Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Responsabilità civile

Responsabilità da cose in custodia e danni

Responsabilità da cose in custodia e diritto al risarcimento da parte dei danneggiati: quando si può ottenere il risarcimento

Responsabilità da cose in custodia e danni - Responsabilità da cose in custodia e diritto al risarcimento da parte dei danneggiati: quando si può ottenere il risarcimento

La responsabilità per i danni da cose in custodia è disciplinata dall'art. 2051 cod. civ. ed è posta tra i casi di responsabilità extra contrattuale da fatto illecito, quindi nei casi in cui la responsabiltià sorge da un mero fatto e non nella vigenza di un contratto tra le parti. 

 

Il custode è colui che ha signoria sulla cosa da cui deriva il danno; la "res" è nella sua disponibilità e quindi il primo ha l'obbligo di intervenire per evitare i pregiudizi a carico dei terzi. Preupposto pertanto di tale disposizione normativa è che il custode sia nella possibilità di intervenire e non lo faccia

 

La responsabilità per danni da cose in custodia è considerata un caso di responsabilità oggettiva, e cioè prescinde dalla colpa del custode. Deve però sussistere una relazione di disponibilità con la cosa che consenta al soggetto  la possibilità di evitare il danno. 

 

Caso tipico di responsabilità ex art. 2051 cod. civ. è la responsabiltà della pubblica amministrazione per danni derivante da una cattiva manutenzione del fondo stradale: in questo caso la p.a. risponde se la strada è così estesa da consentire un possibile intervento atto a evitare il danno. 

Il danno deve poi derivare dalla "res" e non da un fattore terzo che si è inserito nel rapporto di causalità: l'unica possibilità per il custode di non rispondere è il caso fortuito, vale a dire un fatto estraneo al rapporto di causalità che spezza il nesso tra la cosa e il danno. 

Per la giurisprudenza è considerato caso fortuito anche la colpa del danneggiato così come un fattore estraneo e imprevedibile che intervenga nella sequenza dei fatti.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Responsabilità civile

Avv. Filippo Barosio - Savona (SV)

Avv. Filippo Barosio

Avvocati / Civile

Via Giuseppe Brignoni, 3 Int.4

17100 - Savona (SV)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo