Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Attuari

Indennità Cessazione Agente in bilancio IAS

L'indennità di cessazione dell'agente (ISC) nel bilancio IAS va regolata secondo lo IAS37 o lo IAS19?

Indennità Cessazione Agente in bilancio IAS - L'indennità di cessazione dell'agente (ISC) nel bilancio IAS va regolata secondo lo IAS37 o lo IAS19?

L’Indennità Sostitutiva di Clientela degli agenti (art. 1751 del Codice Civile) è l'indennità che spetta ad un agente alla cessazione del rapporto se egli ha procurato nuovi clienti al preponente o abbia sensibilmente sviluppato gli affari con i clienti esistenti e il preponente riceva ancora sostanziali vantaggi derivanti dagli affari con tali clienti. 


Sotto il profilo civilistico, la società preponente (art. 2423-bis c.c.) deve rilevare annualmente la quota maturata nel rispetto dei principi di competenza e prudenza che impongono di contabilizzare in bilancio la quota di oneri per eventi che si manifesteranno in seguito, anche se solo aleatori, mentre nel bilancio va applicato lo IAS 37 anche se talvolta per uniformità al trattamento del TFR viene applicato il principio IAS19 come miglior stima dello IAS37. 


Lo IAS 37 prevede l’iscrizione in bilancio di accantonamenti per passività con scadenza e/o ammontare incerti. In particolare, il comma 5 richiede che l'ammontare sia determinato come la migliore stima dell’onere necessario per estinguere l’obbligazione attuale alla data del bilancio.
Nella stima dell’ammontare l’impresa deve tenere in considerazione rischi e incertezze e attualizzare gli accantonamenti e questi accantonamenti devono essere riesaminati a ogni data di riferimento del bilancio e rettificati per riflettere la miglior stima corrente. 


Poiché, sussistono dei  casi nei quali l’Indennità Suppletiva di Clientela non è dovuta e inoltre il diritto va esercitato entro tempi prestabiliti, non tutti gli agenti matureranno il diritto all'indennità. Pertanto, per valutare correttamente il valore attuale dell'obbligazione la società deve effettuare una stima attuariale della posta e si consiglia la consulenza di una società attuariale o di un attuario qualificato. 


Per determinare il valore secondo lo IAS37 è necessario ideare un modello attuariale di stima che analizza il modello di business della società, gli aspetti legali dei contratti e delle varie forme integrative sostitutive nel caso ad esempio di promotori finanziari e i dati storici di turnover della Rete di Agenti.

Utilizzare lo IAS19 è sbagliato per principio, perchè lo IAS19 richiede di proiettare a scadenza il valore dell'obbligazione, lo attualizza e applica il principio del pro rata temporis, mentre nel caso dell'ISC essa non va proiettata a scadenza, ma bisogna considerare solamente gli accantonamenti effettivamente maturati. 


Come nel caso della valutazione attuariale del TFR, si suggerisce di valutare l’accuratezza della metodologia, la coerenza complessiva del set di ipotesi e la qualità della documentazione allegata alla valutazione di stima consegnata dal professionista. Elemento qualificante è la presenza di analisi di sensibilità ragionevoli per il contesto economico atteso per gli anni successivi alla chiusura di bilancio. 


Si raccomanda alle società di richiedere la valutazione ad un attuario regolarmente iscritto all'Albo e di verificare l'accuratezza del processo per l'emissione della stima, così da evitare errori nella trasmissione dei dati di base.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Attuari

Dott.ssa Franca Forster - Milano (MI)

Dott.ssa Franca Forster

Attuari / Analisi aziendali, bancarie e assicurative

Corso Magenta 64

20123 - Milano (MI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'analisi dei rischi diventa strategia

Il settore assicurativo ha trasformato l'analisi dei rischi in strategia operativa. Un esempio da seguire anche per gli altri settori

Continua

Come scoprire chi sono i nostri migliori clienti?

Viviamo di relazioni, ma alcune sono più importanti di altre e vanno curate meglio

Continua

TFR - Valutazione attuariale IAS 19 e APE

Che impatti avrà la nuova APE in ambito pensionistico sul TFR?

Continua

TFR Ias 19

A chi richiedere la valutazione attuariale del TFR?

Continua

Solvency II mi aiuta a scegliere l'assicurazione

La nuova normativa Solvency II aiuta il consumatore nella scelta della Compagnia di Assicurazione

Continua

I modelli predittivi fanno guadagnare di più!

Perché i modelli predittivi vengono utilizzati anche in altri settori da quelli assicurativi dove sono nati

Continua

Perché il TFR richiede lo IAS19 nei bilanci IAS?

Differenza di valutazione del TFR trattamento di fine rapporto nel bilancio civilistico e nel bilancio IAS/IFRS

Continua