Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Novità per i danneggiati da sangue infetto!

La patologia psichica come doppia patologia nel danno da emotrasfusione infetta

Novità per i danneggiati da sangue infetto! - La patologia psichica come doppia patologia nel danno da emotrasfusione infetta

Dopo 8 anni durante i quali mi sono occupato del danno psichico per i danneggiati da vaccinazione obbligatoria – e per i loro genitori, considerazione compresa nella proposta di modifica alla legge 210/92, presentata l’anno scorso in Commissione alla Camera  (e per quella parte sono stato l’estensore del testo), si ripresenta all’attenzione forense la comprensione del danno psicologico derivato da quello da trasfusione di sangue infetto. 

 

Anche a questa materia ho dedicato molteplici sforzi, sfociati in adeguati riconoscimenti amministrativi per i soggetti colpiti; adesso, in virtù della fine della transazione proposta a suo tempo dal Ministero – che certo non ha soddisfatto le aspettative dei danneggiati, possiamo proporre in termini ancor più stringenti la valutazione per il riconoscimento delle sofferenze psicologiche esperite dai soggetti con l’ingresso nella malattia epatica. 

Come ebbi a scrivere nel testo di modifica citato, è condicio sine qua non che la persona certifichi e dimostri la presenza e l’entità di tale danno psichico, che a buon diritto si aggiunge al riconoscimento dell’infermità derivata dalla trasfusione in oggetto. 

 

Inoltre, va massimamente considerata la possibilità che il Ministero richiami a controllo il danneggiato per la prima patologia e allora, senza un’altra adeguata copertura, cesserebbe l’indennizzo erogato quando i riscontri ematochimici non confermassero la presenza dell’epatite (detto in breve, ma concretamente). 

Poiché – e lo dico in maniera tecnica, freddamente, ma non per questo non vicino alle persone danneggiate - la quasi totalità dei soggetti colpiti da epatite post-trasfusionale ha sviluppato una condizione di malessere psicologico, spesso con una sintomatologia disadattiva che ha richiesto e richiede terapie farmacologiche con antidepressivi ed ansiolitici, ripetute negli anni,  ecco che il nostro compito è quello di fornire innanzi tutto la conoscenza di questa possibilità riconoscitiva e, successivamente, indagare nel modo adeguato - che altre volte ho descritto - l’entità della patologia psichica presente nella persona. In tal modo, è possibile richiedere la ‘doppia patologia’ per tale causa, garantendo al soggetto il giusto riconoscimento anche economico per la sofferenza patita e che patisce. 

 

La ‘battaglia’ non è semplice e prevede accertamenti iper-specialistici che sostanzino quanto andiamo esponendo; ma compiere tali passi non è troppo faticoso, né impossibile, a fronte di un risultato utile alla portata dei richiedenti, come ho potuto effettuare negli anni scorsi con numerosi danneggiati. 

I tempi sono maturi perché si inizi nuovamente un’opera di ‘avvicinamento’ alle competenti Commissioni mediche, con la determinazione di ottenere il giusto riconoscimento per un danno non voluto né causato da chi lo esperisce. 

 

Prof. Dott. Giuseppe Castellani 

PSICOLOGO 

SPECIALISTA IN PSICOTERAPIA 

C.T.U. Tribunale di Firenze 

Docente di Psicodiagnostica alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ‘Erich Fromm’-Prato 

Docente di Neuropsicologia e Psicologia Forense  Polo Psicodinamiche - Prato 

Già Consulente del Consultorio Psicologico 

del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Firenze 

Socio Ordinario della Scuola Romana Rorschach e della Società  Internazionale  Rorschach 

 

Socio della Società Medico Odontoiatrica Legale Toscana-SMOLT 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Il medico, il vaccino e la petizione galeotta...

Francia: più di un milione di persone a sostegno del Professore che denunciava la pericolosità del vaccino esavalente Infanrix Hexa

Continua

Quando il dente duole

Il danno bioneuropsicologico da responsabilità professionale in campo odontoiatrico ed odontoprotesico

Continua

Vaccini all'asilo...

Ovvero, come violare la legge nazionale cercando pure il plauso dei cittadini...

Continua

Corruzione nella Sanità, una ASL su tre coinvolte

Alcuni dei dettagli trapelati dal rapporto di Transparency fanno rabbrividire... e riflettere

Continua

Non (quasi) è mai troppo tardi...

Considerazioni sulla presunta "intempestività" di una domanda amministrativa ex lege 210 del 1992

Continua

In Lombardia la farmacovigilanza è a rischio?

E’ uno dei fiori all’occhiello della sanità lombarda, ma ormai ci lavora solo un borsista con contratto in scadenza a marzo. Invece all’alba del2014...

Continua

Il futuro (?) della Legge 210 del 1992

Il silenzio rigetto: una prognosi infausta dal sapore antisociale che fa riflettere…

Continua

Salute e diritti: un monito alla classe politica

Il fatto che gli uomini non imparino molto dalle lezioni della storia è l'insegnamento più importante che la storia può offrire. (ALDOUS L. HUXLEY)

Continua

I diritti di chi non vuol vaccinare i propri figli

Si fa un gran parlare, e spesso a sproposito, della proposta di riforma della normativa vigente in materia di vaccinazioni obbligatorie...

Continua

Mappatura del sistema linfatico. Una rivoluzione?

Scoperti vasi linfatici nel cervello: possibili nuove spiegazioni alle malattie neurologiche con componente immunitaria

Continua

Danno da vaccino: vittoria a favore dei "fuori termine"!

Non è mai troppo tardi per proporre la domanda ai sensi della legge 210 del 1992...

Continua

Appunti per un nuovo Diritto alla Salute

Libertà di indirizzo alla salute e della scelta terapeutica (in collaborazione con il Dottor Franco Verzella)

Continua

Una rivoluzione copernicana in tema di Sanità

Appunti per un approccio alla salute di tipo multidisciplinare e finalizzato al perseguimento di una stabile condizione di benessere

Continua

La Sensibilità Chimica Multipla e le malattie rare

Esistono molte malattie rare per le quali è possibile chiedere assistenza allo Stato o promuovere una causa risarcitoria in danno dei responsabili.

Continua

Il “nesso causale” previsto dalla legge 210/92

In materia previdenziale/assistenziale è sufficiente un coefficiente di ragionevole probabilità, se non contraddetto da altre risultanze processuali

Continua