Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto societario

M&A: il ruolo dell'Avvocato d'Affari

Facciamo il punto sulle attività di fusione e acquisizione societaria, inquadrando il ruolo dell'Avvocato d'Affari

M&A: il ruolo dell'Avvocato d'Affari - Facciamo il punto sulle attività di fusione e acquisizione societaria, inquadrando il ruolo dell'Avvocato d'Affari

Dal Blog di www.studiolegalebellini.eu 

IL RUOLO DELL’AVVOCATO NELLE OPERAZIONI DI M&A 

La fase di negoziazione 

Quando si fa riferimento alle attività di fusione e acquisizione societaria, meglio conosciute come attività di M&A (Mergers&acquisitions), che hanno ad oggetto intere aziende o solo partecipazioni nelle imprese target nelle predette operazioni, si intende avere riguardo per tutti quei fenomeni, quelle transazioni e quegli accordi mediante i quali si modifica in tutto o in misura rilevante la proprietà di una determinata attività imprenditoriale, svolta in forma societaria. 

Nella normalità dei casi, ciò comporta che un’attività di M&A inizi con l’interesse reciproco e manifesto tra due soggetti a favore della eventuale conclusione e sottoscrizione di un accordo in virtù del quale uno di essi trasferisce all’altro, appunto, un’azienda o una partecipazione societaria. 

Questa premessa non è di poco conto, se si pensa che sin dall’inizio una trattativa esplica immediati effetti giuridici, come ad esempio quelli connessi agli impegni assunti dalle parti sia per iscritto sia oralmente (con difficoltà, in quest’ultimo caso, per quel che riguarda l’onere probatorio della controparte). 

Tutto ciò senza dimenticare quei doveri inerenti alla responsabilità precontrattuale (tra cui si annovera sicuramente la buona fede delle parti), la quale potrebbe ravvisarsi nel caso in cui la trattativa non andasse poi a buon fine. 

Per tale ragione, sin dal primo contatto i soggetti interessati devono essere consapevoli che la sottoscrizione di un qualsiasi documento può portare effetti giuridicamente rilevanti e vincolanti in capo a chi lo ha firmato (in tal caso è irrilevante il nomen iuris dato all’atto stesso). 

Ne deriva, è utile ribadirlo, che sin dall’avvio delle trattative vadano posti in essere “comportamenti” che siano frutto di scelte debitamente ponderate, anche e soprattutto in relazione alle loro conseguenze giuridiche. 

Basti, infatti, pensare in tal senso alla c.d. “lettera d’intenti” che altro non è, se non un documento sottoscritto dalle parti durante la trattativa per la conclusione di un contratto, con il quale le stesse fissano i punti su cui sono già pervenute ad un accordo e disciplinano il prosieguo delle trattative, senza che questo le impegni a concludere il contratto: una corretta stesura della stessa, quindi, è assolutamente consigliabile nell’interesse sia dell’acquirente sia del venditore, tanto più che la “lettera d’intenti” è tanto sostanziale quanto tecnica, comprendendo senz’altro anche il compito di fare da ponte tra la fase puramente verbale di una negoziazione e quella di sottoscrizione di un vero e proprio documento contrattuale finale, nel quale inserire tutti i termini definitivi dell’accordo. 

Il “Professionista Legale e le Imprese” 

Per quanto sino ad ora detto, Avvocati d’affari e Giuristi d’impresa hanno conquistato la fiducia delle grandi aziende italiane, tanto che queste ultime, soprattutto se di grandi dimensioni, non riescono più a fare a meno di tali Professionisti. 

Per comprendere a pieno quanto sia cambiata la percezione di queste figure professionali è sufficiente leggere l’ultima ricerca di Eversheds – AIGI (Associazione Italiana Giuristi d’Impesa): il 48% delle grandi aziende italiane (una su due) si è affidata all’assistenza di un Avvocato d’affari e di queste otto aziende su dieci sono soddisfatte del lavoro svolto. 

Solo il 24%, invece, è dotata di una struttura con un Giurista d’impresa (tutte appagate dal lavoro svolto dal Professionista interno, ben oltre le aspettative). 

Secondo tale indagine, nel caso in cui le aziende abbiano al loro interno un Giurista d’impresa, gli Avvocati d’affari (o semplicemente esterni) si occupano prevalentemente di progetti speciali (operazioni di M&A, per esempio) o specialistici (in materia antitrust o penale, dunque in relazione a contenziosi od arbitrati). 

Quando, invece, l’Avvocato interno non esiste, i Professionisti esterni danno supporto anche alle attività quotidiane (in materia contrattualistica ovvero attraverso la fornitura di pareri civili oppure ancora in ambito prettamente societario). 

Negli ultimi anni, giova evidenziarlo, le multinazionali hanno consolidato sempre più il numero degli Studi esterni con cui collaborare, instaurando rapporti di partnership duraturi nel tempo. 

Il Giurista d’impresa, al contrario, viene visto come un manager sempre più vicino all’amministratore delegato o al direttore finanziario, divenendo così il tramite tra i vertici aziendali e i Legali esterni, nell’ottica di processi operativi. 

Il mondo del Business e dell’Impresa, infatti, si incrociano sempre più spesso con le tematiche legali, di compliance, di governance e di difesa della proprietà intellettuale. 

