Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza psicologica

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. II)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. II) - La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Il Dente, Il Cibo, La Fiaba 

Un Curdo della Transcaucasia partì un giorno dal suo villaggio per andare in città a sbrigare alcuni affari. Arrivato al mercato, vide una vetrina con frutti d’ogni genere, disposti in maniera stupenda. E in mezzo all’esposizione ne notò alcuni, dalle forme e dai colori molto attraenti; e ne fu tentato così vivamente, e con un tale desiderio di metterli sotto i denti, che decise di acquistare col poco denaro che gli rimaneva almeno uno di quei doni della Grande Natura…Trovando il prezzo non eccessivo per quei frutti meravigliosi, il nostro Curdo ne comprò una libbra intera. [ritornando al villaggio] Si sedette al bordo della strada, tirò fuori dal sacco il pane e i “frutti” meravigliosi, e si mise a mangiare allegramente. Ma subito…orrore! Cominciò a sentirsi bruciare tutto all’interno. Ciononostante, il nostro Curdo continuò a mangiare….Passò di lì un uomo del villaggio, noto per il suo buon senso e la sua esperienza. Costui vide che il Curdo aveva il viso in fiamme e gli occhi pieni di lacrime, ma che ciononostante, come fosse interamente assorbito nel compimento d’un supremo dovere, continuava a mangiare dell’autentico “peperoncino rosso”. E gli disse <<Che diavolo fai? Triplo idiota di Gerico, vuoi proprio bruciare vivo? Butta via quel cibo insolito e non adatto alla tua natura!>>. Replicò il nostro Curdo: <<Ah no! Non sia mai! L’ho pagato con i miei ultimi sei soldi. Anche se l’anima dovesse schizzarmi dal corpo, lo mangerò fino all’ultimo pezzo!>>. E qui il nostro Curdo ostinato –dobbiamo ben pensare che lo fosse- anziché sbarazzarsi del peperoncino, si mise daccapo a mangiare.” (pagina 30). E’ come se questa storiella ci stesse dicendo che non tutti i cibi possono essere trattati dagli stessi denti. Gli unici denti che servono per latte e pappine sono quelli che ancora non sono spuntati!  Dunque se ci alimentiamo con cibi inadatti è come se facessimo fare ai nostri denti un lavoro estraneo alla loro natura; quella di attrezzi essenziali a quell’opera di estrazione dalla materia della nostra consapevolezza, come ci ricorda questa antica immagine Alchemica (Fig 1). Il Corpo umano vi appare come un grande  distillatore di una sostanza (la Coscienza) che, attraverso la parola, riporta nel mondo, il frutto finale di questo grande e misterioso viaggio iniziato con la raccolta di una mela, la cottura del pane, la macellazione della carne. E come ogni esperta distillazione la masticazione dovrebbe essere lenta, come quella di un ruminante; così, mentre il dente compie la propria opera la bocca si accorge del sapore del cibo, ne tasta la consistenza, lo impasta, lo rivolta e poi lo inghiotte. Lo spuntare dei denti, dunque, segnala a tutti che siamo pronti a fare un primo salto verso quel “giudizio” col quale dovremmo condurre la nostra vita di adulti; la nostra nascente capacità di afferrare il mondo, di addentarlo, spezzettarlo per renderlo digeribile ed adatto alla nostra vita. In una parola che siamo pronti ad aggredirlo (da aggredior, verbo latino che significa andare verso, quindi dirigerci in una direzione attivamente); ché se così non fosse, dato che abbiamo perduto gran parte della dotazione istintuale degli animali (i quali conoscono praticamente da subito e per tutta la vita cosa fare in ciascuna situazione), saremmo incapaci di sopravvivere. Non siamo più individui che inghiottono tutto ciò che viene loro propinato; prima di farlo vogliamo verificare, scomporre, sentire, gustare quello che ci viene proposto prima di accettarlo e farne parte di noi. Inizia dunque con lo spuntare dei denti il processo che ci farà assomigliare o al Saggio uomo del Villaggio o all’Ostinato Curdo della Transcaucasia. 

