Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto amministrativo

Il principio del "bilanciamento" dei diritti

"L'invasione" della corte Costituzionale nei territori della politica e del Parlamento

Il principio del "bilanciamento" dei diritti - "L'invasione" della corte Costituzionale nei territori della politica e del Parlamento

La recente sentenza della Corte (24/06/2015) sulla rivalutazione delle retribuzioni dei dipendenti dello Stato ha riproposto il tema del bilanciamento dei diritti costituzionali nel giudizio di legittimità costituzionale. In detta sentenza la corte ha annullato la norma impugnata ma ha ridotto gli effetti di tale annullamento escludendone la retroattività al fine di non esporre le Casse dello Stato ad un serio problema finanziario. Bilanciando, così, il diritto dei dipendenti alla retribuzione con il diritto dello Stato tutelato dall'art. 81 della Costituzione. 

 

Sostiene la Corte che la dichiarazione di incostituzionalità di una norma non deve determinare paradossalmente <effetti ancora più incompatibili con la Costituzione> (vedi sentenza 13/2004). Pertanto diventa compito della Corte modulare le proprie decisioni in modo da scongiurare che l'affermazione di un diritto costituzionale determini il sacrificio di un altro. 

La coseguenza è che la retroattività della sentenza non vale, non solo per le situazioni giuridiche divenute irrevocabili e per i c.d. rapporti esauriti (ciò a tutela del pricipio delle "certezza del diritto" - sentenze 26/1969,58/67,127/66,127/1966,139/1984 e 1/2014), ma anche per i rapporti tuttora pendenti quando vi sia la necessità di salvaguardare diritti di rango costituzionale. 

 

Pertanto la Corte ha fissato alcuni principi che possono così riassumersi: 

a) va sempre salvaguardata "la certezza del diritto" nel senso che non si possono toccare situazioni giuridiche irrevocabili e rapporti esauriti; 

b)  in casi eccezionali si può intervenire anche sul passato ma a condizione che la nuova legge non riguardi solo una categoria di cittadini, che sia ragionevole, che abbia effetti limitati nel tempo, che le misure siano idonee a risolvere l'emergenza; 

c) che non vi siano altri sistemi per risolvere il problema come ad esempio (come suggerisce la Corte stessa) utilizzando il sistema tributario con aliquote progressive che darebbe il risulato di far partecipare tutti al prelievo, di par pagare di più chi ha alti redditi e di garantire un gettito molto pù alto. 

 

Non mi sembra dubbio che la Corte, parificando i limiti della retroattività delle proprie sentenze a quelli delle leggi abbia accelerato la "prassi" del bilanciamento acquisendo un sempre maggiore spazio politico anche nei confronti del Parlamento. E' un dibattito che coinvolge la stessa natura della corte.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto amministrativo

Avv. Publio Fiori - Roma (RM)

Avv. Publio Fiori

Avvocati / Civile

Via Federico Confalonieri 5

00195 - Roma (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Contratto di mandato-obbligo di rendiconto

Obbligo del mandatario di dare conto delle attività realmente svolte e non solo di fornire ricevute e fatture delle spese e degli incassi

Continua

Sospensione efficacia esecutiva sentenza tribunale

I gravi e fondati motivi e la possibilità d’insolvenza – art. 283 c.p.c.

Continua

Edilizia e Urbanistica, permesso di costruire

Pergotenda installata su pareti esterne - attività di edilizia libera senza permessi comunali

Continua

"L'abuso di diritto"

Disporre di un potere non è condizione sufficiente di un suo legittimo esercizio

Continua

"Culpa in educando" e "Culpa in vigilando"

Responsabilità dei genitori, dei precettori e dei maestri d'arte per i fatti illeciti del minore

Continua

Invalidità della notificazione

Distinzione tra nullità e inesistenza: conseguenze

Continua

Liquidazione del danno in via equitativa: ammissibilità

Il risarcimento del danno (patrimoniale e non patrimoniale) può essere liquidato in via equitativa solo se ne è provata l'esistenza

Continua

Condanna pecuniaria e Iva

La condanna al pagamento di una somma di danaro si estende automaticamente all'obbligo di versare l'Iva

Continua

La nuova sentenza della Corte Costituzionale

Confermata la sostanziale intangibilità di stipendi e pensioni

Continua

Il governo si "accanisce" contro i pensionati

Incostituzionale anche la proposta del ricalcolo delle pensioni con il metodo contributivo

Continua

Pensioni, diritti acquisiti e Corte Costituzionale

I principi di "affidamento" e "ragionevolezza" nella giurisprudenza della Corte Costituzionale nella difesa delle pensioni

Continua