Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. I)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. I) - La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Denti sani sono un sintomo di gioventù, energia, là dove una mascella povera di denti è sintomo di senilità, di scarsa potenzialità difensiva e offensiva (A.U.Caddeo RIZA  Psicosomatica n°80, Ott 1987 <<I Denti; quando la carie annuncia il disagio psichico>> pag 30))”. 

 

Quante volte, guardandoci allo specchio per scrutare l’andamento delle cure odontoiatriche personali, abbiamo vissuto un senso di decadenza, di ineluttabile perdita di forza legata all’avanzare dell’età, oltreché di rabbia per non aver dato ascolto ai numerosi e ripetuti avvertimenti di coltivare l’igiene orale oggi provenienti da ogni parte, amici, tv, il nostro Dentista? E quante volte, scrutando il sorriso “sdentato” dei figli ne abbiamo ricavato il senso di un tempo che inesorabilmente passa sottoponendoci, tutti, alle successive prove della vita? Non è certo un caso, allora, che gli ultimi denti a spuntare vengano significativamente detti “del giudizio”. Come le ossa che una volta saldatesi le cartilagini segnano l’arresto della crescita ed il consolidamento della nostra forma  corporea definitiva, imponendoci una misura, un limite, quindi un confine oltre il quale non potremo più andare, così ogni dente che spunta segna un passo in più lungo il sentiero della crescita e della maturazione. Da queste brevi considerazioni, peraltro, non cercheremo di trarre considerazioni per lo “stress da poltrona” e la sua corretta gestione, oggetto di un prossimo articolo; piuttosto ricorderemo alcuni aspetti generali legati alla dentatura, al suo senso, alla sua funzione, alla sua “malattia” più diffusa, il processo di cariogenesi comunemente detta carie dentale. Lo faremo ponendoci alcune semplici domande cui dare risposte comprensibili. 

Cos’è il dente? Chiedigli cosa fa! 

 

Alcuni colleghi ritengono che, oltre alla definizione che ne può dare uno studioso di Anatomia o di Biologia, un Dentista od un Odontotecnico, un organo, una parte del nostro corpo od un suo apparato possano essere meglio compresi se si guarda cosa facciano realmente. Bene; allora che cosa fa un dente? Perché il dentista fa risuonare ancora l’adagio secondo cui la prima digestione avviene in bocca? E perché nasciamo senza denti quando nel regno animale questa non è certamente la regola? Che significato ha, nell’arco della nostra vita, passare dal latte  e dalla pappine ai cibi solidi e da questi ancora alle “pappine” una volta divenuti nonni? Quale “giudizio” cova nella natura che predispone questi percorsi? E noi siamo in grado di comprendere il senso di una cariogenesi improvvisa, di una gengivite dolorosa? Perché in un certo momento della vita e non in un altro? E perché a me e non ad un altro?  

Per costruire una buona barca bisogna avere nostalgia del mare; ovvero se cerchi di conoscere il dente osserva meglio il cibo 

 

Vediamo allora cos’è il dente partendo da ciò cui è destinato, la complessa trasformazione e, in seguito, assimilazione del cibo. Questo compie un lungo tragitto, prima di divenire materiale combustibile utile a sostentarci; lo dobbiamo reperire, trasformare quasi sempre per poterlo rendere un vero e proprio alimento, introdurlo nel corpo, digerirlo, assimilarlo e poi espellerlo, in una parte, mentre l’altra viene destinata ad entrare nel circolo ematico che nutre tutto il corpo, soprattutto il cervello. Qui, infine, avviene il miracolo ultimo con il quale una mela, un bel filetto, un pezzo di pane, ciò che abbiamo preso dalla natura diviene ciò che alimenta la nostra consapevolezza. Senza cibo e  soprattutto senza cibo adeguato non avremmo né la forza né la lucidità per accorgerci di ciò che ci capita, per renderci conto della vita che viviamo. Qualcosa di materiale, solido, tangibile è stato trasformato in qualcosa di molto sottile, intangibile; la nostra Coscienza. Ma dove inizia questo percorso, all’interno del nostro corpo? Già, proprio nella bocca e, da un certo momento in poi, grazie al nostro amico dente. Un organo che spezza, sminuzza, tritura, afferra, rilascia, rumina per primo quella materia grezza che dovrà servire questo alto compito di aiutarci nel renderci conto dell’essere vivi, in questo mondo, in questo tempo, in queste o quelle condizioni esistenziali.. Ma allora, visto che è così importante, perché non compare subito, alla nascita? G.I.Gurdjieff ci aiuterà a spiegarlo meglio con una storiella breve: (I Racconti di Belzebù a suo nipote-Neri Pozza

 

(CONTINUA) 

 

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo - San Benedetto del Tronto (AP)

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Augusto Murri, 26

63074 - San Benedetto del Tronto (AP)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'Ira funesta...il tallone d'Achille dell'Iperteso

Come per il figlio di Peleo e Teti, l'ipercontrollo denota una profonda diffidenza per la passività e porta a proverbiali ire ed arrabbiature

Continua

Psoriasi; il vulcano dormiente

Una delle più complesse malattie della pelle rivela, in profondità, fenditure e spaccature dell'identità. E sotto la cenere cova un incendio

Continua

Cardiopatie: l'identikit del malato di cuore

L'identikit di alcune delle più comuni malattie cardiologiche. L'Aritmia, la Tachicardia, l'Infarto. La Personalità del Cardiopatico, chi è e cosa fa

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte II)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte I)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Psicosomatica, oggi (II parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Psicosomatica, oggi (I parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Il Talento; il volto che tengo nascosto

Più che ciò che mi guida al successo, il Talento è una scintilla che mi rende unico, irripetibile. Ma la normalità uccide sempre il nostro "genio".

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (seconda parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (prima parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Alessitimia, il tempo degli analfabeti emotivi

Salute e Benessere non passano solo per l'utilizzo di farmaci e vaccini. Lo stress fa ammalare fino a che non troviamo le parole per esprimerlo

Continua

Pensa magro. Dimagrire senza dieta è possibile

Non ingrassiamo solo perché mangiamo troppo. Spesso è un problema di stress e di metabolismo lento. Dobbiamo modificare la gestione dello stress

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. V)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. IV)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. III)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. II)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte VI)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte V)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte IV)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte III)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte II)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte I)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

L'immaginario: il benessere a occhi chiusi

Spesso i disturbi psicosomatici si comprendono solo se accettiamo di contattare profonde immagini che orientano il nostro comportamento

Continua

Dieta e Psiche. Dimagrire è una questione di testa

Quanto conta l'atteggiamento mentale nel dimagrimento o nel sovrappeso? E' sufficiente attenersi a rigide diete ipocaloriche, alla moda, vegane...?

Continua

Il genio dell`obesità

Rischi e opportunità del mettersi a dieta. Come evitare i tragici "effetti YO-YO"?

Continua