Raffaele Morelli, in un vecchio editoriale di RIZA Psicosomatica dedicato ai denti, scrive: 

In questo senso acquisisce un valore fondamentale il fatto che la dentina sia la forma filogeneticamente [cioè dal punto di vista dell’evoluzione naturale, ndr] più antica del tessuto osseo.Il dente si presenta come uno dei luoghi più arcaici del nostro linguaggio del corpo e, come tale, estremamente vicino alla nostra radice primordiale….Il dente, che dell’osso rappresenta quanto di più antico lo caratterizza, è anche simbolo della specializzazione della bocca, qualcosa di estremamente vicino al nostro principio di identità. Si pensi alle due dentizioni, quella da latte e quella adulta, come all’individuazione di due mondi specifici. Il cambio di dentizione come un momento cardine del passaggio verso la crescita e quindi verso la forma adulta. Si pensi anche al periodo della primitiva dentizione (osso che entra nella bocca, lo spuntare di un materiale profondo) con tutto il disagio psicologico che lascia intravedere nel bambino; tendenze alla depressione, crisi di  pianto, aggressività, ecc. .” RIZA  Psicosomatica n°80, Ott 1987 <<I Denti; quando la carie annuncia il disagio psichico>> Editoriale

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza psicologica

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo - San Benedetto del Tronto (AP)

Studio Arche Dott. Mario Bianchini E Dott.ssa Rosanna Vigliarolo

Psicologi e Psichiatri / Psicologi

Via Augusto Murri, 26

63074 - San Benedetto del Tronto (AP)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

L'Ira funesta...il tallone d'Achille dell'Iperteso

Come per il figlio di Peleo e Teti, l'ipercontrollo denota una profonda diffidenza per la passività e porta a proverbiali ire ed arrabbiature

Continua

Psoriasi; il vulcano dormiente

Una delle più complesse malattie della pelle rivela, in profondità, fenditure e spaccature dell'identità. E sotto la cenere cova un incendio

Continua

Cardiopatie: l'identikit del malato di cuore

L'identikit di alcune delle più comuni malattie cardiologiche. L'Aritmia, la Tachicardia, l'Infarto. La Personalità del Cardiopatico, chi è e cosa fa

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte II)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Cuore contro Cuore. Se l'Aritmia dice NO (parte I)

In un caso clinico l'esemplificazione del significato psicosomatico di una classica sintomatologia definita di competenza esclusivamente medica

Continua

Psicosomatica, oggi (II parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Psicosomatica, oggi (I parte)

Come posso decifrare il senso della malattia, il suo significato? Vediamo come possiamo cominciare ad orientarci nei meandri della Psicosomatica

Continua

Il Talento; il volto che tengo nascosto

Più che ciò che mi guida al successo, il Talento è una scintilla che mi rende unico, irripetibile. Ma la normalità uccide sempre il nostro "genio".

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (seconda parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Essere o non essere?…Meglio ridere (prima parte)

Ovvero, quando non prendersi troppo sul serio è una cosa serissima. Alcune cose che non sai sul potere della risata.

Continua

Alessitimia, il tempo degli analfabeti emotivi

Salute e Benessere non passano solo per l'utilizzo di farmaci e vaccini. Lo stress fa ammalare fino a che non troviamo le parole per esprimerlo

Continua

Pensa magro. Dimagrire senza dieta è possibile

Non ingrassiamo solo perché mangiamo troppo. Spesso è un problema di stress e di metabolismo lento. Dobbiamo modificare la gestione dello stress

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. V)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. IV)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. III)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Il Dente Avvelenato. Carie e Psicosomatica (pt. I)

La Psicosomatica del processo carioso. Aspetti simbolici di una delle più comuni malattie a carico dell'apparato dentale. Un caso clinico esemplare

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte VI)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte V)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte IV)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte III)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte II)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

Olismo: il nuovo alfabeto della Salute (parte I)

Il Mondo delle Tecniche Naturali, della Naturopatia con il loro linguaggio seduttivo e alternativo fino a che punto è veramente qualcosa di nuovo?

Continua

L'immaginario: il benessere a occhi chiusi

Spesso i disturbi psicosomatici si comprendono solo se accettiamo di contattare profonde immagini che orientano il nostro comportamento

Continua

Dieta e Psiche. Dimagrire è una questione di testa

Quanto conta l'atteggiamento mentale nel dimagrimento o nel sovrappeso? E' sufficiente attenersi a rigide diete ipocaloriche, alla moda, vegane...?

Continua

Il genio dell`obesità

Rischi e opportunità del mettersi a dieta. Come evitare i tragici "effetti YO-YO"?

Continua