Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Il genio dell`obesità

Rischi e opportunità del mettersi a dieta. Come evitare i tragici "effetti YO-YO"?

Il genio dell`obesità - Rischi e opportunità del mettersi a dieta. Come evitare i tragici "effetti YO-YO"?

Alcuni recenti e drammatici fatti di cronaca hanno riportato alla ribalta uno dei tormentoni della Salute più ricorrenti; quello dell’obesità  e dei trattamenti legati al riassetto ponderale (Dieta). Non passa ormai giorno che non si senta o si legga di una qualche “nuova” scoperta, di un qualche “innovativo” metodo di dimagrimento propagandati come radicali, rapidi ed assolutamente indolori; il gene che controlla e decide il nostro peso, la pillola “anti-ciccia” che può permettere ogni tipo di abbuffata  senza sensi di colpa o remore di tipo psicologico, il nuovo metodo tecnologico di questo o quel Centro. Il tratto comune a tutte queste “scoperte” è quello per cui l’Obesità o il più modesto sovrappeso (vero o presunto tale) altro non sono che questioni di eccesso di volumi, di “ingombro”. Peccato che nessuno sottolinei che ogni azione puramente commerciale, come spesso tali “innovazioni” risultano essere, viva essenzialmente di un meccanismo di persuasione (chi più chi meno) mirato a suscitare un bisogno ed a edificare su questo una qualche forma di dipendenza. Una dipendenza che, se durante il trattamento può essere necessaria, più tardi si manifesta come il vero oggetto di scambio, tanto da generare il periodico e/o continuo ricorso al trattamento stesso. Una dipendenza che solitamente poi si associa a quella che si instaura rispetto a tutti gli altri strumenti “collaterali”. Non ho problemi a ritenere, infatti, che anche la passeggiata salutare, se “abusata”, diviene come il pasto “riempitivo”, lo snack fuori orario; ogni “cosa” diviene “buona” purché riempia, colmi i vuoti, annulli le inquietudini, soffochi i disagi. Questa è una delle radici profonde dell’Alimentazione che, collegata a fattori costituzionali, conduce al sovrappeso prima ed all’Obesità poi. E se su questi “stili” non si incide non c’è Dieta che non sia votata al fallimento, a scatenare l’ormai famigerato effetto “yo-yo” (o elastico). Insomma, piuttosto che cercare le radici profonde di quel disagio che annulliamo col cibo è come se abusassimo continuamente di azioni, di consigli, di tecniche, di farmaci; il grasso che ricopre così spesso le nostre facoltà emotive ed intellettuali, in fondo, non si vede e nessuno mai al mare, la prossima estate, potrà notare la nostra Obesità mentale. Perdere 10 o 20 Kg non è quindi solo “una questione di peso”; come ben sa la donna citata dalle cronache e che in preda ad un raptus ha quasi ucciso il figlio. “Era come se fosse venuta fuori un’altra…avevo odio per tutti..”. Dovrebbe essere un monito chiaro ad avvicinarsi al proprio corpo con maggiore consapevolezza. Se è vero come è vero che esiste un gene (o forse più) che “decide” del nostro peso, della forma del nostro corpo, mi sembra assolutamente pazzesco ritenere di poter modificare tali “confini” in maniera puramente tecnica ed indolore. Non può essere che ciò che la Natura stabilisce da milioni di anni per ciascun essere sia improvvisamente divenuto solo fonte di follia, di vergogna, di imbarazzo; in ogni forma corporea la Natura pone anche un “genio”, un sapiente elemento che conosce, molto meglio della nostra incosciente volontà, il punto di equilibrio, quella che definiamo la nostra “magrezza originaria”. E rispetto a ciò poco valgono, io ritengo, i diktat della TV, delle riviste alla moda o dei santoni dell’ultimo giorno. Una Dieta non può non tenere conto di una dimensione psichica che si riflette anche nella scelta dei cibi, nei ritmi di alimentazione, nei “rituali” che l’uomo, da sempre, celebra a tavola. Prima di decidere “a tavolino” quanto corpo sia in eccesso o in difetto è bene ricordarsi che ogni “genio”, come in ogni favola che si rispetti, può dispensare doni e regali come sofferenze e supplizi. 

Dott.Mario Bianchini

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo - San Benedetto del Tronto (AP)

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Augusto Murri, 26

63074 - San Benedetto del Tronto (AP)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'Ira funesta...il tallone d'Achille dell'Iperteso

Come per il figlio di Peleo e Teti, l'ipercontrollo denota una profonda diffidenza per la passività e porta a proverbiali ire ed arrabbiature

Continua

Psoriasi; il vulcano dormiente

Una delle più complesse malattie della pelle rivela, in profondità, fenditure e spaccature dell'identità. E sotto la cenere cova un incendio

Continua

Cardiopatie: l'identikit del malato di cuore

L'identikit di alcune delle più comuni malattie cardiologiche. L'Aritmia, la Tachicardia, l'Infarto. La Personalità del Cardiopatico, chi è e cosa fa

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte II)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte I)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Psicosomatica, oggi (II parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Psicosomatica, oggi (I parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Il Talento; il volto che tengo nascosto

Più che ciò che mi guida al successo, il Talento è una scintilla che mi rende unico, irripetibile. Ma la normalità uccide sempre il nostro "genio".

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (seconda parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (prima parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Alessitimia, il tempo degli analfabeti emotivi

Salute e Benessere non passano solo per l'utilizzo di farmaci e vaccini. Lo stress fa ammalare fino a che non troviamo le parole per esprimerlo

Continua

Pensa magro. Dimagrire senza dieta è possibile

Non ingrassiamo solo perché mangiamo troppo. Spesso è un problema di stress e di metabolismo lento. Dobbiamo modificare la gestione dello stress

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. V)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. IV)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. III)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. II)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. I)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte VI)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte V)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte IV)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte III)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte II)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte I)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

L'immaginario: il benessere a occhi chiusi

Spesso i disturbi psicosomatici si comprendono solo se accettiamo di contattare profonde immagini che orientano il nostro comportamento

Continua

Dieta e Psiche. Dimagrire è una questione di testa

Quanto conta l'atteggiamento mentale nel dimagrimento o nel sovrappeso? E' sufficiente attenersi a rigide diete ipocaloriche, alla moda, vegane...?

Continua