Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Fine anno: scadenze col botto!

Il mese di dicembre è sempre ricco di scadenze fiscali e non. Ma quest'anno ce ne sono di nuove e difficili da affronare. Vediamole.

Fine anno: scadenze col botto! - Il mese di dicembre è sempre ricco di scadenze fiscali e non. Ma quest'anno ce ne sono di nuove e difficili da affronare. Vediamole.

Dopo aver effettuato i versamenti della seconda rata dell’acconto delle imposte sui redditi il 30 novembre scorso ha avuto inizio l’ultimo mese dell’anno, dicembre, che porta con se non solo il Natale ma anche tante scadenze più o meno odiate dagli italiani.

Oltre alle solite quest’anno ce ne saranno anche di nuove.

Siamo ormai vicini al fatidico giorno 16 quando scadrà il pagamento del saldo dell’IMU e della TASI con tutte le problematiche che esse si portano dietro visto il continuo evolversi dei beni soggetti a queste imposte e tasse che più volte hanno creato grossi problemi ai professionisti che devono elaborare i versamenti ed ai cittadini che spesso non sanno cosa e quanto pagare.

In questi giorni molti comuni stanno procedendo all’invio anche del saldo della TARI e del canone idrico, anche queste con scadenza nel mese di dicembre.

E trascorso il 16 dicembre si potrà festeggiare velocemente il Natale perché già giorno 27, spostata al 28 dato che cade di domenica, scade il versamento dell’acconto dell’IVA per tutto il popolo delle partite IVA e delle imprese.

Un altro fiume di denaro uscirà dalle esangui casse dei contribuenti italiani per rafforzare le casse dell’Erario sempre “assetata” di denaro fresco.

Ma da quest’anno un’altra scadenza si aggiunge al lungo elenco delle scadenze ed incombenze. Infatti per tutte le imprese che nel 2014 hanno effettuato forniture a Enti Pubblici, e che quindi hanno emesso le fatture “PA” elettronicamente, dovranno necessariamente procedere alla loro “conservazione” on line previa “marcatura temporale” e firma elettronica.

Questa nuova incombenza va effettuata entro 90 giorni dalla scadenza della presentazione della dichiarazione dei redditi che, oramai da molti anni, è stata fissata al 30 settembre; quindi entro il prossimo 29 dicembre tutte le fatture elettroniche “PA” emesse nell’anno 2014 andranno conservate.

E per chi è stato poco accorto e non ha provveduto a registrare le fatture elettroniche in apposito registro, anche nel caso in cui avesse emesso una sola fattura elettronica, ora è costretto ad archiviare elettronicamente tutte le fatture emesse nell’anno 2014 con un aggravio di costi non indifferente.  

E finalmente, appena avuta la ricevuta di conservazione elettronica delle fatture si potrà correre, se è rimasto ancora un po’ di fiato e di voglia, a festeggiare l’anno nuovo.

E così si ricomincia con le scadenze del 2016!

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Dott. Emilio Tasca Commercialista E Revisore Contabile - Vittoria (RG)

Dott. Emilio Tasca Commercialista E Revisore Contabile

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Via Giacomo Matteotti 292

97019 - Vittoria (RG)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Siamo pronti al rilascio della firma digitale

Sempre più spesso c'è bisogno della propria firma digitale per far fronte alle tante novità legislative. Ma può essere anche un vantaggio.

Continua

IMU e TASI sulle case date ai figli. Buone nuove

La commissione bilancio corregge la norma sull'esenzione in caso di abitazioni concesse in comodato d'uso ai figli. Ma la riduce al 50%!

Continua

Niente IMU e TASI sulle case date ai figli? Forse

Il governo dice che dal 2016 non si pagherà IMU e TASI sulle abitazioni date in uso gratuito fra padre e figli. Ma è vero? Vediamo la norma prevista...

Continua