e la sua storia durante la psicoterapia

“Benessere: psiche, risorse, superare lo stress!" - Benessere; le emozioni  legate alle convinzioni, ricerca della soluzione allo stress. Manuela e la sua storia durante la psicoterapia

Vorrei prendere in considerazione il benessere come ricerca costante dell'essere umano per trovare in sè e fuori da sè quel qualcosa che lo rende felice, appagato, e carico di energia.  Già da piccoli vediamo come la ricerca del piacevole benessere porti ognuno a dare più attenzione a tutto ciò che sia gradevole e che sia carico di affetto, di amore e di attenzione. Diciamo che in generale la piacevolezza diventa il primo obiettivo perche la sopravvivenza si basa sul principio del piacere legato al principio di vita. La frustrazione dei neonati in assenza di cibo e di coccole porta loro ad avere emozioni di morte e distruzione, dunque, con il pianto ricerca la risposta che calmi le paure e carenze, per riavere il benessere. 

 

La gestione di questi equilibri tra principio del piacere e vita e il principio distruttivo e di morte li portiamo dentro per tutta la vita. Durante la crescita e da adulti si presume una maggior capacità di elaborare le frustrazioni esistenziali e di trovare delle soluzioni anche nel proprio immaginario che possano addirittura cambiare il desiderio frustrato per ricercare nuove strade più piacevoli. Questo percorso non si può dire che sia cosi semplice perchè di solito la nostra mente si identifica con un desiderio e insiste a volte fino all'esasperazione nell'inseguirlo anche se non raggiunge l'obiettivo. Una forma di insistenza che porta spesso sofferenza. Si pensa che solo quella persona o evento ci possa dare conforto. Non vediamo come abbiamo spostato all'esterno il potere di appagarci

 

In questo senso possiamo considerare  la forte componente della cultura e dell'educazione con tutto il suo bagaglio di condizionamenti. Alla fin fine si impara anche a credere che quella determinata cosa sia il meglio. Vi riporto un esempio, una ragazza inizia un percorso di analisi per affrontare il suo disagio adolescenziale legato al fatto di essere stata adottata e di desiderare di conoscere la madre vera per chiederle perchè l'ha abbandonata. Si portava dentro da tempo una grande sofferenza e rabbia nei confronti della madre biologica per non averla considerata per non averla amata. Tutta la sua vita veniva travolta da questo "dispiacere" e ciò le creava uno stress esistenziale che non le permetteva di assaporarsi eventi della sua quotidianità positivi. Le chiesi ad un certo punto del nostro lavoro come si trovasse con i genitori adottivi e mi rispose che si trovava benissimo, la amavano molto, ma niente andava a colmare il senso di inferiorità che la sua storia le procurava. Il nostro lavoro ha proseguito cercando di approfondire il perchè, nonostante fosse con la nuova famiglia fin dai primi giorni di vita, appagata, e con tanti risvolti positivi, lei fosse cosi arrabbiata e infelice. Riusciva persino ad essere antipatica agli amici e si imbruttiva per il malessere. 

Cerco di capire a quale idealizzazione una persona si sta riferendo per poi recarsi danno quando l'ideale non porta benessere, e perche non riesce ad uscire dal suo punto di vista nonostante il danno del pensiero fisso.  Il potere di un concetto che poi diventa preconcetto, nasce quasi sempre dai valori culturali che creano delle convinzioni e a sua volte una serie di emozioni. In questo caso la ragazza non si dava pace, il suo dispiacere poi comunque non avrebbe trovato soluzione anche se continuava a dispiacersi per la propria storia che a ritroso non avrebbe potuto sanare... sua mamma biologica non c'era. 

Ad un certo punto abbiamo messo a fuoco che il suo malessere era dato dalla convinzione che la mancanza della madre fosse un danno per lei. Nella cultura popolare e psicologica in effetti viene considerato un trauma,  e cosi una persona lo protrae per tutta la vita. In effetti si può dire che lo è ma che non potendo risanare la storia non necessariamente deve rimanere tale. 

 

Dopo tanti anni di lavoro come psicoterapeuta e psicanalista ho potuto capire l'importanza della trasformazione dell'immaginario della convinzione creando un'altra storia per quell'evento negativo. Per ogni fatto ci possono essere tante sfaccettature e serve trovare la versione che trasforma l'elemento che crea stress. 

Dunque ciò che ha liberato Manuela dalla sua sofferenza è stata la comprensione della sua storia in un ottica positiva dove lei poteva recuperare il concetto di amore e benevolenza della madre biologica e di sè stessa come valore. 

"Tua mamma molto giovane ti aspettava, vedeva la sua pancia crescere e pensava a quell'essere che voleva venire al mondo, vedeva la propria  vita piena di difficoltà e capiva che non poteva essere all'altezza delle esigenze della sua piccola, doveva evitare che la sua bambina avesse una vita disastrata come la sua. A quel punto ha pensato che poteva donare alla figlia una famiglia che fosse all'altezza di darle affetto e benessere. E cosi ha chiesto aiuto e lo ha trovato.  Oggi Manuela sei qua e puoi volerle bene e tenerla dentro di te, per sempre!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo