Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Rent to buy: i chiarimenti dell’Agenzia

Disciplinato dall'art.23 del d.l. 133/14 è una soluzione preparatoria alla compravendita di immobili, prima in locazione (rent) e poi in proprietà (buy)

Rent to buy: i chiarimenti dell’Agenzia - Disciplinato dall'art.23 del d.l. 133/14 è una soluzione preparatoria alla compravendita di immobili, prima in locazione (rent) e poi in proprietà (buy)

Il contratto d Rent to buy è stato disciplinato finalmente dal Decreto-Legge n. 133 del 12 settembre 2014 (Sbolcca Italia), pubblicato in G.U. l’11 novembre 2014. Si tratta di contratti cosiddetti “affitto con riscatto” o “rent to buy” caratterizzati dalla possibilità di “recuperare” il canone pagato nel periodo di locazione imputandolo a “fondo d’acquisto” dell’immobile locato. 

 

Questa soluzione alternativa all’acquisto immediato dell’immobile consiste in una dilazione del pagamento dell’importo concordato, con i vantaggi per il proprietario di vedersi riconosciuto fin da subito parte del corrispettivo della futura vendita mantenendo la proprietà dell’immobile fino al totale saldo e viceversa, del conduttore il quale non deve richiedere prestiti ipotecari. 

 

La formula dell’acquisto con riscatto, si offre quindi come valido aiuto al superamento delle difficili garanzie richieste dalle banche per richiedere l’accensione di un mutuo offrendo inoltre le garanzie e la flessibilità di questo tipo di contratto. 

 

Di notevole importanza ai fini di una valutazione preliminare in riferimento alla sottoscrizione del contratto in oggetto sono i risvolti fiscali che gravano in particolar modo sul locatore il quale mantiene la proprietà dell’immobile fino al momento dell’eventuale opzione d’acquisto rimanendo quindi il soggetto passivo delle numerose imposte collegate alla proprietà immobiliare.

L’art. 23 del suddetto Decreto conferisce pieno riconoscimento al contratto Rent to buy e, come meglio specificato nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate del 19 febbraio 2015 n. 4/E, vengono delineati tutti i caratteri fiscali applicabili a tale tipologia contrattuale molto diffusa negli ultimi anni anche nel nostro Paese.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

INAIL - Infortuni domestici

In una lettera inviata agli italiani, l’INAIL fornisce le informazioni utili per assicurarsi con gli infortuni domestici

Continua

Beni ai soci - Indicazione in Unico 2015

L’annotazione sul libretto dell' utilizzatore dell’autoveicolo, produce potenziali effetti fiscali sia per la società che per il socio

Continua

Rivendita di auto usata

Il trattamento dei veicoli usati presenta problematiche differenti a seconda della tipologia di veicolo acquistato del soggetto acquirente

Continua

E bonus per gli esercizi ricettivi

Credito d'imposta del 30% sui costi sostenuti per lo sviluppo dei servizi web

Continua

730 precompilato: tramite un intermediario

Dal 2015 l’Agenzia delle Entrate, a partire dal 15 aprile, metterà a disposizione il Modello 730 precompilato sul sito internet www.agenziaentrate.it

Continua