Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

FAMIGLIA DI FATTO - Parte Prima

Concetto e possibile rilevanza

FAMIGLIA DI FATTO - Parte Prima - Concetto e possibile rilevanza

L’unione di fatto è una convivenza non estemporanea e/o momentanea, ma caratterizzata da rapporti di stabilità e durevolezza tra due soggetti non legati tra loro da vincolo matrimoniale, anche se è possibile riscontrare le stesse relazioni di affetto e sostegno reciproco rinvenibili nella famiglia legittima. 

 

Anche se il tema è molto dibattuto, attualmente nel nostro sistema legislativo non esiste una legge  organica sulle unioni civili. 

 

L’art. 29 Cost. recita: “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”. 

 

Orbene, stando alla lettera del su citato articolo sembra che si possa parlare di “famiglia” solo e soltanto in presenza di matrimonio, tanto che una certa corrente di pensiero, a differenza di altra, nega alle unioni di fatto qualsiasi diritto e dignità. 

 

Però, a ben vedere l’art. 29 Cost. non appare affatto di ostacolo al riconoscimento di altre unioni, sia pure di fatto, specie se coordinato con l’art. 2 Cost. in forza del quale “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. 

 

E, la famiglia di fatto quale “formazione sociale” riconosciuta dalla Costituzione  diventa anche fonte di doveri morali e sociali per ciascun convivente nei confronti dell’altro. 

 

La stessa Corte Costituzionale, sentenza 138/2010 seppure con riferimento al problema di unione omosessuale, ha avuto modo di affermare che “……per formazione sociale deve intendersi ogni forma di comunità, semplice o complessa, idonea a consentire e favorire il libero sviluppo della persona nella vita di relazione, nel contesto di una valorizzazione del modello pluralistico. In tale nozione è da annoverare anche l’unione omosessuale (n.d.r. anche l’unione di fatto etero) , intesa come stabile convivenza tra due persone dello stesso (o diverso) sesso, cui spetta il diritto fondamentale di vivere liberamente una condizione di coppia, ottenendone – nei tempi, nei modi e nei limiti stabiliti dalla legge – il riconoscimento giuridico con i connessi diritti e doveri". 

 

Così anche per giurisprudenza di legittimità: “La violazione dei diritti fondamentali della persona - deve ora aggiungersi, alla stregua delle argomentazioni sin qui svolte - è, altresì, configurabile, alle condizioni descritte, all'interno di una unione di fatto, che abbia, beninteso, caratteristiche di serietà e stabilità, avuto riguardo alla irrinunciabilità del nucleo essenziale di tali diritti, riconosciuti, ai sensi dell'art. 2 Cost., in tutte le formazioni sociali in cui si svolge la personalità dell'individuo (v., in tal senso, Cass. n. 4184/2012). “In ogni caso, la mancanza di una legge organica ad hoc per le “unioni civili” non deve indurre a ritenere che una unione "di fatto" sia del tutto irrilevante per il diritto e non faccia sorgere diritti e doveri in capo ai conviventi”. “Del resto, ferma restando la ovvia diversità dei rapporti personali e patrimoniali nascenti dalla convivenza di fatto rispetto a quelli originati dal matrimonio, è noto che la legislazione si è andata progressivamente evolvendo verso un sempre più ampio riconoscimento, in specifici settori, della rilevanza della famiglia di fatto” (Cass. 2013, n. 15481).

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

FAMIGLIA DI FATTO - Parte Quarta

Casa Familiare

Continua

FAMIGLIA DI FATTO - Parte Terza

Regime degli acquisti durante la convivenza

Continua

FAMIGLIA DI FATTO - Parte Seconda

Diritti nascenti dalla convivenza

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita - parte sesta

9) Cenni su alcuni aspetti della disciplina fiscale

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita - parte quinta

8) Inadempimento del conduttore: obbligo restituzione immobile e perdita canoni, salva diversa convenzione

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita - parte quarta

7) Inadempimento del concedente: obbligo di restituzione della parte del canone imputato a prezzo e interessi legali.

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita - parte terza

6) Privilegio speciale sull’immobile e non assoggettabilità a pignoramento da parte dei creditori del concedente.

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita -parte seconda

4) Qualificazione giuridica del contratto 5) Procedimento in caso di inadempimento del conduttore

Continua

Rent to Buy: La nuova compravendita - parte prima

1) Immediata concessione del godimento 2) Imputazione di parte del canone al corrispettivo del trasferimento 3) Diritto di acquisto, ma non obbligo

Continua