Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto del minore rispetto ai genitori

Diritto del minore a mantenere un rappporto equilibrato e continuativo con i genitori

Diritto del minore rispetto ai genitori - Diritto del minore a mantenere un rappporto equilibrato e continuativo con i genitori

Diritto del minore
In caso di separazione, il minore ha diritto a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascun genitore. Questo è quanto sancito perentoriamente dal nuovo dettato dell’art. 337 ter cc.
Per la prima volta, il legislatore italiano trasforma quello che nella precedente disciplina veniva riconosciuto un mero interesse in vero e proprio diritto del minore. 

 

Benché sia del tutto evidente il progresso normativo, deve anche precisarsi che per il minore, questo diritto rimane privo di facoltà di intervenire nel procedimento di separazione. I legittimati attivi e passivi rimangono i coniugi. L’unico diritto direttamente riconosciuto al minore coinvolto nel processo di separazione dei genitori è quello di audizione.
Il contenuto del diritto-interesse del minore è teso a non far perdere a quest’ultimo i rapporti che aveva con i genitori e con i rispettivi rami parentali.
Il conflitto coniugale non deve avere delle conseguenze nefaste sul minore, ma soprattutto, non deve costringerlo a scegliere un genitore o un ramo parentale, ovvero, a rinunciare al patrimonio affettivo che gli appartiene.
Più precisamente, il legislatore prescrive che il minore deve continuare ad avere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascun genitore. 

 

La parola “equilibrato” impone a ciascun genitore di non prevalere ed annullare la figura dell’altro genitore. Come in costanza di matrimonio, la figura di entrambi i genitori garantisce una crescita armoniosa, così dopo la separazione il rapporto genitoriale deve rimanere immutato.
La parola “continuativo”, invece, indica l’esigenza del minore di mantenere un rapporto quotidiano con entrambi i genitori come avviene durante la convivenza coniugale. Il rapporto del figlio con ciascun genitore non deve essere occasionale.
Con la parola “rapporto” il legislatore ha voluto far riferimento all’insieme di relazioni affettive, educative ed umane  che legano il minore ai genitori. 

 

Da quanto detto, appare evidente che lo scopo della nuova disciplina sia quello di mantenere invariato il rapporto esistente prima della crisi coniugale.
Sarà compito dei genitori, ed in loro difetto del giudice, individuare lo stile di vita preesistente e cercare di mantenerlo anche dopo la separazione.
Ovviamente, nulla impedisce di sfruttare tale occasione per migliorare il proprio rapporto con i figli.
Se un genitore, ad esempio, in costanza di matrimonio si è mostrato assente, questa può essere l’occasione per cambiare il proprio atteggiamento in positivo.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitā circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirā all'Autoritā Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
1 Commento

Salvatore Schifano

28/02/2015 14:06

B giorno. Vorrei cortesemente sapere a quale età può un minore essere ascoltato dal giudice sulla sua possibile scelta di stare con un genitore ed "ignorare" l'altro. Grz

Rispondi

In risposta al commento di Salvatore Schifano

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitā circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirā all'Autoritā Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore č esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Diritto del minore nella separazione

Diritto del minore a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con i genitori

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Criteri di determinazione dell'assegno di mantenimento in caso di divorzio o separazione

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Continua

Famiglia di fatto

La convivenza more uxorio quali tutele riserva ai conviventi

Continua

Convivenza more uxorio. Tutela patrimoniale

Quali sono le tutele patrimoniali dell`ex convivente in caso di cessazione della convivenza? Tutele della famiglia di fatto

Continua

Risarcimento lesione alla libertà sessuale

La lesione alla libertà sessuale va risarcito

Continua

Lesioni alla sfera sessuale

Risarcimento del danno alla sfera sessuale all'interno della coppia

Continua

Separazione: mantenimento figli maggiorenni

Separazione: persista l'obbligo di mantenimento in favore dei figli anche dopo il raggiungimento della maggiore età

Continua

Affidamento condiviso

Concetto di affido condiviso e residenza del minore

Continua

Comunione legale o separazione dei beni coniugali

quali sono i beni che rientrano nella comunione dei beni e quelli che sono di proprietà esclusiva di un solo coniuge

Continua