Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza gestionale

Incentivi per assunzioni 2015

Manca poco alla scadenza del beneficio

Incentivi per assunzioni  2015 - Manca poco alla scadenza del beneficio

Per i datori di lavoro privati che assumono a tempo indeterminato, entro il 31 dicembre 2015, è prevista una esenzione contributiva.
Il beneficio riguarda tutti i datori di lavoro privati, a prescindere dal settore di appartenenza, ma anche a datori non imprese, come gli studi professionali.

Per l'accesso al beneficio, tali datori di lavoro devono essere in possesso dei requisiti di regolarità contributiva, attestato dal DURC. 


COME RICHIEDERE L`ESONERO
Per ottenere l'esonero è necessario che l'azienda richieda il codice di autorizzazione 6Y ("esonero contributivo articolo unico, commi 118 e seguenti, legge n.190/2014).
Tale autorizzazione può essere chiesta sia dalla funzione "contatti" del cassetto previdenziale dell'azienda oppure tramite un inoltro via PEC all'INPS competente.
E'condizione essenziale che la richiesta venga inviata prima della trasmissione della denuncia contributiva relativa al primo periodo di esonero contributivo.

FATTISPECIE PARTICOLARI
L'INPS precisa che esistono alcune fattispecie particolari, che vediamo di seguito:
- se esisteva un rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato all'estero nei 6 mesi precedenti l'assunzione, non è possibile beneficiare dell'esonero contributivo
- è possibile fruirne anche nei casi in cui un dipendente sia assunto part time da due datori di lavoro diversi, a condizione che entrambi i rapporti abbiano la stessa decorrenza
- se il precedente rapporto di lavoro, intercorso nei 6 mesi precedenti l'assunzione, sia stato risolto per mancato superamento del periodo di prova o per dimissioni, non si può fruire del beneficio
- non se ne può fruire nemmeno nel caso in cui i titolari di un tempo indeterminato passino dal cedente al subentrante in caso di appalto.
- in ipotesi di cessione del contratto, ex art. 1406 c.c., è possibile fruire del beneficio per il periodo non goduto
- anche in caso di trasferimento d'azienda, ex art. 2112 c.c., vale la stessa regola della cessione del contratto di cui al punto precedente.
- nei casi di fusione per incorporazione, il datore di lavoro che subentra nel rapporto di lavoro può fruire del beneficio per la restante durata prevista

Come chiarito nell’ambito della circolare n. 17/2015, ai fini del diritto alla fruizione dell’esonero contributivo, inoltre, nel corso dei tre mesi antecedenti la data di entrata in vigore della Legge di stabilità 2015 (1.10.2014-31.12.2014), il lavoratore non deve aver avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l’incentivo ovvero con società da questi controllata o a questi collegata ai sensi dell’art. 2359 c.c., nonché facenti capo, ancorché per interposta persona, al datore di lavoro medesimo (art. 1, comma 118, quarto periodo, legge n. 190/2014) 

MISURA DELL'INCENTIVO
L'assunzione dà diritto per 36 mesi alla totale esenzione dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro.
Il limite annuo di 8.060,00 che deve essere rapportato al valore giornaliero; la soglia dell'esonero mensile è, dunque, 671,66 euro (8.060/12), quella giornaliera è di euro 22,08.

COMPATIBILITA' CON ALTRI INCENTIVI
L'INPS ritiene che tale beneficio sia cumulabile con:
- incentivo per assunzione lavoratori disabili (legge 68/1999, art. 13)
- incentivo per assunzione giovani genitori di cui al decreto del Ministero della Gioventù 19 novembre 2010, pari a euro 5.000
- incentivo all'assunzione di beneficiari del trattamento Aspi
- incentivo "Programma Garanzia Giovani"
- incentivo per assunzione di giovani lavoratori agricoli

Non cumulabile con:
- incentivo per assunzione dei lavoratori over 50, disoccupati da oltre 12 mesi e di donne prive di impiego da almeno 24 mesi oppure prive di impiego da almeno 6 mesi e appartenenti a particolari aree di cui all'art. 4, commi 8 e ss, legge 92/2012.

Parzialmente comulabile con:
- incentivo sperimentale per assunzione a tempo indeterminato di giovani entro i 29 anni, di cui all'art. 1 D.L. 76/2013
- incentivi per assunzione di lavoratori iscritti alle liste di mobilità.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza gestionale

Adema Srl - Milano (MI)

Adema Srl

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Fabio Filzi 23

20124 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Legge di stabilità 2016

Selezione delle principali novità

Continua

Incentivi, agevolazioni finanziarie per la ricerca

I principali strumenti di sostegno alla ricerca

Continua

Trattamento di fine mandato degli amministratori

Le posizioni del legislatore e dell'Amministrazione finanziaria sul TFM

Continua