Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Chi è l`amministratore di sostegno?

Questa figura istituita nel 2004 e ancora oggi poco conosciuta...si rivela un`ottima risorsa per l`aiuto delle persone con difficoltà

Chi è l`amministratore di sostegno? - Questa figura istituita nel 2004 e ancora oggi poco conosciuta...si rivela un`ottima risorsa per l`aiuto delle persone con difficoltà

Questa figura è stata introdotta dalla Legge n. 6/2004 con la finalità di tutelare le persone prive, in tutto o in parte, di autonomia nell'espletamento delle funzioni della vita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente. 

A distanza di dieci anni dall'ingresso di questo istituto nella nostra giurisdizione, molte persone non hanno ancora le idee chiare su cosa implichi e su cosa rappresenti questo incarico nel concreto. 

 

I soggetti che si trovano impossibilitati a provvedere, in maniera perenne o anche solo  temporanea, ai propri interessi e bisogni hanno, per legge, la possibilità  di essere assistiti  da questo "amministratore di sostegno",  che viene nominato dal giudice e dovrà rendere conto periodicamente a quest'ultimo  del proprio operato. 

 

Le situazioni che possono essere garantite con il ricorso a questa figura sono quelle di disabilità fisica o mentale (persone inferme o anziane, demenza senile, alzheimer.. persone con disturbi psichiatrici o ritardi mentali) ma anche persone affette da dipendenze di vario genere e per questo non grado di gestire i propri interessi in maniera opportuna. 

La persona bisognosa (beneficiario) conserverà comunque la capacità di agire per tutti gli atti che non richiedano l'assistenza necessaria della figura di sostegno. 

 

E ' preferibile che questo ruolo venga ricoperto da un parente della persona che si trova in difficoltà ma, in mancanza, si può ricorrere anche ad una persona estranea al nucleo familiare, quale per esempio un avvocato. 

La scelta dell'amministratore avviene, da parte del giudice, con riguardo esclusivo alla cura ed agli interessi della persona che ne beneficerà ed i parenti in vita dello stesso dovranno essere informati e convocati in Tribunale. 

Tale scelta non è irrevocabile e definitiva ma, al contrario, il beneficiario  o l'amministratore stesso, può fare istanza di revoca o rinuncia all'incarico in caso siano cessati i presupposti per la sussistenza dello stesso o si ritenga opportuno sostituire l'amministratore nominato con un altro.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La tutela dei figli nati fuori dal matrimonio

Come tutelarsi per l'affidamento e il mantenimento dei figli nati da unioni non coniugali

Continua

Novità in tema di separazione tra coniugi

Separazione tradizionale o negoziazione assistita? Ecco le novità...!!

Continua