Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto commerciale

Rating di legalità, cosa e perchè

Il rating di legalità (introdotto con D.L. n.1/2012 cd “Cresci Italia”) nasce come strumento per valorizzare e premiare le imprese legalmente sane

Rating di legalità, cosa e perchè - Il rating di legalità (introdotto con D.L. n.1/2012 cd “Cresci Italia”) nasce come strumento per valorizzare e premiare le imprese legalmente sane

Il rating di legalità (introdotto con D.L. n.1/2012 cd “Cresci Italia”) nasce come strumento per valorizzare le imprese virtuose, che soddisfano i criteri di qualità individuati dall’autorità Antitrust (l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - AGCM), favorendo: 

- l’accesso al credito bancario, sia in termini di erogazione che di condizioni di maggior favore; 

- la concessioni di finanziamenti pubblici, ovvero quei benefici sotto forma di credito d’imposta, bonus fiscale, concessione di garanzia, contributo in conto capitale, contributo in conto interessi e finanziamento agevolato. 

 

Il rating di legalità rappresenta un riconoscimento pubblico per l’impresa beneficiaria, che incide sul valore della reputazione dell’impresa. L’attestazione/valutazione di virtuosità rilasciata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) è infatti destinata a rilevare non solo  nei rapporti con la PA e che con gli istituti di credito, ma anche nei rapporti tra imprese, in particolare: 

I) nei rapporti con la PA, l’ottenimento del rating significa per l’impresa che vuole ottenere un finanziamento, un alleggerimento degli oneri informativi. Per esempio, questa è esonerata dal rilasciare tutte quelle informazioni e certificazioni già contenute nella domanda per ottenimento del rating all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM). Ancora, il rating di legalità può attribuire al soggetto che ne è in possesso una posizione, rispetto alle altre imprese interessate alla concessione degli stessi finanziamenti pubblici, di vantaggio a parità di condizioni. 

II) nell’accesso al credito bancario, l’impresa beneficia, grazie al rating, di una corsia preferenziale negli oneri e iter procedurale nella concessione del credito, anche con riferimento alle eventuali condizioni economiche di erogazione. Le banche, infatti, sono tenute a considerare il rating di legalità: a) nel procedimento istruttorio per ridurre tempistiche e costi nella concessione del finanziamento; b) tra gli elementi di valutazione dell’impresa che chiede di accedere al credito e nella determinazione delle rispettive condizioni economiche. 

III) Nei rapporti di natura privatistica con clienti e fornitori (appalti, somministrazioni e forniture continuative ecc.) l’attestazione resa dall’Autorità Garante Concorrenza e Mercato certifica una organizzazione imprenditoriale imperniata nel rispetto delle norme di legge, elevando i meccanismi reputazionali dell’impresa (es. riducendo rischi di responsabilità solidale appalti, insolvenze ecc). 

 

Per l’impresa interessata, rileva il fatto che, la procedura di rilascio del rating è soggetta soltanto ai costi necessari alla compilazione della domanda e dei documenti richiesti, a fronte di numerosi vantaggi in capo alle imprese, in particolare a quelle interessate ad operare con soggetti pubblici. 

Gli ultimi dati dell’AGCM (autorità che rilascia rating) registrano un boom delle richieste di rating, sintomatici dei numerosi vantaggi e benefici connessi a questo strumento che non solo attesta, ma esprime una valutazione sul livello di legalita’ di un’impresa, innescando rilevanti meccanismi reputazionali sul mercato di riferimento. Nel primo semestre del 2015, i dati AGCM indicano 725 richieste di rating di legalità all’AGCM, e 406 rating attributi. 

La cura nella compilazione della procedura di richiesta di rating di legalità è fondamentale. Nel dicembre 2014 il 50% delle richieste ricevute dall’Autorità hanno avuto esito positivo. Il rimanente 50% rappresenta o richieste non valutabili (inammissibili), negate o ancora in corso di valutazione. E’ importante fornire dati veritieri. L’Autorità infatti compie verifiche incrociate con il Ministero di Giustizia, Ministero dell’Interno, l’ANAC a cui inoltra copia della richiesta, ma ha anche la possibilità di svolgere le sue verifiche chiedendo informazioni a qualsiasi pubblica amministrazione. 

Il rating viene rilasciato entro 60 giorni dalla richiesta, dura due anni ed è rinnovabile su richiesta e l’Autorità aggiorna costantemente l’elenco delle aziende che hanno ricevuto il rating. 

Per ogni chiarimento ed approfondimento, potrà fare riferimento a questo Studio.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto commerciale

Studio Legale Massarotto & Associati - Castelfranco Veneto (TV)

Studio Legale Massarotto & Associati

Avvocati / Civile

Piazza Serenissima 20

31033 - Castelfranco Veneto (TV)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L’Italian Patent Box e gli Incentivi Fiscali

Tra la serie di interventi a sostegno della crescita, rientra un sistema fiscale agevolato noto come “Italian patent box”

Continua