Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza gestionale

Incentivi, agevolazioni finanziarie per la ricerca

I principali strumenti di sostegno alla ricerca

Incentivi, agevolazioni finanziarie per la ricerca - I principali strumenti di sostegno alla ricerca

Esistono diverse strumenti per chi decide di investire nella ricerca, nell'innovazione, nei beni immateriali. Di seguito ne analizzeremo alcuni.

Credito di imposta
Ne possono beneficiare tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica scelta, dal settore economico di appartenenza e dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di R&S a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2019.

Le spese ammissibili sono:
-  i  costi  relativi  a personale (dipendente o legati da rapporto di collaborazione) altamente  qualificato  in  possesso  di  un  titolo  di  dottore  di  ricerca (agevolabile al 50% della spesa incrementale)
- quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio con un costo unitario non inferiore a 2.000 euro al netto dell’imposta sul valore aggiunto (agevolabile al 25% della spesa incrementale)
- spese relative a contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati e  con  altre  imprese (agevolabile al 50% della spesa incrementale)
- competenze tecniche e privative industriali relative a un’ invenzione industriale o biotecnologica (agevolabile al 25% della spesa incrementale)

Il  credito  d’imposta spetta,  fino  ad  un  importo  massimo  annuale  di  euro  5  milioni  per  ciascun beneficiario ed è  riconosciuto  a  condizione  che  la  spesa complessiva per investimenti in attività di ricerca e sviluppo effettuata in ciascun periodo d’imposta in relazione al quale si intende fruire dell’agevolazione ammonti almeno ad euro 30.000 ed ecceda la media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015. (risorse disponibili circa 200 milioni/anno).

Il credito di imposta si calcola confrontando l 'incremento dei costi per tipologia con la media annuale di ciascuna tipologia e con la media annuale complessiva.

Fondo di garanzia
E' un vecchio strumento, istituito nel 1996, che prevede la concessione di una garanzia pubblica (fino all'80%) a fronte di un finanziamento concesso, anche per ricerca e sviluppo.
Le imprese che possono accedere sono:
- Piccole medie imprese
- valutate "economicamente e finanziariamente sane"
- di qualsiasi settore

Horizon 2020
Rappresenta il nuovo principale strumento di finanziamento europeo nel settore della ricerca e dell’innovazion e ha una dotazione di 70 miliardi di euro.
La struttura del programma ruota intorno a tre pilastri:
- eccellenza scientifica che mira a rafforzare e ad ampliare l’eccellenza della base di conoscenze scientifiche dell’Unione ed a consolidare lo Spazio europeo della ricerca al fine di rendere il sistema europeo di ricerca ed innovazione più competitivo su scala mondiale,
- leadership industriale con lo scopo di accelerare lo sviluppo delle tecnologie e delle innovazioni che consentiranno alle imprese europee di primeggiare nei mercati internazionali ed aiutare le Pmi europee innovative a crescere per diventare imprese di importanza mondiale,
- sfide della società che affronta le priorità politiche e sociali identificate in Europa 2020.
I finanziamenti per Horizon 2020 sono erogati tramite bandi di finanziamento (calls for proposals) e gestiti centralmente direttamente dalla Commissione europea o dalle sue agenzie esecutive.

Patent box
Si tratta di un regime opzionale che consente al contribuente, fruitore di redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali, di sfruttare una tassazione agevolata. Il Decreto attuativo 30 luglio 2015 prevede che possano optare per questa opzione tutti i soggetti titolari di reddito di impresa, anche residenti all'estero, qualora abbiano una stabile organizzazione in Italia e siano residenti in paesi con i quali è stato firmato un trattato contro la doppia imposizione.
La condizione necessaria per usufruire del regime opzionale è che i soggetti svolgano, direttamente o indirettamente attività di ricerca e sviluppo:
L'opzione, secondo quanto statuito dall'art. 4 del Decreto , ha durata pari a cinque periodi di imposta, è irrevocabile e rinnovabile.
L'agevolazione consiste nella detassazione del 50 per cento del reddito derivante dall'utilizzo, diretto o indiretto, dei beni immateriali, sia ai fini delle imposte dirette sia ai fini IRAP. Tuttavia, l'art. 9 del Decreto prevede, espressamente, che per il periodo d'imposta 2015 la quota di reddito agevolabile sarà pari al 30% mentre per il periodo d'imposta 2016 al 40%. In ogni caso, al fine di determinare la quota di reddito agevolabile, ossia la quota di reddito su cui applicare le percentuali di detassazione, si dovrà fare un rapporto tra costi di attività e ricerca e sviluppo sostenuti per il mantenimento, l'accrescimento e lo sviluppo dei beni immateriali di cui sopra.
E' importante ricordare che è possibile optare per il regime agevolate anche solo per alcuni intangibles.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza gestionale

Adema Srl - Milano (MI)

Adema Srl

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Fabio Filzi 23

20124 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Legge di stabilità 2016

Selezione delle principali novità

Continua

Incentivi per assunzioni 2015

Manca poco alla scadenza del beneficio

Continua

Trattamento di fine mandato degli amministratori

Le posizioni del legislatore e dell'Amministrazione finanziaria sul TFM

Continua