Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto tributario

Investimenti in Ricerca e Sviluppo: agevolazioni

Chiarimenti, modalità applicative e ambito del credito d'Imposta per attività di ricerca e Sviluppo.

Investimenti in Ricerca e Sviluppo: agevolazioni - Chiarimenti, modalità applicative e ambito del credito d'Imposta per attività di ricerca e Sviluppo.

Con la legge di stabilità per il 2015 (L.190/2014), all’art. 1, comma 35,  è stata introdotta una misura volta ad agevolare l’innovazione all’interno delle imprese attraverso la concessione di un bonus fiscale per le spese di Ricerca e Sviluppo. Tale incentivo ha durata quinquennale (2015-2019).
Nel dettaglio la norma prevede che “A tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano, nonche' dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attivita' di ricerca e sviluppo, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2019, e' attribuito un credito d'imposta nella misura del 25 per cento delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d'imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015. Il credito d'imposta di cui al comma 1 e' riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di euro 5 milioni per ciascun beneficiario, a condizione che siano sostenute spese per attivita' di ricerca e sviluppo almeno pari a euro 30.000”.

Ambito di applicazione
L’agevolazione ha natura generale, ossia fruibile a tutti i soggetti che realizzino un reddito d’impresa, il che lo rende uno strumento molto plastico, in modo tale da agevolare non un solo settore o un solo tipo di attività, ma il sistema nel suo complesso, secondo una scelta legislativa innovatrice  che mira ad agevolare ricerca ed innovazione, riconoscendogli un importante valenza sociale prima che economica. Sono ammesse al beneficio anche le imprese neo costituite, come  evidenziato dalla relazione interministeriale  intervenuta in merito (DM del 27/05/2015). Ex comma 35 dell’art. 1 L. 190/2014, il bonus sarà utilizzabile anche dalle imprese a contabilità semplificata e dalle giovani imprese che beneficiano dell’applicazione di regimi forfettari. Con questa norma si vogliono agevolare le imprese più giovani, spesso costituite sotto forma di StartUp Innovative.

Attività agevolabili
Ex art. 1, comma 35, punti 4 e 5, L. 190/2014, sono attività agevolabili:
a) lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalita' l'acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili; 
b) ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento degli esistenti; 
c) acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacita' esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale aventi utilizzo industriale o commerciale; 
d) produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non siano impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalita' commerciali. 
Non si considerano attivita' di ricerca e sviluppo le modifiche ordinarie o periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti.
Stante quanto affermato dal decreto interministeriale del 27/05/2015, tali attività di ricerca e sviluppo “costituiscono e identificano le fasi, per così dire, propedeutiche al più ampio processo di innovazione; il processo cioè attraverso il quale le imprese realizzano l’introduzione di nuovi prodotti o nuovi servizi.
Gli investimenti possono essere svolti sia attraverso l’effettuazione diretta delle attività di R&S sia attraverso l’affidamento a qualificati soggetti esterni. In particolare, a fini antielusivi, è stato riconosciuto un beneficio fiscale maggiore, con una maggiorazione dal 25% al 50% del credito d’imposta, per chi esternalizza le attività di R&S. La ricerca in outsourcing potrà essere svolta sia in Italia sia all’estero.

Modalità di applicazione del beneficio
La norma ha stabilito che la concessione del credito d’imposta non è subordinata ad alcuna valutazione preventiva dei progetti d’investimento dell’impresa, rientrando nelle c.d. agevolazioni fiscali automatiche. Nessuna istanza deve , pertanto, essere presentata dal contribuente. Il diritto al credito d’imposta maturerà con l’effettuazione concreta degli investimenti, mentre l’impresa ne usufruirà a partire dal periodo d’imposta successivo. Gli obblighi dichiarativi non hanno una funzione costitutiva ma semplicemente dichiarativa. A livello contabile tali investimenti non devono necessariamente essere contabilizzati alla voce delle immobilizzazioni immateriali.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitā circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirā all'Autoritā Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore č esperto in
Diritto tributario

Studio Legale Scavo & Associati - Bari (BA)

Studio Legale Scavo & Associati

Avvocati / Civile

Via Martin Luther King 21

70124 - Bari (BA)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Come ottenere il risarcimento per insidia stradale

Il manto stradale era maltenuto e presentava buche? Ecco una guida rapida su come ottenere un risarcimento derivante da un danno da insidia stradale

Continua

La Stabile Organizzazione in Italia

Breve commento sulla definizione di stabile organizzazione alla luce delle recenti normative Italiane e Comunitarie

Continua

Che tipo di società scegliere in fase di startup?

Quale forma giuridica adottare per la propria impresa? Differenza tra ditta individuale, società di persone, SRL ed SRLS

Continua

Registrazione Software e i Vantaggi per l'Impresa

Come fare per registrare un software? Come Attrarre investitori? Quali sono i vantaggi economici, fiscali e giuridici per l'impresa?

Continua

Anatocismo: Sent. Cass. N. 17150 del 17/08/2016

Nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati con riguardo ad un contratto di apertura di credito

Continua

Costituire una start-up

Ecco i passi da intraprendere e una guida ai finanziamenti!

Continua

Rottamazione delle cartelle e cartelle pazze

Ecco quando non conviene rottamare

Continua

L'acquisto di immobili alle aste giudiziarie

Ecco quali sono i vantaggi e i possibili rischi da cui tutelarsi

Continua

I contratti di Rete

I Contratti di Rete: un utile strumento per accrescere la produttività della tua azienda senza dover necessariamente effettuare corposi investimenti

Continua

Studi settore: obbligo di motivazione rafforzata

E' illegittimo l'accertamento, basato su Studi di settore, che non tenga conto di quanto affermato dal contribuente in sede di contraddittorio

Continua

IRI: Cosa cambia per le Imprese

La nuova imposta proporzionale (24%) per le imprese individuali e le società di persone: domande e risposte

Continua

Ipoteca Eccessiva? La Banca deve risarcire!

Se la Banca iscrive ipoteca per un valore eccessivo, secondo la Cassazione il comportamento è illegittimo e deve risarcire il danno. C.Cass. 6533/16

Continua

Cambiamenti nei contratti bancari

Nel caso in cui la Banca modifichi in peius le condizioni di un contratto, deve, a pena di nullità, pattuirlo con il cliente in maniera esplicita

Continua

Come costituire una StartUp: i passi da fare

Guida pratica alle scelte da compiere nel momento di ideazione e costituzione di una StartUp

Continua

Mantenimento figli: come si dividono le spese

Come si dividono le spese di mantenimento dei figli tra coniugi: le spese ordinarie e straordinarie

Continua

Rimborso Azioni Banche Popolari

Nuove interpretazioni che riconoscono il diritto del cliente a vedersi rimborsate le azioni nel momento in cui egli lo richiede

Continua

Buste paga inferiori al lavoro svolto

Cosa succede quando una busta paga è inferiore al lavoro effettivamente prestato?

Continua