In tale contesto l’Impresa necessita in misura sempre maggiore di Professionisti altamente qualificati. 

Conclusioni 

L’esperienza insegna che l’Avvocato d’Affari dev’essere coinvolto sin dall’inizio delle trattative, già al momento della definizione della lettera d’intenti ed a maggior ragione nella fase successiva di redazione del contratto definitivo. 

Tali passaggi sono tutti di uguale importanza ai fini del raggiungimento del risultato definitivo, ma non solo. 

E’ pur vero che in molti casi la stesura del contratto avviene, per volontà dello stesso Cliente, senza l’intervento dell’Avvocato, lasciando l’esito dell’operazione all’estro estemporaneo di altre figure professionali (prive tuttavia delle necessarie competenze specifiche). 

Tali operazioni non potranno beneficiare di quel fondamentale apporto dell’Avvocato, al contempo di creazione e di metodo, che è la redazione del contratto: l’Avvocato nella sua attività farà ricorso all’insostituibile bagaglio concettuale che gli proviene dalla conoscenza del Diritto Civile, più precisamente del Diritto dei contratti e delle obbligazioni, svolgendo un lavoro di “rifinitura” in costanza di redazione delle diverse bozze del contratto che di volta in volta vengono proposte, interpretando le richieste operate dalle Parti, che porterà alla versione definitiva dell’accordo che verrà sottoscritto. 

Inutile dire che l’improvvisazione sulla materia è un costo che l’imprenditore e l’Azienda (acquirente o venditrice che sia) paga in un momento successivo, solitamente a seguito di un sanguinoso contenzioso che avrà il compito di dirimere questioni che avrebbero potuto essere opportunamente definite in sede di redazione del contratto. 

 

Avv. Giuseppe Bellini 

Per contatti: info@studiolegalebellini.eu – Tel. 0331.620824 

  

Fonti: C. Barone, “Quasi la metà delle grandi imprese si affida a un avvocato d’affari”, articolo del 25 maggio 2015, pubblicato su www.repubblica.it; P. Casucci – S. Latino – G. Limido, “Acquisizioni di aziende e partecipazioni. Aspetti legali e Tributari”, IPSOA, III Edizione, 2010.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto societario

Studio Dell` Avv. Giuseppe Bellini- Associazione Professionale - Gallarate (VA)

Studio Dell` Avv. Giuseppe Bellini- Associazione Professionale

Avvocati / Civile

Via Verdi, 3

21013 - Gallarate (VA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Perchè conferire i tuoi immobili in un Trust?

Alcuni spunti di riflessione utili per valutare l'istituto del Trust come strumento di protezione patrimoniale

Continua

7 buoni motivi per investire in Bulgaria!

Ci sono diversi buoni motivi per investire in Bulgaria: cerchiamo di riassumerli in questa breve trattazione

Continua

Perché cercare sempre investitori?

Approfondiamo i motivi per i quali un imprenditore dovrebbe cercare degli investitori, via alternativa al canale bancario.

Continua

Vendere o comprare una azienda: come?

Raggiungere l'accordo commerciale tra le Parti non è sufficiente: spesso sono i dettagli a determinare il buon esito di una operazione straordinaria

Continua

Vuoi trovare un investitore? Non perdere tempo!

Spesso l'idea di vendere l'Azienda non è poi accompagnata da una chiara identificazione di quello che serve per poterlo fare...capiamo cosa serve!

Continua

3 vantaggi (e 3 svantaggi) del Trust

Introduciamo un’ulteriore figura preposta allo scopo di tutelare il patrimonio personale e aziendale dell’imprenditore, il trust

Continua

Società controllata vs Holding: chi paga?

Per difendersi dagli abusi della controllante, vediamo quali sono le tutele consentite dalla Legge in favore della società controllata

Continua

Fiduciaria: quello che devi assolutamente sapere...

Una recente sentenza della Cassazione Civile offre lo spunto per un’analisi in merito alle società fiduciarie

Continua

5 buoni motivi per investire in ROMANIA!

In altri stati d'Europa vengono proposte delle concrete politiche per attrarre capitali esteri, e uno di questi è sicuramente la Romania

Continua

Difendersi in caso di errore del commercialista

In caso di omessa dichiarazione fiscale da parte del commercialista, e conseguente contestazione di reato tributario, è possibile difendersi?

Continua

Infortunio sul lavoro: colpa dell’imprenditore?

Finalmente una sentenza della Cassazione Penale aiuta a capire che la responsabilità dell'infortunio sul lavoro non è sempre dell'Imprenditore.

Continua

Chi è responsabile sulla pista da sci?

Approfondiamo il tema della responsabilità del gestore degli impianti sportivi nell'ambito dello sci alpino.

Continua

Il danno da vacanza rovinata

Una breve disamina sulla tutela del consumatore in caso di vacanza rovinata

Continua

Tre soluzioni per tutelare il patrimonio

Vorremmo introdurre, a tutti gli imprenditori, una tangibile ed attuale problematica, ovvero quella relativa alla tutela del patrimonio.

Continua

5 buoni motivi per costituire un LTD in UK

Alcuni buoni motivi per costituire una società estera, ed in particolare nel Regno Unito

Continua