Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Fondo di garanzia per veicolo non identificato

Oneri probatori per ottenere in causa il risarcimento a seguito di sinistro causato da veicolo datosi alla fuga

Fondo di garanzia per veicolo non identificato - Oneri probatori per ottenere in causa  il risarcimento a seguito di sinistro causato da veicolo datosi alla fuga

E' frequente il caso di cause intraprese contro l'impresa designata, che rappresenta la Consap - Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS), per danni causati da un veicolo non identificato, caso  a) dell'art.283 d.lgs.209/05 "codice delle assicurazioni".
Il Giudice adito dovrà dapprima esaminare se la domanda fosse proponibile, perchè l'art.287 del d.lgs. prescrive che l'azione possa essere proposta solo dopo che siano trascorsi 60 giorni da quando sia stata ricevuta una richiesta danni inviata all'impresa designata e alla Consap.
Qualora non fosse stata inviata la raccomandata anche alla Consap la domanda sarà preliminarmente respinta per improponibilità, come da giurisprudenza quasi univoca di vari Tribunali e anche Giudici di Pace, in quanto pure la  Corte Costituzionale (157/2013) ha indirettamente confermato che l'azione contro l'impresa designata debba essere preceduta da una raccomandata di richiesta danni alla stessa impresa e alla Consap. 


Il Giudice, se la domanda fosse proponibile, poi, dovrà esaminare la fondatezza nel merito della richiesta contro l'impresa designata dal Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.
Il danneggiato dovrà provare, oltre che il sinistro sia avvenuto ad opera di un veicolo non identificato e con responsabilità del medesimo, anche che l'impossibilità dell'identificazione non sarebbe dovuta a colpa a lui imputabile (Cass. 12060/2014).
In tale ultima ipotesi, nessuna colpa potrà imputarsi al danneggiato se come pedone fosse investito, oppure se come automobilista fosse stato urtato da un veicolo immediatamente fuggito. Viceversa, qualora il conducente del veicolo danneggiante si fosse fermato e fosse anche sceso e si fosse allontanato solo in seguiito, in tali casi, molti giudici di merito hanno denegato il risarcmento al danneggiato non ferito o con ferite lievi non limitanti la sua capacità, per sua colpa nella mancata identificazione perchè sarebbe stato sufficiente rilevare un numero di targa e ne avrebbe avuto la possibilità. 


La giurisprudenza ha poi sentenziato che la presentazione o la omessa presentazione di denunzia o querela contro ignoti sono circostanze ininfluenti a provare che il sinistro sia effettivamente avvenuto; potranno al più costituire meri indizi sull'effettivo  avverarsi del sinistro (Casss. 2716/2014).
Qualora fosse intervenuta un'Autorità (Postrada, Carabinieri, Vigili Urbani) a redigere un rapporto, se dal medesimo risultasse il verificarsi del sinistro e la responsabilità del veicolo ignoto, anche attraverso deposizioni testimoniali raccolte sul posto dagli accertatori. la prova potrebbe ritenersi raggiunta.
Invece, se dal rapporto non risultasse, ad es. nel caso di scontro tra  veicoli alcuna collisione oppure non fosse stata chiamata  un'Autorità, in tale ipotesi, se poi anche disposta dal Giudice una ctu cinematica per la ricostruzione dell'incidente neanche da questa risultasse il sinistro e la responsabilità, la domanda potrebbe essere respinta. Potrebbe essere respinta anche se fossero poi stati indicati e sentiti testimoni, perchè per testi indicati solo in seguito il Giudicante potrebbe dubitare della loro attendibilità dopo aver vagliato la deposizione (Cass. 21729/2011).Un Giudice, a una prova "soggettiva" ad es. quale il racconto  di un teste, di solito ritiene più attendibile una prova "oggettiva" ad es. le risultanze dei rilievi effettuatii in un rapporto. 


Infine, opccorre ricordare che qualora fossero provati il verificarsi del sinistro e la responsabilità del veicolo non identificato, il danneggiato, ai sensi di legge, avrà diritto al risarcimento dei soli danni fisici ma non al risarcimento dei danni materiali. Avrà diritto anche al risarcimento dei danni materiali (al veicolo), però con una franchigia di euro 500, solo qualora avesse riportato gravi lesioni con un'invalidità permanente biologica del 10% o superiore.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Scontro tra veicoli risarcimento dei trasportati

Applicazioni dell'art.141 d.lgs.209/05 codice della assicurazioni private

Continua

Danno da fermo tecnico

E' cambiata la giurisprudenza della Cassazione sulla risarcibilità del danno da fermo tecnico

Continua

Opposizione alla sanzione amministrativa per vizi formali

La Cassazione Sezioni Unite limita l’esercizio del diritto di difesa del cittadino previsto dalla norma

Continua

Risarcimento delle lesioni di lieve entità

Comportano un danno biologico permanente inferiore al 10% e sono risarcite in base alle tabelle indicate nel “codice delle assicurazioni"

Continua

Fondo di garanzia per veicolo non assicurato

Oneri probatori per ottenere in causa il risarcimento a seguito di sinistro causato da veicolo non assicurato

Continua

Risarcimento dell'assicurazione per furto auto

La legge e le polizze prescrivono adempimenti dell’assicurato per ottenere l’indennizzo

Continua

Fatto illecito del promotore finanziario

La responsabilità della SIM per fatto illecito del suo promotore finanziario

Continua