Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Lesioni alla sfera sessuale

Risarcimento del danno alla sfera sessuale all'interno della coppia

Lesioni alla sfera sessuale - Risarcimento del danno alla sfera sessuale all'interno della coppia

Nell'ambito del matrimonio, un aspetto fondamentale è occupato dalla sfera sessuale della coppia che, come sempre più spesso accade, può determinare anche il fallimento dell'unione coniugale. 

È di tutta evidenza quindi che l'eventuale danno alla sfera sessuale assume una particolare rilevanza all'interno dell'unione in quanto oggetto di risarcibilità. 

Seppur consapevoli che il tema del risarcimento del danno nell'ambito sessuale possa apparire fuori luogo ed inaspettato, bisogna ricordare che la vita sessuale rappresenta uno dei pilastri su cui si fonda l'unione coniugale ed allo stesso tempo, porta al benessere ed alla serenità della coppia.  

Da ciò deriva che la perdita della capacità sessuale compromette questo equilibrio e lo stesso stato coniugale. 

Dato che il congiungimento fisico rappresenta un diritto del coniuge, risulta evidente che ogni illecita ingerenza esterna che comprometta la libertà di scelta del coniuge, rappresenta una "lesione". In quanto tale può determinare il diritto al risarcimento. 

Il primo riferimento normativo in tal senso viene ricordato dallo stesso celebrante, il quale dopo lo scambio degli anelli legge l'art. 143 cc sui diritti e doveri che derivano dal matrimonio. Fra questi, vi è l'obbligo di fedeltà fra i coniugi. 

È chiaro che in virtù del matrimonio contratto, i coniugi hanno l'obbligo di fedeltà esclusivo col coniuge. Da ciò discende che se uno dei coniugi si trovi nella condizione di non potersi unire carnalmente col coniuge, automaticamente estende la sua privazione anche all'altro coniuge. 

Sempre l'art. 143 cc parla di comunione materiale e spirituale che comprende in se la reciproca attività sessuale e che ciascuno dei coniugi può esercitare e deve consentire all'atro coniuge di esercitare.  

La giurisprudenza tende a far rientrare i rapporti sessuali tra i coniugi all'interno della nozione di comunione materiale che, peraltro, è già indicata anche in altre norme quali l'art. 122 cc "l'esistenza di una malattia fisica o pschica o di una anomalia o deviazione sessuale, tali da impedire lo svolgimento della vita coniugale".  

Al contrario, detta tutela non si estende alla convivenza more uxorio poiché difetta di del vincolo affettivo giuridico rappresentato dall'ufficialità del matrimonio. 

Per meglio comprendere il concetto giuridico, sarà opportuno riportare un caso verificatosi qualche anno fa.  

Un medico, nell'esercizio della propria attività professionale, lese l'integrità fisica di una donna provocandole una seria lesione che le determinò l'impossibilità ad avere rapporti sessuali. La condotta del medico venne ritenuta lesiva, oltre che del danno diretto alla donna, anche del marito che è stato indirettamente privato ad avere rapporti intimi con la moglie. La Cassazione ha ritenuto che il marito dovesse essere risarcito. 

Il medico in questione si è trovato, pertanto, esposto alla duplice responsabilità nei confronti di entrambi i coniugi che avevano il diritto di chiedere il risarcimento sulla base di alcuni parametri quali l'età, il tenore di vita sostenuto, il lasso di tempo trascorso in famiglia ecc. 

Avv. Giampaolo Pisano

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Diritto del minore rispetto ai genitori

Diritto del minore a mantenere un rappporto equilibrato e continuativo con i genitori

Continua

Diritto del minore nella separazione

Diritto del minore a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con i genitori

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Criteri di determinazione dell'assegno di mantenimento in caso di divorzio o separazione

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Continua

Assegno di mantenimento in favore dei figli

Determinazione dell'assegno di mantenimento in favore dei figli

Continua

Famiglia di fatto

La convivenza more uxorio quali tutele riserva ai conviventi

Continua

Convivenza more uxorio. Tutela patrimoniale

Quali sono le tutele patrimoniali dell`ex convivente in caso di cessazione della convivenza? Tutele della famiglia di fatto

Continua

Risarcimento lesione alla libertà sessuale

La lesione alla libertà sessuale va risarcito

Continua

Separazione: mantenimento figli maggiorenni

Separazione: persista l'obbligo di mantenimento in favore dei figli anche dopo il raggiungimento della maggiore età

Continua

Affidamento condiviso

Concetto di affido condiviso e residenza del minore

Continua

Comunione legale o separazione dei beni coniugali

quali sono i beni che rientrano nella comunione dei beni e quelli che sono di proprietà esclusiva di un solo coniuge

Continua