Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

Mediazione e impugnazione della delibera condominiale

Si dibatte se la comunicazione dell'istanza di mediazione sospende o interrompe il termine per impugnare le delibere delle assemblee di condomino

Mediazione e impugnazione della delibera condominiale - Si dibatte se la comunicazione dell'istanza di mediazione sospende o interrompe il termine per impugnare le delibere delle assemblee di condomino

L'art.5 del DLgs 28/2010 prevede quale condizione di procedibilità l'esperimento del tentativo di mediazione per la materia condominale

Al comma 6 prevede che dal momento della comunicazione alle altre parti, la domanda di mediazione produce sulla prescrizione gli effetti della domanda giudiziale. Dalla stessa data, la domanda di  mediazione impedisce altresì la decadenza per una sola volta, ma se il tentativo fallisce la domanda giudiziale deve essere proposta entro il medesimo termine di decadenza, decorrente dal deposito del verbale presso la segreteria dell'organismo. 

Da quanto disposto in questa nuova formulazione, pertanto, non è sufficiente in mero deposito della istanza presso un ente di mediazione (riprendendo il principio che l'impugnazione giudiziale deve avere la forma e i tempi della citazione e non del ricorso; ma a tal proposito la giurisprudenza meno restrittiva ammette anche la forma del ricorso purché depositato nei termini) nel termine di trenta giorni di cui all'art. 1137 c.c., ma occorre la comunicazione (forma libera, ma certa) alle parti chiamate. 

Sorge il problema, nel momento in cui la mediazione fallisca, circa il nuovo decorso del termine di trenta gionri per procedere giudizialemnte. 

Secondo il Tribunale di Palermo (sent, 4951 del 18/09/2015) il termine di decadenza per l'impugnazione della delibera assembleare è sospeso dalla data di comunicazione alle altre parti della domanda di mediazione. Sicché il termine riprende a decorrere per il tempo residuo dei trenta gionrni previsti dall'art. 1137 c.c.. 

Questa interpretazione appare fortemente limitativa dei diritti di difesa. Si pesi solo al caso in cui la comunicazione al condominio sia vvenuta al trentesimo giorno. Sarebbe prescritta l'azione giudiziale 

Più ragionevolemnte il Tribunale di Monza (sent. n.65 del 12/01/2016 che richiama Cass. SS.UU. n.17781/2013) reputa che, con la comunicazione di cui all'art. 5 Dlgs 28/2010, il termine decadenziale previsto dall'art. 1137 c.c. è interrotto e ricomincia a decorrere per intero con il deposito del verbale presso la segreteria dell'organismo di mediazione.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto di famiglia

Avv. Valerio Catrambone - Genova (GE)

Avv. Valerio Catrambone

Avvocati / Civile

Corso Andrea Podesta 8

16128 - Genova (GE)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Recupero crediti: nuovi strumenti di ricerca

Con l’introduzione dell’art. 492 bis c.p.c, sono offerti nuovi incisivi strumenti per la tutela del credito. Al momento vi provvede l’avvocato

Continua

Recupero canoni locazione: del giudice competente

L'intervento delle Sezioni Unite della Cassazione non riesce sempre a dirimere i conflitti giurisprudenziali

Continua