Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Geometri

Deliberazione Regione Lazio 9 febbraio 2016, n. 36

Indirizzi e direttive per l`applicazione del “Piano Casa” (Parte Prima)

Deliberazione Regione Lazio 9 febbraio 2016, n. 36 - Indirizzi e direttive per l`applicazione del “Piano Casa” (Parte Prima)

Con Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 13 del 16/02/2016, è stata pubblicata una nuova deliberazione della regione Lazio che indica nuove direttive per l'applicazione del Piano Casa, in questo primo articolo Parleremo dell'Articolo 4 di tale delibera, che spiega il criterio di Conversione superfice/volume e definizione dei parametri edilizi per l’attuazione degli interventi del Piano Casa stesso. 

L’articolo 2, comma 5 della legge, nel testo modificato dalla l.r. 10/2014, impone di utilizzare i parametri 

urbanistico-edilizi posti alla base del titolo abilitativo per determinare la consistenza edilizia degli edifici 

esistenti e per il calcolo della premialità consentita ai sensi degli articoli 3, 3bis, 3ter, 4 e 5 del Piano Casa 

regionale. 

 

Più precisamente, nei comuni che hanno introdotto la SUL quale parametro urbanistico edilizio posto a base del titolo abilitativo, nella determinazione del parametro edilizio rappresentativo della consistenza edilizia dello stato ante-operam e per il calcolo della relativa premialità, si devono applicare i seguenti criteri

1) Nel caso in cui il Volume costruito (Vc) rappresenti la consistenza edilizia alla base del titolo abilitativo, lo stesso viene convertito in SUL utilizzando la formula di conversione S=V/3,20 (dove S rappresenta la SUL e V il Volume costruito Vc); 

2) Nel caso in cui la Superfice lorda rappresenti la consistenza edilizia alla base del titolo abilitativo, la stessa viene convertita in SUL mediante perizia giurata o relazione asseverata di un tecnico abilitato e nel rispetto delle NTA del vigente PRG; 

3) La Superfice netta, che rappresenta la consistenza edilizia alla base dei condoni, viene convertita in SUL mediante perizia giurata o relazione asseverata di un tecnico abilitato in relazione allo stato di fatto dell’edificio; 

4) Nel caso in cui la preesistenza legittima non faccia riferimento a parametri edilizi (alcuni degli 

ampliamenti e cambi di destinazione d’uso oggetto di condono nonché edifici legittimamente realizzati in epoca in cui non era richiesto alcun titolo edilizio) la SUL viene determinata mediante perizia giurata o relazione asseverata di un tecnico abilitato in relazione allo stato di fatto dell’edificio.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Geometri

Geom. Pierluigi Burgio - Roma (RM)

Geom. Pierluigi Burgio

Geometri / Studio Tecnico

Via Archetti Di Torrenova 27

00133 - Roma (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Senza Durc i lavori non possono partire

L’irregolarità contributiva impedisce il rilascio del documento e fa scattare la sospensione del titolo abilitativo

Continua

Roma, ecco lo sportello online per l’edilizia

Si parte il 15 maggio con CIL e CILA; successivamente la piattaforma sarà estesa a tutte le altre istanze

Continua

Nuovo regolamento strutture ricettive extralberghi

Come cambia la gestione delle attività extralberghiere (Parte Terza), Bed and Breakfast (art. 9)

Continua

Nuovo regolamento strutture ricettive extralberghi

Come cambia la gestione delle attività extralberghiere (Parte Seconda), Case e appartamenti per vacanze (art. 7)

Continua

Nuovo regolamento strutture ricettive extralberghi

Come cambia la gestione delle attività extralberghiere (Parte Prima), Ostelli Per La Gioventù (art. 5)

Continua