Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto del lavoro

Gestione del sistema di informazioni creditizie

Violazione del codice deontologico circa le modalità di immissione delle informazioni debitorie in rete

Gestione del sistema di informazioni creditizie - Violazione del codice deontologico circa le modalità di immissione delle informazioni debitorie in rete

Il codice deontologico della "gestione dei sistemi di informazioni creditizie", entrato in vigore il 1 gennaio 2005, detta un insieme di norme volte a disciplinare la gestione delle notizie relative a finanziamenti, a prestiti, dilazioni di pagamento, richieste di carte di credito concernenti consumatori ed imprese. 

Il legislatore nell'emanazione di detta normativa ha chiarito quali informazioni sono lecite raccogliere, e come mettere legittimamente in circolazione notizie relative a prestiti, finanziamenti, dilazioni  imponendo riscontri sull'esatezza e sull'aggiornamento delle informazioni. 

 

Circa le modalità di immissioni delle informazioni in rete l'art 4, n. 6 esplicitamente prevede: "informazioni relative al primo ritardo potranno essere comunicate ai sitemi di informazioni creditizie solo dopo che sia decorso un periodo di almeno 120 giorni dalla data di scadenza del pagamento, o in caso di mancato pagamento di almeno quattro rate mensili. Nel caso di sistemi con informazioni sia positive che negative, i termini per i consumatori sono di 60 giorni, o in caso di mancato pagamento di almeno due rate mensili". 

 

L'obiettivo del legislatore è stato quello di impedire segnalazioni frettolose che non tengano conto dei fatti soppravvenuti. E in ogni caso, prima di effettuare questa segnalazione il legislatore ha previsto l'obbligo della comunicazione agli interessati prima della registrazione nel sistema di informazione creditizie. Infatti il codice prevede che "quando si determina un ritardo nel pagamento, l'interessato ha diritto di essere avvertito prima, della registrazione nel sistema e ha possibilità di far valere notizie alui favorevoli". 

 

L'illegittima iscrizione nei sistemi di informazione creditizie determina una lesione del diritto all'immagine, alla reputazione e all'onore, per cui il danno, da ritenersi in re ipsa, va senz'altro risarcito senza che incomba sui danneggiati l'onere di fornire la prova della sua esistenza, ma sopratutto determina un rilevante pregiudizio all'immagine imprenditoriale, tenuto conto dell'attività svolta e dell'ambiente economico nel cui ambito la diffusione di informazione di tale genere implicano la perdita di credibilità e di fiducia sul mercato (Cass. Civ. Sez. III Sent. 4881/2001; Cass. Civ. Sent n. 1103/98; Trib. Napoli, Sez. Dist Frattamaggiore Sent. n. 39 del 16/02/2005).

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto del lavoro

Studio Legale  Avv.tiziana Grieco - Marano di Napoli (NA)

STUDIO LEGALE Avv.Tiziana Grieco

Avvocati / Civile

Via San Rocco, 470

80016 - Marano di Napoli (NA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Impugnabilità verbale conciliazione

Art. 2113 comma 4, c.c.: inoppugnabilità verbale conciliazione in sede sindacale, illeicità della causa, indeterminatezza dell`oggetto

Continua

Mancato superamento del periodo di prova

Illegittimità del licenziamento per mancato superamento del periodo di prova determinato da motivo estraneo al rapporto di lavoro

Continua