Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

Il sequestro conservativo ex art. 316 c.p.c., II comma

Il sequestro conservativo richiesto dalla parte offesa: presupposti e possibilità di richiesta

Il sequestro conservativo ex art. 316 c.p.c., II comma - Il sequestro conservativo richiesto dalla parte offesa: presupposti e possibilità di richiesta

Il sequestro conservativo é una misura cautelare reale disciplinata dall'art. 316 c.p.c. richiedibile da parte dello Stato o da parte della parte offesa, come nel caso disciplinato al secondo comma del medesimo articolo.  

 

La p.o. ha la possibilità di richiederla solo al termine delle indagini e non prima. 

Inoltre, dovrà provare la sussistenza del fu un boni iuris e del periculum in mora che consisteranno rispettivamente nella fondatezza delle ragioni vantate e nel rischio concreto del depauperamento delle garanzie. 

 

Tuttavia, non si può certo chiedere alla parte offesa di ottenere una approfondita valutazione in ordine alla colpevolezza degli imputati e, infatti, si deve valutare l'esistenza del fumus in relazione alla sussistenza dei presupposti della colpevolezza. 

 

Nel tempo la giurisprudenza ha modificato tale concetto. Inizialmente bastava dimostrare la presenza di un processo penale. 

Oggi si valuteranno i presupposti della colpevolezza e la possibile fondatezza dell'imputazione. 

 

La domanda avrà la forma di un`istanza che verrà proposta al pubblico ministero titolare del fascicolo e dell'indagine che deciderà sull'applicazione della misura cautelare. 

Qualora esprimesse un parere negativo, si potrà attivare il vaglio del giudice per le indagini preliminari contestando il diniego.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto di famiglia

Studio Legale Avv. Bonora Irene - Bologna (BO)

Studio Legale Avv. Bonora Irene

Avvocati / Civile

via mondolfo 11

40139 - Bologna (BO)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Limiti della presentazione lista testi

Possibilità di presentazione della lista testa al rinvio della nuova udienza: remissione in termini

Continua

Tenuità del fatto applicabile nel reato 186 c.d.s.

Cassazione penale, sez. IV, sentenza 02/11/2015 n° 44132

Continua

Tentativo di infiltrazioni mafiose: d.lgs.159/11

Accesso agli appalti pubblici ed anticipazione della tutela del bene protetto sino al mero tentativo, bilanciamento con diritti personali

Continua

Validità del verbale dell`assemblea condominiale

Il verbale di assemblea condominiale e la sua validità in caso di modifiche alla luce della sentenza 6552 del 2015

Continua

Diritto al mantenimento: uguaglianza tra uomo e donna

La pronuncia: il concetto di tenore di vita goduto in costanza di matrimonio

Continua