Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Rivendita di auto usata

Il trattamento dei veicoli usati presenta problematiche differenti a seconda della tipologia di veicolo acquistato del soggetto acquirente

Rivendita di auto usata - Il trattamento dei veicoli usati presenta problematiche differenti a seconda della tipologia di veicolo acquistato del soggetto acquirente

La cessione di un veicolo usato acquistato da un soggetto privato comporta l’applicazione dell’Iva sull’intero corrispettivo della cessione oppure il regime IVA dei beni usati di cui al D.L. n. 41/1995, ed in particolare del sistema del margine analitico. 

Appare frequente l’ipotesi in cui un soggetto IVA (sia esso impresa, professionista ovvero agente o rappresentante) acquisti un veicolo usato, in luogo di uno nuovo, per lo svolgimento della propria attività. Per una definizione di mezzo di trasporto usato è possibile fare riferimento a quanto previsto dall’articolo 38, comma 4, D.L. 30 agosto 1993, n. 331. Tale disposizione prevede, infatti, che: “[...] i mezzi di trasporto non si considerano nuovi alla duplice condizione che abbiano percorso oltre seimila chilometri e la cessione sia effettuata decorso il termine di sei mesi dalla data del provvedimento di prima immatricolazione [...]”. 

Nel caso di acquisto di veicolo usato da un soggetto privato non titolare di partita IVA, l’operazione, priva del requisito soggettivo, è da considerarsi fuori campo IVA. Ai fini IVA non ha conseguentemente importanza la qualifica del soggetto acquirente e la tipologia del bene oggetto di compravendita. 

Per la successiva cessione del veicolo, il soggetto interessato (sia esso impresa, professionista o agente) ha due possibilità: assoggettare a IVA l’intero corrispettivo della cessione oppure applicare il regime IVA dei beni usati di cui al D.L. n. 41/1995, in particolare del sistema del margine analitico

Nel caso in cui si opti per l’assoggettamento a IVA dell’intero corrispettivo percepito, l’esposizione dei dati in fattura avverrà con le modalità ordinarie, ovvero con l’indicazione separata dell’IVA applicata. Inoltre, la fattura dovrà essere registrata negli appositi registri. Tale scelta dovrà essere comunicata successivamente in dichiarazione annuale IVA, quadro VO. 

Regime dei margine - Il D.L. n. 41/1995 regolamenta la disciplina IVA cui possono essere assoggettati, nel rispetto delle condizioni, le cessioni di beni mobili usati. La vendita di un veicolo usato da parte di un soggetto IVA che lo aveva acquistato da un soggetto privato è una cessione occasionale regolamentata dal comma 9, articolo 36, D.L. n. 41/1995. Scegliendo di applicare il regime del margine analitico, l’IVA è commisurata sull’ammontare risultante dalla differenza tra il prezzo di acquisto ed il prezzo di cessione. 

Prezzo - Nel prezzo di acquisto possono essere comprese eventuali spese accessorie e di riparazione, sostenute al fine di consentire un riutilizzo del bene usato nel circuito commerciale così come disposto dal comma 1, art. 36, D.L. n. 41/1995. La Circolare Ministeriale 22 giugno 1995, n. 177, prevede che tali operazioni devono essere considerate al lordo IVA: “I costi riferibili all’acquisto del bene e alle prestazioni di riparazione, nonché a quelle accessorie, devono essere computati al lordo dell’imposta, anche se l’Iva risulta separatamente addebitata al rivenditore [...]”. 

Importo Iva - Soltanto nel caso in cui la differenza sia positiva è necessario determinare l’IVA dovuta, applicando l’aliquota IVA prevista al valore risultante dallo scorporo (art. 27, D.P.R. n. 633/1972). Diversamente, nel caso di margine di segno negativo: “[...] per tale operazione non si renderà dovuta alcuna imposta e in sede di liquidazione il margine sarà considerato pari a zero”. Si ricorda che la cessione di un veicolo usato da parte di un’impresa, professionista o agente, con applicazione del regime del margine è occasionale e non implica, per il soggetto venditore, la tenuta dell’apposito registro dei beni usati.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
1 Commento

Natalia Greco

22/02/2016 14:10

In merito all'articolo, come si contempla invece il caso nel quale il rivenditore di auto accettando un veicolo in permuta da un privato, poi lo rivenda ad un altro privato?
Fattura con iva? Iva a margine?

Rispondi

In risposta al commento di Natalia Greco

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

INAIL - Infortuni domestici

In una lettera inviata agli italiani, l’INAIL fornisce le informazioni utili per assicurarsi con gli infortuni domestici

Continua

Beni ai soci - Indicazione in Unico 2015

L’annotazione sul libretto dell' utilizzatore dell’autoveicolo, produce potenziali effetti fiscali sia per la società che per il socio

Continua

E bonus per gli esercizi ricettivi

Credito d'imposta del 30% sui costi sostenuti per lo sviluppo dei servizi web

Continua

730 precompilato: tramite un intermediario

Dal 2015 l’Agenzia delle Entrate, a partire dal 15 aprile, metterà a disposizione il Modello 730 precompilato sul sito internet www.agenziaentrate.it

Continua

Rent to buy: i chiarimenti dell’Agenzia

Disciplinato dall'art.23 del d.l. 133/14 è una soluzione preparatoria alla compravendita di immobili, prima in locazione (rent) e poi in proprietà (buy)

Continua