Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

La scelta di una polizza infortuni (le tabelle)

Una polizza infortuni è un contratto privato, non privo di insidie. Anche nella scelta non basta affidarsi al "grande" nome di un'Assicurazione

La scelta di una polizza infortuni (le tabelle) - Una polizza infortuni è un contratto privato, non privo di insidie. Anche nella scelta non basta affidarsi al "grande" nome di un'Assicurazione

Dopo aver considerato “cosa” costituisce giuridicamente infortunio ed i suoi vari aspetti fondamentali (cause, concause), è bene esaminare la polizza

 

Come si è detto essa costituisce un contratto privato fra una persona (talora una categoria) e una società assicurativa. 

 

Tale contratto contiene clausole (generalmente prestampate) che vanno ben conosciute. 

 

Il sinistro è indennizzabile se si esclude l’esistenza di concause (in realtà i contratti recano diciture del tipo “in presenza di concause verranno valutate le menomazioni come se occorse su soggetto sano” (o simili). 

 

Nella pratica la Compagnia tende ad escludere tout-court l’indennizzabilità, salvo procedure complesse. 

 

Laddove comunque il sinistro sia realmente riconosciuto come tale, la polizza può prevedere l’erogazione di una cifra fissa (diaria) in caso di: ricovero – gesso – applicazione di tutore inamovibile. Salvo l’esistenza di giorni di franchigia.  

 

Può anche essere prevista una diaria (inferiore) per convalescenza, o per un periodo di utilizzo del tutore non fisso. 

 

Infine viene riconosciuta l’erogazione di una cifra fondata sul massimale assicurato per le menomazioni residuate all’infortunio (la cosiddetta percentuale). 

 

Qui si pone il problema di “come” attribuire la menomazione

 

Di regola viene effettuata da un medico legale (ma sovente vi sono anche medici che non sono specialisti ma esercitano attività peritale: alcuni scrivono nell’intestazione dizioni come “Master in Medicina Legale – Perfezionato in Medicina Legale” che significano semplicemente che non hanno mai conseguito una specializzazione nella materia). 

 

In Medicina Legale ogni menomazione trova un suo riscontro (il suo valore) in “tabelle”

 

Non deve stupire che ve ne siano molte, ognuna diversa dalle altre: sono state create per scopi ben precisi. 

 

Limitandoci alle assicurazioni per infortuni vengono seguite sostanzialmente due tabelle definite: INAIL e ANIA

 

La prima fa riferimento ai valori di menomazione pensati per i lavoratori che incorrevano in infortunio. Nei contratti si legge generalmente un riferimento al TU del 1965 (relativo agli infortuni sul lavoro). 

 

Se manca questo riferimento nel contratto, ci si riferisce alla tabella ANIA (speso riportata parzialmente nelle condizioni contrattuali). 

 

La differenza fra le due tabelle può essere molto elevata: ad esempio la menomazione di spalla destra (anchilosi) vale il 25% su base tabellare ANIA e 50% su base tabellare INAIL. 

 

In altri casi la differenza è “solo” pari a 1/3, sempre a vantaggio della tabella INAIL. 

 

Ovviamente le assicurazioni preferiscono proporre polizze su base tabellare ANIA

 

Evidentemente sono largamente preferibili le polizze su base INAIL e senza franchigia, ovvero con franchigia minima e non fissa (che scompare sopra un valore di menomazione fissato: spesso il 10%). 

 

Non conviene fidarsi della prima proposta di polizza infortuni, ma vagliare attentamente più contratti per ottenere quanto è più favorevole.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La valutazione del danno in polizza infortuni

In polizza infortuni la valutazione del danno richiede sempre un proprio medico legale. Le Compagnie assicurative faranno sempre il proprio interesse

Continua

La polizza infortuni: rischi e attenzioni - parte

cos'è una polizza infortuni - cosa significa infortunio - cosa non costituisce infortunio

Continua

L'onere della prova nella responsabilità medica

Spetta al (presunto) danneggiato o alla struttura chiamata in causa la dimostrazione della colpa medica? Conviene che il danneggiato la dimostri. ..

Continua