Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto immobiliare

Novità nella formula dell’atto di pignoramento

Il decreto n. 59/2016 apporta novità nella formula dell’avvertimento contenuto nell’atto di pignoramento di cui all'art. 492 c.p.c.

Novità nella formula dell’atto di pignoramento - Il decreto n. 59/2016 apporta novità nella formula dell’avvertimento contenuto nell’atto di pignoramento di cui all'art. 492 c.p.c.

E’ in vigore dall’altro ieri il decreto legge n. 59/2016, Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali nonché a favore degli investitori in banche in liquidazione, il c.d. decreto banche, che apporta novità anche in materia di processo esecutivo. 

Il decreto contiene diverse modifiche al codice di procedura civile tra le quali merita attenzione la novità apportata all’art. 492 c.p.c. sulla forma del pignoramento

L’art. 4 del c.d. decreto banche, infatti, prevede che al terzo comma dell’art. 492 c.p.c. è aggiunto il seguente periodo: “Il pignoramento deve contenere l’avvertimento che, a norma dell’art. 615, secondo comma, terzo periodo, l’ opposizione è inammissibile se è proposta dopo che è stata disposta la vendita o l’assegnazione a norma degli artt. 530, 552 e 569”. 

La modifica del contenuto dell’atto di pignoramento discende direttamente dalla novella dell’art. 615 c.p.c., relativo alla forma dell’opposizione, che nella sua nuova formula prevede che nell’esecuzione per espropriazione l’opposizione è inammissibile se è proposta dopo che è stata disposta la vendita o l’assegnazione del bene pignorato. 

Resta, tuttavia, la possibilità di proporre opposizione oltre i termini indicati quando l’opposizione “sia fondata su fatti sopravvenuti ovvero l’opponente dimostri di non aver potuto proporla tempestivamente per causa a lui non imputabile” come proseguono il nuovo articolo 615 c.p.c. ed il suddetto art. 4 del decreto banche. 

 

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 03/05/2016 ed è entrato in vigore il giorno successivo anche se, trattandosi di decreto legge, bisognerà attendere che superi l’esame del Parlamento.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto immobiliare

Avv. Maria Ximena Cassanello - Roma (RM)

Avv. Maria Ximena Cassanello

Avvocati / Civile

Via Barnaba Tortolini 5

00197 - Roma (RM)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo