Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Registrazione Marchio: le "regole d'oro"!

I marchi sono i segni con cui l'azienda è riconosciuta sul mercato. È quindi necessario adottare regole fondamentali per la loro tutela.

Registrazione Marchio: le "regole d'oro"! - I marchi sono i segni con cui l'azienda è riconosciuta sul mercato. È quindi necessario adottare regole fondamentali per la loro tutela.

REGOLA 1 - Nei mercati potenziali registra il tuo marchio - 

La registrazione del marchio aumenta l’affidabilità della Vostra azienda presso i propri distributori o potenziali partner commerciali che sono più propensi ad investire confidando nel fatto che la registrazione del marchio gli eviterà problemi di natura legale. Pertanto nei mercati ponderali per il business è indispensabile registrare i propri marchi per evitare di mandare in fumo gli investimenti necessari per l’ingresso in nuovi mercati. 

 

REGOLA 2 – Scripta manent. La corrispondenza con i Partner è importante!  

Conservate sempre ogni elemento di prova scritta (ad esempio corrispondenza commerciale, documenti, contratti, fatture e ordini di acquisto, note di accredito o altre operazioni bancarie, materiale per l’organizzazione di meeting, fiere, ecc.) che testimoni l’avvio di trattative commerciali o l’instaurazione di rapporti di collaborazione con dei nuovi partner per la produzione, commercializzazione, distribuzione dei Vostri prodotti a marchio. 

Purtroppo potreste scoprire che i Vostri partner, agenti, distributori o rappresentanti hanno registrato a proprio nome all’estero i Vostri marchi aziendali, senza autorizzazione ed a Vostra insaputa. 

Così come potrebbe accadere che, dopo aver intrapreso delle trattative commerciali, l’altra parte approfitti della conoscenza dei Vostri progetti e depositi all’estero in malafede marchi identici o pericolosamente confondibili con i Vostri per ostacolare l’accesso a nuovi mercati e chiedere indennizzi pecuniari per la restituzione dei titoli. 

In base ad una regola comunemente accolta in Italia ed negli altri ordinamenti stranieri, è previsto che si possa far dichiarare la nullità del marchio che sia stato registrato in malafede da altri. Tuttavia la mala fede deve essere oggetto di dimostrazione e la conservazione delle prove delle trattative commerciali e dei rapporti intrattenuti si rivela essenziale a questo fine.  

 

REGOLA 3 – Fatture parlanti per evitare la decadenza dei marchi - 

Le fatture di vendita, nella parte che descrive la merce venduta, devono sempre riportare in evidenza il Vostro marchio che contraddistingue il prodotto. 

Per mantenere in vita la registrazione del Vostro marchio, cosi come in sede di difesa contro l’imitazione, potrebbe essere necessario depositare le prove d’uso del marchio nel mercato di riferimento. 

A questo scopo, la prova d’eccellenza e la più semplice da reperire è rappresentata dalle fatture di vendita dei Vostri prodotti a marchio. 

Molte volte però in questi documenti fiscali ci si limita ad indicare sommariamente il genere merceologico e la quantità venduta senza indicare il marchio che contraddistingue la merce. 

Purtroppo la mancata specificazione del marchio accanto al prodotto (ad esempio, n. 30 paia di scarpe, anziché n. 30 paia di scarpe a marchio “…” ) rende inutilizzabili le fatture di vendite come prove d’uso. 

 

Dunque, al fine di corroborare la validità delle prove d’uso, è consigliabile indicare sempre nelle fatture il marchio che contraddistingue il prodotto venduto. Questa semplice accortezza, renderà certamente più agevole e convincente la dimostrazione dell’uso effettivo del Vostro marchio.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Patent Box - Pubblicato il Decreto 30 Luglio 2015

È stato pubblicato il Decreto che introduce sgravi fiscali per le aziende che investono in Ricerca e Sviluppo

Continua

Sentiamoci su SKYo su SKYPE? Ci si può sbagliare...

L’errore sembra più che giustificato. Infatti il Tribunale UE ha ammesso un rischio di confusione con il marchio SKY respingendo i ricorsi di SKYPE.

Continua

Amazon: nuovo Brevetto per aumentare le vendite

Amazon eliminerà i cassieri? Probabile. Il brevetto depositato presso l’Ufficio Statunitense è relativo ad un negozio tecnologicamente avanzato

Continua

Patent Box, se innovo il fisco è più leggero!

Entro il 25 marzo 2015 dovrà essere convertito il Decreto Legge 24 Gennaio 2015 che prevede il c.d. Patent Box

Continua

"Ciao Rino" avanti si va …… ma localmente!

L’11 Febbraio la Cassazione, con la sentenza n. 2671, ha stabilito che il gruppo musicale “Ciao Rino” può continuare ad esibirsi sul territorio locale

Continua

Audrey: i segni iconografici sopravvivono!

La sentenza dimostra che i segni iconografici dei personaggi famosi sopravvivono indelebili nel tempo ed è escluso che ci si possa agganciare ad essi

Continua