Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza per la sicurezza sul lavoro

Dichiarazione rifiuti - MUD anno 2016

E' in scadenza il prossimo 30 aprile 2016 l`obbligo di invio telematico della dichiarazione annuale dei rifiuti gestiti nell`anno 2015

Dichiarazione rifiuti - MUD anno 2016 - E' in scadenza il prossimo 30 aprile 2016 l`obbligo di invio telematico della dichiarazione annuale dei rifiuti gestiti nell`anno 2015

L’obbligo riguarda

-          produttori iniziali di rifiuti pericolosi; 

-       produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se il produttore ha più di 10 dipendenti; 

-          imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti; 

-          soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante; 

-          commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione. 

Non vi sono modifiche rispetto alla dichiarazione presentata nel 2015, comunque si evidenziano di seguito alcune delle novità più rilevanti introdotte l’anno passato. 

Produttori di rifiuti

-         Si ricorda che il produttore dovrà: distinguere i rifiuti in giacenza a seconda che siano in attesa di essere avviati a recupero a smaltimento; 

-       indicare, nel modulo RE, i rifiuti prodotti da cantieri temporanei e mobili anche di bonifica; le istruzioni forniscono chiarimenti sulle attività per le quali è richiesto l’utilizzo del modulo RE. 

Gestori di rifiuti

-          i rifiuti in giacenza al 31/12, in quanto non ancora avviati al trattamento, vanno distinti a seconda che siano avviati al recupero o allo smaltimento. 

-       I soli operatori che producono, dalla loro attività autorizzata di recupero di rifiuti, materiali secondari ai sensi dell’articolo 184 ter del D.Lgs. 152/2006 dovranno compilare la scheda "MATERIALI SECONDARI AI SENSI DELL’ART.184-TER DEL D.LGS.N.152/2006". 

Come va compilata 

La comunicazione Rifiuti Speciali deve essere compilata tramite: 

-         software messo a disposizione da Unioncamere; 

-         altri software che, a conclusione della compilazione, generino un file organizzato secondo i tracciati record previsti dall’Allegato 4 al DPCM e messi a disposizione in questo sito. 

I soli produttori iniziali che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare la Comunicazione Rifiuti semplificata su supporto cartaceo. 

Come va trasmessa alla Camera di commercio 

La presentazione alla Camera di Commercio deve avvenire esclusivamente via telematica: ormai da due anni non è più possibile la spedizione postale o la consegna diretta del supporto magnetico. 

La trasmissione deve avvenire esclusivamente tramite il sito www.mudtelematico.it.
Per la trasmissione telematica i soggetti dichiaranti debbono essere in possesso di un dispositivo contenente un certificato di firma digitale (Smart Card o Carta nazionale dei Servizi o Business Key) valido al momento dell'invio. 

Le associazioni di categoria, i professionisti e gli studi di consulenza possono inviare telematicamente i MUD compilati per conto dei propri associati e dei propri clienti apponendo cumulativamente ad ogni invio la propria firma elettronica sulla base di espressa delega scritta dei propri associati e dei clienti (i quali restano responsabili della veridicità dei dati dichiarati) che deve essere mantenuta presso la sede delle medesime associazioni e studi. 

Diritto di Segreteria 

Il diritto di segreteria, per la trasmissione telematica, è di 10,00 € per ogni Unità Locale dichiarante, a prescindere dal numero di Comunicazioni, e può essere versato tramite carta di credito o Telemaco Pay.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza per la sicurezza sul lavoro

Studio Safety Dottor Stefano Oddi - Frosinone (FR)

Studio Safety Dottor Stefano Oddi

Consulenti per la sicurezza sul lavoro / Sicurezza sul lavoro

V. Dei Sanniti 40

03100 - Frosinone (FR)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Sistema SISTRI, il punto della situazione

Per tutto il 2016 gli operatori dovranno rispettare sia gli obblighi di tracciamento informatici legati al SISTRI sia quelli cartacei

Continua