Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Inquilino moroso? Ecco cosa fare

Gli strumenti a disposizione del proprietario di un immobile locato quando l'inquilino non paga più il canone di locazione .

Inquilino moroso? Ecco cosa fare - Gli strumenti a disposizione del proprietario  di un immobile locato quando l'inquilino non paga più  il canone di locazione .

Cosa deve fare  un proprietario   di un immobile che ha affittato un appartamento se l'inquilino smette di pagare l'affitto?
E' esclusa la tutela penale, ovvero il proprietario non può denunciare l'inquilino penalmente, l'unica strada da percorrere e quello della causa civile, o il procedimento di convalida di sfratto o una causa ordinaria di occupazione senza titolo .

Quali differenze? Il procedimento  per convalida di sfratto per morosità è un procedimento snello e sommario comunque instaurato in contraddittorio tra le parti in cui il proletario deve notificare all 'inquilino l'atto di intimazione e citazione nel quale gli intima il rilascio dell'immobile per la sopravvenuta morosità.
Per poter procedere allo sfratto devono sussistere due presupposti fondamentali: che sia stato stipulato e registrato un contratto di locazione. Se il contratto non è stato registrato si dovrà procedere con un causa ordinaria di occupazione senza titolo cui si aggiungerà l'eventuale azione di esecuzione forzata.
L'inquilino una volta notificatagli l'intimazione, dovrà presentarsi all'udienza indicata nell'intimazione  e potrà: opporsi all sfratto qualora contesti la morosità, non opporsi e chiedere un termine di grazie che la legge concede per poter fare fronte al proprio debito, (tre mesi) oppure se comparando non si oppone, o non compare. Il giudice  fisserà la data dell'esecuzione. Il proprietario   potrà anche richiedere l'emanazione di un Decreto ingiuntivo per il pagamento dei canoni non pagati.
Se l'inquilino si oppone il Giudice decreterà il cosiddetto mutamento di rito, ovvero da una fase a cognizione sommaria si passa ad una fase a cognizione piena, una vera e propria causa civile, con il tentativo obbligatorio di mediazione.
Una volta ottenuta quindi l'ordinanza con la quale il Giudice convaliderà lo sfratto, il proprietario  per mezzo del suo legale dovrà  quindi dare il via alla cosiddetta fase esecutiva dello sfratto: si comincia con notificare all'inquilino ordinanza di convalida ed atto di precetto almeno 10 giorni prima della data indicata dal giudice nell'ordinanza, seguita da un atto di preavviso di rilascio dell'immobile con il quale si invita l'inquilino a lasciare per quella  data l'immobile libero da persone e cose,
Quasi mai tuttavia la fase esecutiva dello sfratto viene portata a termine con successo, ma una volta che sono stati fatti due o  tre accessi da parte dell'Ufficiale giudiziario che non hanno ottenuto lo scopo prefissato, ovvero il rilascio dell'appartamento,  l' Ufficiale giudiziario  stesso potrà richiedere l'intervento della forza pubblica, il proprietario ha tutta via il potere di sollecitare l'intervento risolutore  della forza pubblica quando dimostra che vi possa essere una situazione di sgombro particolarmente problematica sulla base di fatti lui conosciuti. L'intervento della forza pubblica è dovuto e no né soggetto a discrezionalità amministrativa.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

La morosità incolpevole nella locazione

Guida pratica su cosa fare nei casi della cosiddetta morosità incolpevole per evitare lo sfratto per morosità

Continua

Le Unioni civili: un pasticcio tutto italiano

La nuova legge sulle unioni civili se da un parte tutela i diritti delle coppie omosessuali, dall'altra non risolve appieno la discriminazione

Continua

Novità riguardo l' assegno di mantenimento

Al fine di determinare l'assegno di mantenimento dei figli anche maggiorenni ,si deve tenere conto dei debiti dei coniugi.

Continua

La mediazione trasformativa

Il lato umanistico del conflitto giuridico.Distinzione metodologica con l'intervento in mediazione diretto al problem solving.

Continua

Il sovraindebitamento dei privati, uscirne si può

La L n 3/2013 ha introdotto una procedura per facilitare il risanamento dei debiti da parte dei privati, di che cosa si tratta?

Continua

Bambini, privacy e Facebook

Ecco perché è altamente sconsigliato pubblicare foto di bambini piccoli su Facebook

Continua

La pratica collaborativa, che cosa è?

Una serie di domande e risposte per conoscere la Pratica collaborativa. Capire che esiste un altro modo per risolvere le controversie familiari.

Continua

Mantenimento dei figli: cosa dice la legge

Spese ordinarie e spese straordinarie, in mancanza di un preciso riferimento normativo la Suprema Corte tenta di fare un po' di chiarezza

Continua

Come proteggere i figli durante la separazione

Piccoli consigli su come rendere la separazione meno traumatica per i minori, una guida su come i genitori si dovrebbero comportare.

Continua

La convenzione di negoziazione nella separazione

A tre mesi dall'entrata in vigore della negoziazione assistita, le prime riflessioni sull'utilità della firma della convenzione e sul suo valore

Continua

Mediatore familiare: né avvocato né psicologo

Qual è il ruolo del mediatore familiare nel procedimento di separazione e di divorzio? Una figura professionale che ad oggi ancora non è conosciuta

Continua

La pratica collaborativa: uniti per separarsi

Il paradosso della pratica collaborativa: tutti uniti per separarsi, una procedura che minimizza l'impatto del conflitto sui figli e sulla coppia

Continua

La mediazione familiare reclama il suo spazio

La Mediazione, il migliore strumento per la risoluzione extra giudiziale delle controversie familiari, ancora una volta snobbata dal legislatore

Continua