Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psichiatrica

La gelosia pericolosa: come prevenirla e gestirla?

Valutare precocemente il partner su: rispetto, capacità di reggere la separazione, attenzione alla persona. Nel separarsi attenzione anche all'altro

La gelosia pericolosa: come prevenirla e gestirla? - Valutare precocemente il partner su: rispetto, capacità di reggere la separazione, attenzione alla persona. Nel separarsi attenzione anche all'altro

Come dunque prevenire la “gelosia pericolosa” scegliendo bene il partner e interrompendo un rapporto a rischio? 
E come gestirla quando un rapporto dura da troppo tempo ed è difficile interromperlo?  

Riguardo alla prima domanda, sull’amore girano da sempre alcune idee che sarebbe bene cominciare a cambiare perché stanno diventando troppo pericolose. E questo sforzo va concentrato anche sulle giovani generazioni, con l’educazione nella scuola, come sta facendo, ad esempio, l’Associazione “Fermati Otello!” (http://www.fermatiotello.com).  

La prima delle idee da cambiare è che l’amore può far soffrire e che ciò è inevitabile e va accettato. Uniti “nella buona e nella cattiva sorte” significava originariamente “combattere insieme” nelle difficoltà della vita, ma poi ha spesso significato legittimare la sottomissione della donna. “Quando essere innamorate significa soffrire stiamo amando troppo”. Così inizia il libro di Robin Norwood (2) di cui consiglio vivamente la lettura. Se per “cattiva sorte” si intende sopportare un compagno o marito geloso e magari violento, questa sorte non bisogna accettarla fin dall’inizio, bisogna cercare di cambiarla il più precocemente possibile. 
La seconda idea che può diventare nefasta è l’idea dell’”amore come possesso” 

“Il mio uomo”, ma soprattutto “la mia donna”, sono concetti che bisogna cominciare a cambiare. Queste espressioni nascono come un “gioco romantico”, ma siccome le parole sono pietre, e non tutti siamo in grado di distinguere tra metafora e realtà, possono diventare in alcuni casi un “gioco al massacro”. Emblematico il pensiero recentemente rimbalzato sulla cronaca nera: Se non sei “mia” non sarai “di nessun altro”... 

continua a leggere su  

http://lacuradelleemozioni.it/la-gelosia-pericolosa-come-prevenirla-e-come-gestirla-2/

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psichiatrica

Dr. Andrea Flego  Psichiatra E Psicoterapeuta - Trieste (TS)

Dr. Andrea Flego Psichiatra E Psicoterapeuta

Psicologi e Psichiatri / Psichiatri

Via Di Romagna 176

34134 - Trieste (TS)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

“Fermati OTELLO”, ovvero “dell’infedeltà amorosa”

La poligamia è comportamento antico e nella nostra società persiste come trasgressione. La società dei consumi e i social ne amplificano i problemi

Continua

Cibo, Gratificazione, Craving

Il cibo è grandemente legato al piacere. Fame e piacere del cibo sono fenomeni diversi. Mangiare sano significa anche rieducare al piacere del cibo

Continua

Amore vuol dir gelosia? Prima parte

Dall'innamoramento allo "stalking. Gelosia normale? Patologica? Meglio parlare di "gelosia pericolosa". A certe condizioni la gelosia lo è sempre.

Continua

La motivazione dei comportamenti alimentari

Il rapporto tra il cibo e la motivazione dei comportamenti alimentari implica il bisogno di gratificazione, il provare emozioni e molti altri fattori

Continua

Bullismo: tragedia in minore

Il bullismo è un fenomeno o un reato? Nasce dalla degenerazione delle dinamiche nel "gruppo dei pari" e nell'era digitale sta diventando un'emergenza

Continua

Fine anno: i bilanci delle donne

Le donne di mezza età si interrogano sulla loro vita e se il bilancio non è soddisfacente possono ricorrere a psicofarmaci e psicoterapia. Che fare?

Continua

Natale con i tuoi. Cosa fare. Trappole da evitare

Le Festività, da momento importante per l'individuo e la comunità possono trasformarsi in un momento di sofferenza. Cose da fare. Trappole da evitare

Continua

Carni rosse e lavorate: allarme o allarmismo?

Non sensazionalismo ma miglioramento di tecnologia ed educazione continua, specie delle giovani generazioni, per piaceri e tradizioni più sane nel cibo

Continua

Il malessere della coppia si può curare?

SECONDA PARTE: come prenderne cura. Lo "stato della coppia", lo "stato del sentimento", lo "stato della comunicazione". Il "dentro" e il "fuori".

Continua

Il malessere della coppia si può curare?

PRIMA PARTE: come nasce il "malessere". L'innamoramento evolve in modo diseguale, i diversi "mondi" nella coppia, l'interferenza di relazioni esterne

Continua

Psicofarmaci: prendere o lasciare?

Gli psicofarmaci in "terapia integrata" possono diminuire la sofferenza, aiutando la psicoterapia a creare emozioni e comportamenti più funzionali

Continua

Psicologia dell'alimentazione: QUANDO LA DIETA NON FUNZIONA

A volte la dieta, pur corretta sul piano nutrizionale, non funziona. Una psicoterapia centrata sul quadro emozionale riguardo al cibo può aiutare.

Continua