Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Analisi del concetto di “PIACERE”

Sigmund Freud contrappone il principio del piacere al principio di realtà, considerandoli due poli opposti nella regolazione del nostro agire

Analisi del concetto di “PIACERE” - Sigmund Freud contrappone il principio del piacere al principio di realtà, considerandoli due poli opposti nella regolazione del nostro agire

Quando si parla di “piacere” le persone pensano immediatamente al piacere sessuale, mentre il concetto di PIACERE è molto articolato e la prima analisi di questo concetto la dobbiamo a Sigmund Freud, che contrappone il principio del piacere al principio di realtà, considerandoli due poli opposti nella regolazione del nostro agire. 

 

In quest’ottica, vale la pena di sottolineare che il filosofo Epicuro distingue in: 

 

Cinetico 

Catastematico 

 

Il piacere Cinetico è legato al consumo e alla stimolazione: il sesso, il mangiare, divorare stimoli (ai tempi nostri ad esempio attaccandosi agli schermi di ogni tipo, televisione, internet, social). Il piacere cinetico dà origine spesso alle dipendenze, che ci servono a generare neurormoni di piacere per contrastare il dolore accumulato nel fondo della nostra anima. 

 

Il piacere Catastematico invece è un piacere puro, che non deriva da nessun consumo o stimolazione. È legato alla presenza e alla contemplazione. Ad esempio il percepire la piacevolezza dell’esistere, dello stare in compagnia, dell’amore. È molto simile al piacere del guardare le stelle la notte o contemplare un tramonto o ancora starsene come un gatto a fare le fusa senza un motivo preciso. In altre parole, è un piacere profondo per la vita e l’entusiasmo per l’esistenza. 

 

Vi sono persone che conoscono esclusivamente il primo e, proprio per non sentire il vuoto dell’esistenza, intensificano le attività di questo tipo in maniera a volte compulsiva; queste persone corrono costantemente perché fermarsi significa soffrire. 

 

Al piacere di tipo catastematico si arriva dopo un percorso su se stessi, anche se, per genetica, educazione, esperienze precoci, alcune persone posseggono fin da bambini la disposizione a gustare la vita con questa modalità. 

 

Molti pazienti, coloro la cui scontentezza di fondo arriva alla consapevolezza,  mi chiedono se il piacere per la vita si può apprendere. E io rispondo: “Dipende…” 

 

Dipende da quanto si è capaci di fermarsi ogni tanto, per guardarsi intorno, per guardarsi dentro, per guardare oltre se stessi e il proprio narcisisismo.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Dr.ssa Daniela Benvenuti Psicologia Clinica E Forense - Padova (PD)

Dr.ssa Daniela Benvenuti Psicologia Clinica e Forense

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Sulpicia 1

35126 - Padova (PD)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Dipendenza vs. indipendenza nel legame di coppia

Due concetti troppo spesso equivocati

Continua

"L'enzima responsabile degli effetti dello stress"

Un interessante studio dell’Università Statale di Milano identifica l`enzima in grado di convertire gli stimoli stressanti in un comportamento ansioso

Continua

“Il sentimento dell`accettazione”

Accettare ciò che ci accade può contribuire a semplificarci la vita

Continua

“Superare il lutto e la perdita”

Anatomia di un percorso doloroso ma necessario

Continua

“Annoiarsi fa bene?”

Una lettura diversa di uno stato indesiderato

Continua

“Memoria e attività fisica”

Gli incredibili risultati di alcune ricerche

Continua

“Apprendere a comunicare assertivamente”

Perché può cambiare la qualità della nostra vita

Continua

“La figura dello psicologo di base”

Perché è auspicabile introdurre questa figura nel sistema sanitario nazionale

Continua

"Essere narcisisti oggi"

Cosa significa essere narcisisti in una società molto individualista quale la nostra?

Continua

"AMARE SE STESSI "

Raramente le persone sono contente di come sono realmente. Perché?

Continua

"Il mobbing in Italia: stato dell'arte"

Il fenomeno mobbing è in crescita, eppure l'Italia è l'unico Paese dell'UE in cui non esista normativa al riguardo. E allora?

Continua