Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto commerciale

Prodotti finanziari spazzatura

Nuova condanna per il MPS per i contratti “4 You” e “My Way”

Prodotti finanziari spazzatura - Nuova condanna per il MPS per i contratti “4 You” e “My Way”

Negli ultimi anni le cronache hanno raccontato tante storie di risparmiatori “tosati” dalle banche con transazioni sugli investimenti finanziari che hanno indotto a comprare strumenti finanziari rischiosi, magari spacciati per piani previdenziali. 

 

E’ stato il caso dei prodotti «4 You» e «My Way» messi sul mercato dalla Banca 121, poi entrata nel gruppo Monte Paschi di Siena, strumenti finanziari che di fatto mascheravano contratti di mutuo, spesso trentennali, i quali per la loro complessità avrebbero dovuto essere proposti solo ad «operatori qualificati» piuttosto che ad ignari utenti bancari.  

 

Solo in pochi casi la banca si è accollata spontaneamente la perdita subita dal risparmiatore, per ottenere il risarcimento dei danni derivanti dall’ingegneria finanziaria messa in atto da veri “creativi” non c’è stato altro rimedio che far ricorso alle azioni giudiziarie per provare la responsabilità del promotore o del funzionario dell’Istituto bancario. 

 

Recentemente, il tribunale di Salerno, seguendo l’indirizzo già espresso in altre occasioni, e mettendosi nel solco di altre corti di merito, ha (non senza coraggio) rivolto la sua attenzione al tema della nullità del contratto per difetto di causa. Così la sentenza numero 775 del 2015 ha affermato di voler dare rilievo all’orientamento dell’ufficio, confermato dalla Corte di Appello (con la pronuncia del 30.9.2009), sostenendo che l’assetto di interessi perseguito dal contratto «4 You» non è meritevole di tutela per l’evidente squilibrio contrattuale che determina. Il ragionamento seguito, in particolare, dal Tribunale salernitano muove dalla premessa secondo cui la causa del contratto “4You” si sostanzia da una parte nella erogazione di un finanziamento retribuito per l’acquisto di strumenti finanziari e dall’altra nella acquisizione a scadenza di un capitale rivalutato con finalità previdenziali. In buona sostanza, il rischio è tutto per il risparmiatore, con uno squilibrio contrattuale che “va oltre i limiti della ordinaria alea”.  

 

Seguendo questo ragionamento, condiviso da tanta parte delle corti di merito, è stato possibile ottenere pronunce di inefficacia dei contratti di mediazione e recuperare milioni di euro indebitamente sottratti ai risparmi di migliaia di utenti, a tutto vantaggio delle banche le quali talvolta con disinvoltura hanno introdotto sul mercato strumenti della finanza che emanano un tanfo tanto penetrante da essere definiti “prodotti spazzatura”.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto commerciale

Studio Legale Morena, Associato "attis Legal" Barcellona - Salerno (SA)

Studio legale Morena, associato "Attis Legal" Barcellona

Avvocati / Civile

Via Torretta, 4

84122 - Salerno (SA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Come costituire una società in Mozambico

Il paese con maggiori opportunità nella regione sud-orientale dell'Africa

Continua

La costituzione di società in Kazakhstan

La strada dell’Est per gli imprenditori italiani

Continua

Mediazione finanziaria, l'operazione “non adeguata

Sentenza della Cassazione del marzo 2015 condanna ancora la banca per bond argentini

Continua