Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

Riparazioni dal meccanico: quando non pagare?

Nel caso in cui, anche a seguito di riparazioni, la vettura continui a presentare problemi, niente sarà dovuto al meccanico per l'opera svolta.

Riparazioni dal meccanico: quando non pagare? - Nel caso in cui, anche a seguito di riparazioni, la vettura continui a presentare problemi, niente sarà dovuto al meccanico per l'opera svolta.

Con sentenza n. 1392 del 12.05.2016, il Giudice di Pace di Firenze, accogliendo un'opposizione a decreto ingiuntivo ha stabilito che, se nonostante la sostituzione di pezzi di ricambio e vari tentativi di riparazione dell'auto, la vettura continua a presentare problemi (gli stessi o ulteriori) niente sarà dovuto al meccanico per la prestazione svolta.  

 

Il Giudice, inoltre, ha anche condannato il titolare dell'officina a risarcire il cliente per il danno subìto, consistito nel fermo della vettura per molto tempo e nelle spese per la riparazione presso altra officina. 

 

La fattispecie, infatti, è inquadrabile nella normativa del contratto d'opera (art. 2224 c.c.), secondo cui la prestazione deve essere eseguita a regola d'arte. Nessun rilievo, infatti, può avere la giustificazione del titolare dell'officina, per cui prima ha proceduto alla sostituzione del motore e solo dopo ha consigliato quella della turbina, in quanto il prestatore d'opera deve eseguire l'opus a regola d'arte, ma deve anche compiere tutte quelle attività ed opere che secondo il principio di buona fede e diligenza, ex art. 1176 c.c., sono funzionali al raggiungimento del risultato

 

Pertanto, se il contratto d'opera ha ad oggetto la riparazione di una macchina non funzionante, il prestatore è tenuto ad effettuare tutti quegli interventi imposti dalle conoscenze e capacità tecniche, al fine di renderla funzionante non in modo precario; non può neanche valere a limitare l'oggetto delle sue prestazioni la richiesta del committente di voler risparmiare.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
5 Commenti

Luisa De Sarno

25/07/2016 19:39

L'articolo è molto utile e chiaro in tutte le sue parti anche da chi come me non è esperta in materia. Io sto vivendo una situazione simile, solo che, dopo avermi inviato un preventivo alquanto oneroso, ho avvisato il mio avvocato, il quale ha inviato una lettera nella quale si invita a risarsire il danno, ma loro non si sono fatti più sentire e trattengono l'auto!

Rispondi

Avv. Smeralda Cappetti

25/07/2016 19:51

Gentile signora de Sarno,
l'officina non può trattenere l'auto poiché tale condotta configura un reato. Può far inviare una diffida a restituire la vettura entro un termine breve, con relativa richiesta di risarcimento danni, vista l'impossibilità di utilizzare la vettura.

In risposta al commento di Luisa De Sarno

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Graziella Pani

03/03/2017 10:24

buongiorno avvocato, ho portato la macchina dal carrozziere di fiducia che ha provveduto a riparare la macchina a seguito di un grave incidente , senza feriti, il costo della riparazione e 3950 euro , feci la cessione del credito verso la carrozzeria, nel frattempo , ho ripreso la mia macchina una c1 , ma i dispositivi di airbeg , non funzionano , e la macchina e storta di un centimetro, nel frattempo mi e arrivato l assegno dalla mia compagnia di assicurazione , per la copertura del danno di 3950, con assegno non trasferibile a mio nome.. il guesito e , COME MI DEVO COMPORTARE CON LA CARROZZERIA , Dato che la macchina cosi come e, Non passa la revisione ad il 27 marzo 2017 . Grazie per la sua illuminante risposta

Rispondi

Avv. Smeralda Cappetti

03/03/2017 12:13

Gentile Signora Pani,
il proprietario del veicolo può cedere al carrozziere, a pagamento delle riparazioni effettuate o da effettuare, il proprio credito verso la compagnia di assicurazione. Nel Suo caso, quindi, Lei ha l'obbligo di versare alla carrozzeria quanto liquidato dalla propria assicurazione. Tuttavia, nel caso in cui la vettura continui a presentare problemi Lei avrà diritto alle ulteriori riparazioni che si rendano necessarie e che dovranno essere effettuate gratuitamente dalla carrozzeria. Solo nel caso in cui, dopo ripetuti tentativi, il problema non si risolvesse Lei potrà chiedere al meccanico o la riduzione della spesa o addirittura pretendere che niente sia dovuto.
Le consiglio di formalizzare per iscritto la persistenza di difetti alla vettura, invitando il meccanico ad eseguire le riparazioni necessarie.
Cordiali saluti

In risposta al commento di Graziella Pani

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Nazzaro Marelli

06/06/2017 22:30

Porto la moto dal meccanico per la sostituzione di vari pezzi dato che mi avevano tamponato. L'assicurazione liquida il danno al 100% senza materiali di usura .
La moto è nuova. Mi vengono accreditati 1800 Ç. Dopo 2 mesi mi recò dal meccanico dopo vari solleciti . Il meccanico non avendo il pos non sono riuscito a pagare ma mi da ugualmente moto e fattura . Arrivato a casa noto che le luci posteriori e anteriori non andavano .do una controllata e vedo i fili tranciati sotto al parafango posteriore. verifico fattura e pezzi sostituiti e noto che in fattura c'erano molti pezzi nemmeno sostituiti riparati alla meglio ancora segnati molti erano di fantasia solo per gonfiare la fattura alcuni pezzi non sono neanche stati verniciati.
Ecc. Ecc.
Telefono al meccanico titolare e inizia a incolpare il ragazzo .
Ma non ha nessun ragazzo che lavora con lui a parte la segretaria.
Io vorrei pagarli solo i pezzi sostituiti e una parte di manodopera.
Voi cosa mi consigliate.
Grazie del vostro sevizio.
Distinti saluti nazzaro marelli

