Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Neuroni specchio, l`imitazione, l`autismo (pt. 1)

Cosa sono i neuroni specchio, che funzione hanno, come influiscono nella vita di relazione, cosa accade se sono disfunzionanti o poco attivi?

Neuroni specchio, l`imitazione, l`autismo (pt. 1) - Cosa sono i neuroni specchio, che funzione hanno, come influiscono nella vita di relazione, cosa accade se sono disfunzionanti o poco attivi?

Nella corteccia prefrontale motoria del nostro cervello (porzione di neocorteccia) il 20% delle cellule presenti sono neuroni specchio. Quest’area è implicata alla pianificazione-selezione e esecuzione delle azioni. Altre aree sono localizzate nella zona parietale sinistra (area di Broca) deputate al linguaggio. Con l’attivazione dei neuroni specchio, in esse contenuti, noi siamo in grado, attraverso l’osservazione di un altro che sta compiendo un’azione, di riconoscerla come se la stessimo svolgendo noi stessi. Questo perché nel cervello abbiamo impresso un modello di quell’azione basato sulle nostre stesse esperienze. Inoltre, fondamentale, è il ruolo dei neuroni specchio nel riconoscimento e nella comprensione delle intenzioni sottostanti le azioni dell’altro. 

Funzione imitativa dei neuroni specchio. Noi impariamo qualcosa di inedito tramite l’osservazione di ciò che ci circonda siano essi persone o cose. Infatti l’apprendimento dell’uso di oggetti avviene attraverso l’osservazione e  successivamente imitandola. Questo accade perché i neuroni specchio si attivano e lo fanno in modo più o meno accentuato a seconda dell’importanza, determinata dalle nostre intenzioni, che noi diamo al contesto. Perciò la motivazione/finalità delle nostre azioni va a determinare la maggiore o minore attivazione dei neuroni specchio e sufficiente l’incisività della nostra azione. 

La nostra spinta ad imitare sembra essere fortemente presente sin dalla nascita. E’ una caratteristica pervasiva del comportamento umano che lo distingue dagli altri animali (forse presente solo nelle scimmie antropomorfe). Meltzoff e Moore, 1977, e Piaget, 1945, affermano che nel cervello del neonato deve essere presente  un meccanismo innato che consente di imparare, attraverso un comportamento elementare, l’imitazione di alcuni gesti elementari del volto e delle mani dell’adulto che interagisce con lui. Affermano inoltre che il bambino si mostra compiaciuto se un adulto lo imita. Sono i giochi di imitazione. Questo potrebbe essere uno dei maggiori fattori modellanti per il rinforzo dei neuroni specchio nel cervello in fase di sviluppo. Jacqueline Nadel, 2002, ha osservato che i bambini all’età dei primi passi si imitano molto a vicenda quando non si è ancora sviluppato il linguaggio. E Carol Eckerman nel 1996, aveva evidenziato che esistono forti legami tra imitazione e comunicazione verbale, la prima rinforza la seconda. Nei bambini piccoli l’imitazione dell’adulto è per lui come trovarsi davanti ad uno specchio e la finalità sembra essere di facilitare “l’intimità” concreta tra sé e l’altro. Potrebbe essere definita la forma originaria, primordiale, di intersoggettività dalla quale il bambino impara a distinguere il sé dall’altro. Ci sono prove empiriche le quali dimostrano che certi deficit mentali come quelli associati all’autismo possono essere dovuti a una disfunzione, all’origine della vita, dei neuroni specchio. Infatti nei bambini autistici il deficit di imitazione è alquanto visibile. Essi imitano scarsamente le altre persone in quanto non sono in grado di identificarsi con loro. E’ come se fossero ciechi verso i sentimenti degli altri, come se “non si commuovessero per ciò che le altre persone provano” Hobson, 2002. In essi l’aspetto più compromesso è quello sociale perché manca il rispecchiamento. 

Nell’adulto il comportamento imitativo è molto presente. Indicativo è il potere dell’imitazione nella trasmissione di atteggiamenti, pratiche, idee e persino interi sistemi di credenze. Dawkins, 1976, afferma che “elementi di una cultura si possano ritenere trasmessi per tramite non genetici e soprattutto per imitazione”. Da qui deriva una discussione su libero arbitrio, famiglia, società e media. Quest’ultimi, per esempio, potrebbero diffondere un loro tipo di informazione che però dovrebbe essere vissuto da noi con la maturità e il senso critico i quali viene dall’educazione e da una buona scolarizzazione. Un’idea o un determinato comportamento trasmesso da un individuo ad un altro verbalmente o per imitazione può autoreplicarsi per “infezione” e non corrispondere a verità, Dawkins, 1976 e Blackmore, 1999, vedi le “leggende metropolitane”. Si ipotizza anche che nella violenza imitativa, indotta, da quella presentata dai media, possa essere molto determinante nell’attivazione dei  neuroni specchio. Essi possono essere significativamente implicati nelle varie forme di identificazione sociale (per esempio nella scelta di un partito politico). 

Dalla lettura di: “I NEURONI SPECCHIO”, M. Iacoboni, Bollati Boringhieri, 2008

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Dott.ssa Bertilla Maddalena - Vicenza (VI)

Dott.ssa Bertilla Maddalena

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Levà Degli Angeli 18

36100 - Vicenza (VI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Quando i padri...scappano

All'inizio si è coppia e, quindi, l'uno per l'altro. Il tempo e le attenzioni sono condivise tra i due partner, a volte, anche con l'esclusione di chi sta loro attorno

Continua

Neuroni specchio e Psicoterapia

Perchè la psicologia ritiene così importante la scoperta dei neuroni specchio? Quale utilità essi possono avere all'interno di una psicoterapia?

Continua

NEURONI SPECCHIO, rispecchiamento, empatia (pt.2°)

Alla comprensione del funzionamento della mente un forte contributo è stato dato dalle neuroscienze con la scoperta dei neuroni specchio

Continua

L`EMICRANIA e la sua predisposizione psicosomatica

Emicrania psicosomatica da conflitti non risolti nel tempo. Accentuata dallo stress eccessivo quotidiano che abbassa la soglia del dolore

Continua

Ipocondria, ferma convinzione di malattia fisica

Perché la persona si ritiene convintamente malata quando il medico, dopo analisi e accertamenti, lo ritiene sano? Cosa la conduce a questa convinzione

Continua

Le fobie: come ci limitano e come superarle

Le fobie quali cause psichiche che limitano e/o impediscono una vita normale

Continua

La capacità trasformativa del sogno nella “cura”

Apporto del sogno; in terapia, nella progressione verso la guarigione

Continua

STRESS UTILE E STRESS DANNOSO (Seconda parte)

Correlazione stress, psiche e corpo

Continua

STRESS UTILE E STRESS DANNOSO (Prima parte)

Correlazione stress, psiche e corpo

Continua