Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Divorzio breve anche in Italia

Rivoluzione dei tempi di giustizia: con il decreto legge 132 del 2014 sarà possibile divorziare o separarsi anche senza l'intervento del giudice

Divorzio breve anche in Italia - Rivoluzione dei tempi di giustizia: con il decreto legge 132 del 2014 sarà possibile divorziare o separarsi anche senza l'intervento del giudice

“Divorzio breve ora anche in Italia”, questo è l’annuncio del ministro della Giustizia Andrea Orlando; si tratta di un provvedimento che riduce drasticamente i tempi del divorzio e della separazione consensuale, nonché le relative spese processuali e legali. 

  

L’ispirazione a questo innovativo progetto di legge viene dalla legislazione francese, ma non solo: la maggior parte dei paesi europei, infatti, è in linea con la necessità di garantire tempistiche celeri per risolvere le problematiche legate alla fine dell’unione coniugale. Grazie a questo provvedimento sarà possibile divorziare o separarsi anche senza l’intervento del giudice. La riforma è stata introdotta tramite un decreto legge 132/2014

  

La tempistica necessaria viene ridotta da tre anni a uno in caso di separazione giudiziale, mentre si esaurirebbe in soli sei mesi se la separazione è stata consensuale. L’Ami (associazione matrimonialisti italiani) propone addirittura di abolire la fase della separazione per accedere direttamente al divorzio, così come succede in molti paesi d’Europa. Lo scopo sarebbe proprio quello di eliminare il turismo divorzile – 8.000 coppie in 7 anni hanno divorziato all’estero. 

 

Una rivoluzione sui tempi di giustizia (estesa in particolare alle separazioni e divorzi) è stata introdotta con la procedura di negoziazione  assistita da un avvocato, che prende spunto dall’esperienza francese: “una procedura cogestita dagli avvocati delle parti e volta, con il loro apporto professionale, al raggiungimento di un accordo conciliativo che, da un lato, eviti il giudizio, e, dall’altro, consenta la rapida formazione di un titolo esecutivo“. 

  

Già in passato erano stati presentati diversi progetti di legge, per la semplificazione delle procedure per il divorzio, ma mai era stata contemplata l’abolizione della figura del giudice. In Francia, invece, questo modello è in vigore dal 2010 con il nome di “negoziazione assistita”.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Pignoramento Mobiliare: cosa può essere pignorato?

La legge prevede che alcuni beni non possano essere oggetto di esecuzione o che lo siano con determinati limiti

Continua

La negoziazione assistita

Separarsi o divorziare in poche settimane, la negoziazione assistita aiuta a ridurre i tempi ed a snellire le procedure nel diritto di famiglia

Continua

Rinunzia e transazione nel diritto del lavoro

L'impugnazione delle rinunzie e delle transazioni invalide

Continua

L'assegno di mantenimento

Si perde davvero il diritto all'assegno di mantenimento se ci si costruisce una nuova famiglia di fatto?

Continua

Il diritto dei minori alla bigenitorialità

Separazione dei genitori: il diritto dei minori ad avere un rapporto stabile con entrambi i genitori.

Continua

Patrocinio a spese dello Stato nei giudizi civili

Chi non può permettersi di pagare un avvocato e le altre spese giudiziali può ricorrere al gratuito patrocinio

Continua

Furto nella palestra (o piscina)

Responsabilità del gestore e risarcimento

Continua

Equitalia: quando e come invalidare una notifica

Le notifiche di Equitalia quando sono inesistenti? Quali conseguenze produce una notifica inesistente?

Continua

Il Jobs Act

Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

Continua

Via libera al divorzio breve. Ecco come funziona.

Termini più brevi per divorziare: da 3 anni a 1 anno nel caso di separazione giudiziale e sei mesi nel caso di separazione consensuale.

Continua

La tutela del lavoratore

Reintegrazione o riassunzione?

Continua

Ripartizione spese tra conduttore e locatore

Conduttore e locatore: ripartizione delle spese, termini per effettuare il pagamento, cosa accade se il conduttore effettua spese non a suo carico

Continua

La separazione giudiziale tra coniugi

La separazione giudiziale: definizione, elementi, modalità e forma del ricorso per separazione giudiziale e sue conseguenze

Continua

Separazione, il mantenimento dei figli tra spese ordinarie e straordinarie

Distinzione ed elenco delle spese ordinarie e straordinarie scolastiche, sanitarie e ludiche: i protocolli dei Tribunali

Continua