Rispondi

In risposta al commento di Nazzaro Marelli

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Luca Bonfadini

22/06/2017 19:25

buonasera avvocato
a novembre 2016 ho acquistato una vettura usata del 2004 da un concessionario di verona
dopo circa 3 settimane a dicembre 2016 la vettura incomincia a tremare tutta , la riporto alla concessionaria e loro mi dicono che sapevano del problema ma che pensavano che con la sostituzione dei dischi era andato a posto.
mi ricambiano i dischi e dopo circa una settimana me l'ha ridanno.
a fine dicembre si ripresenta il problema sempre la macchina che trema quando si va in frenata.
richiano il concessionario che mi dice di portargliela dopo le festivita' .
dopo le festivita' metà giugno riporto la vettura al concessionario il quale la porta presso una autofficina di propria fiducia in verona. dove vengo a sapere dal concessionario che erano stati montati due dischi sinistri e non uno destro e uno sinistro.
mi ridanno la vettura a fine giugno 2016.
a fine febbraio 2016 la vettura si ripresenta il problema che in frenata trema .
riporto la vettura al concessionario che la riporta alla stessa officina .
riprendo la vettura alla fine di marzo quasi un mese dopo .
dopo circa tre settimane punto e a capo il problema si ripresenta un altra volta.
adesso il concessionario non vuole piu'occuparsene .
il meccanico neanche
l'ho portata in un altra offficina dove mi hanno riscontratto un danno all'avantreno quasi 2000 euro.
gentilissimo avvocato .. che devo fare .. come mi devo comportare con questi signori.
se può farmi sapere qualcosa
la rinrazio
distinti saluti

Rispondi

Smeralda Cappetti

25/06/2017 22:08

Gentilissimo,
La sua vettura è ancora in garanzia. Poiché, tra l'altro, il difetto si è presentato entro 6 mesi dall'acquisto, si presume per legge già esistente al momento dell'acquisto stesso e come tale lei non ha l'onere di provare alcunché.
Il concessionario e il meccanico non possono lavarsene le mani.
Si faccia valere con una lettera di messa in mora inviandola sia al concessionario che al meccanico, chiedendo la riparazione gratuita ed il risarcimento di eventuali danni.
Cordiali saluti,
Avv. Smeralda Cappetti

In risposta al commento di Luca Bonfadini

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

Andrea Franzini

26/07/2017 17:37

Buongiorno avvocato, avrei un quesito da porle:
nella mia vettura, circa 3 mesi fa, all'accensione si è presentato un rumore molto fastidioso simile ad un trapano.
Al che, preoccupato, mi sono recato dal mio meccanico di fiducia, il quale con sicurezza mi ha sostituito Catena e tendicatena del motore. Per 10 giorni l'auto è andata bene, poi il problema si è ripresentato.Sono tornato da lui, il quale mi ha sostituito la pompa del carburante (1° tentativo ma il rumore si è ripresentato), mi ha fatto fare l'aggiornamento software delle centraline (2° tentativo ma il rumore si è ripresentato), mi ha ingrassato il motorino d'avviamento (3° tentativo ma il rumore si è ripresentato) ed infine il variatore di fase (ho ritirato oggi l'auto).
Nel caso che quest'ultimo intervento fosse quello risolutivo, devo pagare tutti i vari tentativi fatti dal meccanico?
La ringrazio per la disponibilità

Rispondi

In risposta al commento di Andrea Franzini

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta
Annulla

L'autore Ŕ esperto in
Diritto di famiglia

Avvocato Smeralda Cappetti - Firenze (FI)

Avvocato Smeralda Cappetti

Avvocati / Civile

Via Di Novoli 97/d

50144 - Firenze (FI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Mantenimento diretto: quando è possibile ottenerlo

Quando è possibile chiedere l'applicazione del mantenimento diretto per i figli al posto del versamento di un assegno mensile di mantenimento

Continua

La retribuzione del socio accomandante

Lavoro subordinato e socio accomandante

Continua

I diritti della lavoratrice madre

I principali diritti della lavoratrice madre riguardo il licenziamento, le dimissioni ed il congedo di maternità

Continua

Nuovo codice del consumo. Facciamo il punto

Contratti al telefono. Conferma scritta o no? Locali commerciali o no? Beni personalizzati e diritto di recesso

Continua

Acquisto di immobile all'asta

Acquisto di immobile all'asta: cosa fare in caso di vizi?

Continua

L'anticipazione del rifiuto a svolgere le mansioni

L'anticipazione di un rifiuto a svolgere le mansioni non può essere considerata un attuale diniego

Continua

Mancato rispetto del giudizio di idoneità del lavoratore

Cosa succede nel caso il datore di lavoro non rispetti il giudizio di idoneità espresso dal medico competente?

Continua

Viaggiatore del Terzo Millennio. Pericoli e tutele

Cosa fare nel caso si abbia prenotato un viaggio in un Paese che diviene a rischio

Continua

Equitalia. Nullità dei provvedimenti esecutivi

Equitalia. Cassazione: nullità dei provvedimenti esecutivi e fermi amministrativi senza avviso al contribuente

Continua

Bollette energia e gas in caso di cliente moroso

Bollette energia elettrica e gas. Cosa possono (e non possono) fare i gestori quando il cliente è moroso

Continua

Danno da vacanza rovinata

Ecco cosa prevede il Codice del Turismo in caso di inadempimento dell`organizzatore

Continua