Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Il nuovo ravvedimento operoso

La legge di stabilità 2015 ha modificato l’istituto del ravvedimento operoso, ampliandone i termini e le modalità di applicazione

Il nuovo ravvedimento operoso - La legge di stabilità 2015 ha modificato l’istituto del ravvedimento operoso, ampliandone i termini  e le modalità di applicazione

La legge di stabilità 2015 ha modificato l’istituto del ravvedimento operoso, ampliandone i termini  e le modalità di applicazione. 

Una novità importante è rappresentata dall’innalzamento dei termini entro i quali può essere applicato il ravvedimento, portandolo fino a concorrenza del termine per l’accertamento. 

 

Inoltre, il ricorso al ravvedimento, è stato reso più appetibile dall’introduzione di riduzioni delle sanzioni. In particolare la sanzione da applicare sono le seguenti: 

- se la correzione avviene entro 30 giorni, la sanzione da applicare sarà pari al 3% dell’imposta da versare (1/10 di 30%); 

- se la correzione avviene entro 90 giorni, la sanzione da applicare sarà pari al 3,33% dell’imposta da versare (1/9 di 30%); 

- se la correzione avviene entro 12 mesi, ovvero 365 giorni, la sanzione da applicare sarà pari al 3,75% dell’imposta da versare (1/8 di 30%); 

- se la correzione avviene entro due anni, la sanzione da applicare sarà pari al 4,29% dell’imposta da versare (1/7 di 30%); 

- se la correzione avviene oltre due anni, la sanzione da applicare sarà pari al 5% dell’imposta di registro da versare (1/6 di 30%). 

  

Le novità inoltre riguardano anche le violazioni inerenti i contratti di locazione. In particolare, l’omessa registrazione di un contratto di affitto, può essere sanata pagando le seguenti sanzioni: 

-          il 12% dell’imposta di registro da versare se la regolarizzazione avviene entro 30 giorni; 

-          il 13.33 % dell’imposta di registro da versare se la regolarizzazione avviene entro 90 giorni 

-          il 15% dell’imposta di registro da versare se la regolarizzazione avviene entro l’anno; 

-          il 17.14% dell’imposta di registro da versare se la regolarizzazione avviene entro due anni; 

-          il 20% dell’imposta di registro da versare se la regolarizzazione avviene oltre i due anni. 

 

Resta ovviamente sempre valido il ravvedimento “sprint” per sanatorie entro i 15 giorni. In questo caso, la sanzione è pari allo 0.2 per ogni giorno di ritardo.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Studio Paolicchi Rag. Federica - Pisa (PI)

Studio Paolicchi Rag. Federica

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Ragionieri

Via Bargagna,60

56124 - Pisa (PI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo