Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

La diligenza del professionista

Il professionsta non deve uniformarsi alla diligenza media ma a quella del buon professionista.

La diligenza del professionista - Il professionsta non deve uniformarsi alla diligenza media ma a quella del buon professionista.

Nell'esercizio della sua professione, il professionista non deve limitarsi ad una diligenza ordinaria, ovvero a quella del buon padre di famiglia, ma deve uniformarsi a quella ordinaria del buon professionista, cioè a dire alla diligenza normalmente adeguata in ragione del tipo di attività e alle relative modalità di esecuzione. Principio stabilito dalla Corte di Cassazione nelle sentenze nr. 21613 e 21600 del 2013. Nell'adempimento dell'obbligazione professionale, va infatti osservata la diligenza qualificata ai sensi dell'art.1176 comma II c.c., quale modello di condotta che si estrinseca nell'adeguato sforzo tecnico, con impiego delle energie e dei mezzi normalmente ed obiettivamente necessari od utili, in relazione alla natura dell'attività esercitata, volto all'adempimento della prestazione dovuta con l'intento di evitare o prevenire possibili eventi dannosi. Il professionista deve adoperarsi impiegando la perizia ed i mezzi adeguati allo standard professionale della sua categoria; principio che trova una sua gradazione naturale in relazione ai diversi gradi di specializzazione propri dello specifico settore professionale. Pertanto, può distinguersi tra una diligenza professionale generica e una diligenza professionale variamente qualificata; giacchè chi assume una obbligazione nella qualità di specialista; ovvero, una obbligazione che presuppone una tale qualità, è tenuto alla perizia che è normale della categoria. Non vi è dubbio, quindi, che la violazione di tale dovere, comporta inadempimento contrattuale, del quale il medesimo professionista è chiamato a rispondere anche nell'ipotesi di colpa lieve, di conseguenza, in applicazione del principio di cui all'art. 1460 c.c. la pardita del diritto al compenso, oltre al risarcimento del danno.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Il danno da attività Bancaria e Finanziaria

Prospetto informativo e investimenti finanziari

Continua

Responsabilità professionale medica e linee guida

La responsabilità del medico anche in relazione alla carente informazione del paziente

Continua

Accordo di convivenza nella coppia di fatto

La famiglia di fatto è destinataria di tutela diretta da parte dell'ordinamento giuridico anche sotto il profilo costituzionale

Continua

Photored nulli a Lecce

Il Giudice di Pace di Lecce dichiara la nullità formale delle apparecchiature di controllo elettronico degli incroci

Continua

Responsabilità del concessionario autostradale

Responsabilità del gestore o concessionario autostradale per cattiva o omessa manutenzione

Continua

Diritto al risarcimento per il convivente

Risarcimento del danno da fatto illecito anche per il convivente more uxorio

Continua

Il diritto alla bellezza, danno risarcibile

Il danno estetico ed il diritto alla bellezza come valore della integrità psicofisica

Continua