Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto tributario

Cartelle esattoriali: maggiorazioni illegittime

Sono illegittime le maggiorazioni inserite, a titolo di mora e/o interessi, da Equitalia nelle cartelle esattoriali

Cartelle esattoriali: maggiorazioni illegittime - Sono illegittime le maggiorazioni inserite, a titolo di mora e/o interessi, da Equitalia nelle cartelle esattoriali

Chiunque abbia ricevuto, per il mancato pagamento di una sanzione amministrativa (anche detta "multa") per violazione al Codice della Strada, una cartella esattoriale da parte dell'Agente di riscossione (che nella maggior parte del territorio italiano è il Gruppo Equitalia) avrà sicuramente notato che l'importo richiesto a titolo di pagamento è sempre notevolmente maggiore rispetto all'importo della sanzione stradale richiesta dall'Ente che ha messo a ruolo le somme (ossia dall'Ente che ha dato mandato all'Agente di riscossione di recuperare le presunte somme dovute dal cittadino contribuente). 

 

Tale importo è il frutto anche, ed in alcuni casi sopratutto, di quelle che vengono chiamate maggiorazioni, ossia di tutte quelle somme che l'Agente di riscossione inserisce nella cartella esattoriale, richiedendone quindi il pagamento al cittadino contribunete, a titolo di interessi, spese, maggioranzioni e percentuali. 

 

La richiesta di tali somme è stata dichiarata illegittima dalla Suprema Corte di Cassazione, la quale ha stabilito che, tale richiesta, comporta la nullità e quindi l'annullamento (che deve essere richiesto mediante l'organo giudiziario) della cartella esattoriale. 

la Suprema Corte ha inoltre stabilito che, l'esistenza di tali maggiorazioni, è motivo a carattere assorbente per chiedere l'annullamento della cartella esattoriale ricevuta, il che comporta che l`Organo Giudiziario deve (o meglio dovrebbe) annullare l'atto impugnato a prescindere dalla fondatezza o meno della pretesa dell'Ente ed a prescindere dall'esistenza o meno di altri motivi di impugnazione. 

 

Tale decisione della Suprema Corte di Cassazione, presa con sentenza n. 3701/2007, purtroppo negli anni spesso disattesa da diversi Giudici di Pace, è stata nuovamente confermata dai Giudici di merito del distretto della Corte d'Appello di Roma, i quali hanno ribadito che è illegittima l'applicazione degli aumenti semestrali del 10% alle sanzioni stradali. 

Su tutte si indica una recentissima sentenza (del 17/04/2016) del Giudice di Pace di Tivoli 

(per il testo integrale - senza gli elementi distintivi delle parti) contattare in privato lo studio.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Diritto tributario

Studio Legale Avv. Antonio Mancini - Monterotondo (RM)

Studio Legale Avv. Antonio Mancini

Avvocati / Civile

Viale Vincenzo Federici 29

00015 - Monterotondo (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Liquidazione dei compensi in appello

Compensazione illegittima da parte del Giudice d'appello dei compensi nei due gradi di giudizio per soccombenza reciproca

Continua

Il permesso invalidi ha valore in tutta Italia

Il permesso rilasciato da un Comune per i portatori di handicap ha validità su tutto il territorio nazionale senza necessità di alcun adempimento

Continua

Sanzione amministrativa a seguito di sinistro

La sanzione amministrativa elevata dal pubblico ufficiale a seguito di sinistro stradale è nulla se l'agente accertatore non ha assistito al fatto

Continua

Nullità della delibera condominiale

Ribadita nuovamente la necessità del termine libero di 5 giorni antecedente la convocazione

Continua

Condominio "Parziale"

Per configurare il c.d. "Condominio Parziale" è necessario dare la prova di quali sono i servizi utilizzati effettivamente solo da alcuni condomini

Continua