Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Fiscalità degli immobili

I chiarimenti dell'Agenzia sulla fiscalità degli immobili

Fiscalità degli immobili - I chiarimenti dell'Agenzia sulla fiscalità degli immobili

La recente CM 27/2016 ha fornito rilevanti precisazioni nell'ambito della fiscalità immobiliare in relazione a svariati argomenti che vanno dalle agevolazioni sulla "prima casa" alla rendita degli "imbullonati", passando per compravendite, locazioni, leasing abitativo e quant'altro.  

 

Tra i principali chiarimenti segnalo quanto segue: 

* contratto di locazione: il nuovo obbligo di registrazione delle locazioni in capo al locatore (L. 208/2015) non ha variato la disciplina fiscale prevista, ai fini dell'imposta di registro, dagli artt. 10 e 57 del DPR 131/86; pertanto, sono obbligati all'adempimento della registrazione e al pagamento della relativa imposta sia il locatore che il conduttore dell'immobile. Si rileva, poi, che le novità della L. 208/2015 non hanno modificato la disciplina sanzionatoria (art. 69 del DPR 131/86) da applicare in caso di omessa o tardiva registrazione del contratto di locazione. 

* proroga tacita locazione: la comunicazione della proroga tacita del contratto di locazione deve essere presentata mediante modello RLI (da inviare utilizzando i servizi telemativi dell'Agenzia - software RLI/RLI web - oppure presentandolo presso l'Agenzia delle Entrate dove è stato registrato il contratto di locazione), nel termine di 30 giorni, decorrenti dal giorno successivo la scadenza del contratto. 

* bonus prima casa: il contribuente, ove prima del decorso di 1 anno dall'acquisto della "prima casa", avvenuto (dopo il 01/01/2016) senza aver già alienato l'immobile in precedenza acquistato con il beneficio, si renda conto di non voler o poter ottemperare all'obbligo di alienazione, può inviare apposita istanza alle Entrate, comunicando il mancato assolvimento della condizione e richiedendo la riliquidazione dell'imposta e degli interessi. In tal caso, la decorrenza sarà evitata e non saranno dovute sanzioni. Invece, decorso 1 anno senza che la "vecchia" prima casa sia alienata (e senza nessuna comunicazione presentata all'Agenzia), si verifica la decadenza dell'agevolazione e sono dovute le sanzioni. Queste ultime sono dovute in misura ridotta ove si acceda al ravvedimento.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilitÓ circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirÓ all'AutoritÓ Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore Ŕ esperto in
Consulenza e assistenza fiscale e tributaria

Studio  Dott.  Giorgi Marco - Borgo San Lorenzo (FI)

Studio Dott. Giorgi Marco

Commercialisti, Ragionieri ed Esperti contabili / Commercialisti

Piazza Dante 58

50032 - Borgo San Lorenzo (FI)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Legge n. 76/2016 - art. 230 ter C.C.

Al convivente di fatto spetta una partecipazione agli utili dell'impresa e ai beni acquistati con essi e anche agli incrementi dell'azienda

Continua

Chiarimenti sulle novità fiscali della Legge di Stabilità 2016

L'Agenzia fornisce i primi chiarimenti su detrazione Irpef del 50% dell'Iva, aliquota del 4% pubblicazioni online e medici convenzionati con strutture ospedaliere

Continua