Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

La responsabilità del medico

La responsabilità del medico è contrattuale o extracontrattuale?

La responsabilità del medico - La responsabilità del medico è contrattuale o extracontrattuale?

Con la sentenza n. 2283/2016, pubblicata il 23/02/2016, il Tribunale di Milano ha ribadito il recente orientamento seguito dalla prima sezione di tale Tribunale relativamente alla natura della responsabilità medica

Nella specie una ragazza, dopo numerose visite specialistiche, si era recata presso un istituto di cura al fine di essere sottoposta ad un intervento di correzione per una asimmmetria dentale con linea interincisiva deviata; purtroppo però tale intervento non sortiva gli esiti sperati ed anzi le cagionava un danno costringendola ad eseguire numerose operazioni al fine di emendare le conseguenze lesive riportate. 

Per tale ragione la medesima adiva inizialmente l'autorità giudiziaria con un ricorso per accertamento tecnico preventivo in funzione conciliativa in seguito al quale la consulenza d'ufficio medico legale accertava l'esistenza di una responsabilità medica del professionista che l'aveva sottoposta ad intervento presso l'Istituto di cura. 

Non riuscendo a trovare una soluzione transattiva, anche alla luce delle numerose spese successivamente affrontate per poter emendare i danni cagionati da tale intervento, la paziente adiva il Tribunale di Milano per chiedere di dichiarare la responsabilità tanto dell'azienda ospedaliera quanto dello specialista che aveva effettuato l'operazione chirurgica domandando il risarcimento dei danni patiti sia a livello non patrimoniale che patrimoniale. 

Orbene il Giudice della prima sezione del Tribunale di Milano, richiamando l’art. 3 comma 1 della legge 189/2012 (cd. Decreto Balduzzi) afferma – seguendo il ragionamento contenuto nella sentenza n. 9693/2014 e in quella 84417/2010 della medesima sezione - che con tale disposizione normativa il legislatore ha inteso restringere e limitare la responsabilità (anche) risarcitoria derivante dall’esercizio delle professioni sanitarie per contenere la spesa sanitaria e che, pertanto, tale norma è da interpretare nel senso di ricondurre la responsabilità risarcitoria del medico (al pari di quella degli altri esercenti professioni sanitarie) nell’alveo della responsabilità da fatto illecito di cui all'art. 2043 c.c. 

Sulla scorta di tale interpretazione secondo il Giudicante, nella sentenza in esame, qualora un soggetto “agisce anche nei confronti del medico, senza allegare l’esistenza di un contratto d’opera professionale con lo stesso concluso, deve ritenersi che il rapporto che si instaura con la struttura sanitaria sia contrattuale, in virtù del consolidato richiamo al contratto di spedalità derivante dal contatto sociale, mentre il rapporto con il professionista sia di natura extracontrattuale.” 

Tale orientamento è stato condiviso anche da altri Tribunali ma è tutt'altro che pacifico all'interno della giurisprudenza di merito tanto che lo stesso Tribunale di Milano, in un’altra sezione, interpreta diversamente la norma affermando che: “la responsabilitÓ del medico ospedaliero – anche dopo l’entrata in vigore dell’articolo 3 Legge n. 189/12 – è da qualificarsi come contrattuale. (..) D’altra parte, la presunzione di consapevolezza che si vuole assista l’azione del Legislatore impone di ritenere che esso, ove avesse effettivamente inteso ricondurre una volta per tutte la responsabilità del medico ospedaliero (e figure affini) sotto il solo regime della responsabilità extracontrattuale escludendo così l’applicabilità della disciplina di cui all’articolo 1218 del codice civile e così cancellando lustri di elaborazione giurisprudenziale, avrebbe certamente impiegato proposizione univoca anziché il breve inciso in commento” (così Tribunale di Milano, Sezione V, n. 13574/2013). 

Non solo. La giurisprudenza di legittimità pare non condividere l'interpretazione offerta dalla sentenza in commento in quanto sostiene chiaramente che “l’articolo 3, comma 1, della Legge n. 189 del 2012, là dove omette di precisare in che termini si riferisca all’esercente la professione sanitaria e concerne nel suo primo inciso la responsabilità penale, comporta che la norma dell’inciso successivo, quando dice che resta comunque fermo l’obbligo di cui all’articolo 2043 c.c., poiché in lege aquilia et levissima culpa venit, vuole solo significare che il legislatore si è soltanto preoccupato di escludere l’irrilevanza della colpa lieve in ambito di responsabilità extracontrattuale, ma non ha inteso prendere alcuna posizione sulla qualificazione della responsabilità medica necessariamente come responsabilità di quella natura. La norma, dunque, non induce il superamento dell’orientamento tradizionale sulla responsabilità da contatto e sulle sue implicazioni” (Cassazione Civile, Sezione VI, ordinanza n. 8940/2014). 

In conclusione appare evidente che il Decreto Balduzzi invece di semplificare la materia ha creato un certo caos a livello interpretativo anche se la Suprema Corte ritiene che tale intervento normativo in realtà ha realizzato un fenomeno di parziale abolitio criminis con riferimento alle condotte del medico in ambito penale senza però incidere sulla natura della responsabilità civile in quanto, ove venga arrecato un pregiudizio al paziente, a prescindere dal difetto di diligenza in cui incorre, risponde per i danni cagionati in seguito alla sua condotta.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto di famiglia

Studio Legale Avvocato Samantha Battiston - Magenta (MI)

Studio Legale Avvocato Samantha Battiston

Avvocati / Civile

Via Dello Stadio 68

20013 - Magenta (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Il valore del punto nel danno differenziale

Breve commento alla sentenza della Corte d'Appello di Milano n. 1402 del 11/04/2016

Continua

Aggressione del lavoratore: infortunio in itinere?

Escluso l'infortunio in itinere in caso di aggressione: una applicazione pratica dei principi espressi dalle SS.UU Lavoro n. 17685/2015

Continua

Si al risarcimento per colpa veterinaria

Cagnolina muore per colpa dei veterinari. Diritto al risarcimento del danno patito. Nota a sentenza n. 454/2015 Giudice di Pace Vigevano

Continua

Investimento del bambino sul ciglio della strada

Il conducente del veicolo deve prestare massima cautela se vuole evitare la responsabilità in caso di investimento. Tribunale di Milano, n. 13359/2015

Continua

Accordi di cooperazione tra Enti pubblici

Breve analisi della giurisprudenza nazionale e comunitaria sugli accordi di cooperazione tra enti pubblici

Continua

Ospedale erra la diagnosi? Paga ogni conseguenza.

Breve commento alla sentenza della Corte d'Appello di Milano n. 3420/2015

Continua

La Legge Regione Lombardia n. 31 del 05/10/2015

Misure di efficientamento dei sistemi di illuminazione esterna con finalità di risparmio energetico e di riduzione dell'inquinamento luminoso

Continua

Responsabilità medica e danni al nascituro

Gravi malformazioni al nascituro a causa di inadeguata somministrazione di terapia antibiotica durante le fasi del parto.

Continua

Leasing in costruendo e patto di stabilità

Come incide la stipulazione di un contratto di leasing in costruendo da parte di un Ente locale sul rispetto del patto di stabilità

Continua