Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Il medico, il vaccino e la petizione galeotta...

Francia: più di un milione di persone a sostegno del Professore che denunciava la pericolosità del vaccino esavalente Infanrix Hexa

Il medico, il vaccino e la petizione galeotta... - Francia: più di un milione di persone a sostegno del Professore che denunciava la pericolosità del vaccino esavalente Infanrix Hexa

Il Prof. Henry Joyeux è un noto medico oncologo francese di Montpeiller molto attivo nel campo della giusta informazione in merito ai rischi connessi alla pratica vaccinale. Da molto tempo il Prof. Henry Joyeux afferma la pericolosità del vaccino esavalente Infanrix Hexa [lo stesso che riporta l’autismo fra le reazioni avverse omesse intenzionalmente dall’azienda produttrice] a causa degli adiuvanti in esso contenuti [come l’alluminio]. Non si definisce “antivaccinista”; ma afferma giustamente di attivarsi per vaccinazioni più sicure.
Il Professor Henri Joyeux, già abbondantemente in pensione dal 2014, è stato rimosso dall’Ordine dei Medici,  proprio come il Dottor Marc Vercoutere, per aver allertato l’opinione pubblica in merito alla pericolosità degli adiuvanti contenuti nelle vaccinazioni dell’infanzia.
Questa decisione sa molto di dittatura. Il messaggio che viene più volte veicolato è che si deve riferire ai genitori che i vaccini vanno fatti o altrimenti si rischia la radiazione. Questa soluzione è francamente ridicola, e anche irrispettosa delle libertà individuali, a tal punto da produrre boomerang incontrollati per l’industria dittatoriale farmaceutica. L’oncologo era stato oggetto di una denuncia da parte del Collegio Nazionale dei medici nel giugno 2015, per il lancio [ancora attivo] di una petizione per attenzionare il Ministro della Salute, Marisol Touraine, al riguardo della presenza di “alluminio e formaldeide, due sostanze molto pericolose per gli esseri umani, in particolare i neonati“, nel vaccino esavalente Infanrix Hexa. Il testo ha raccolto oltre un milione di firme alla data del 10 luglio 2016, e il titolo è tutto un programma in quanto evidenzia come i francesi sono in ostaggio di leggi a favore dell’industria del farmaco.
Infatti, secondo il Prof. Henri Joyeux, dal settembre 2014, l’uso del vaccino esavalente si sarebbe diffuso perché “la situazione è peggiorata con carenze diffuse di vaccini tetravalenti e pentavalenti“.Il risultato è che i genitori sono privati del loro diritto di scelta, ritrovandosi a: lasciare i loro bambini senza copertura vaccinale ed esporli, oltre ai rischi sanitari, all’azione giuridica secondo la legge vigente e alla minaccia d’esclusione dagli asili nido, dalle scuole e altri servizi pubblici;vaccinare col vaccino esavalente, tutt’altro che esente da rischi e lacune.
Infatti, il problema è che il vaccino Infanrix Hexa: contiene due sostanze pericolose come alluminio e formaldeide, molto pericolose per gli esseri umani, in particolare i neonati, che possono causare gravi malattie, tra cui la miofascite macrofagica; contiene il vaccino contro l’epatite B sospettato di un legame con la sclerosi multipla; e costa al Sistema Sanitario fino a 7 volte di più rispetto ad altri vaccini.
Inoltre, la vaccinazione nei bambini contro sei grave malattie in sé è una procedura medica rischiosa, che può innescare una reazione immunitaria incontrollata [shock anafilattico], nonché aumentare il rischio di malattia autoimmune nel lungo periodo.
Per completezza d’informazione, a queste stesse conclusioni è giunto anche il Prof. Yeuda Shoenfeld del quale abbiamo tradotto un capitolo del suo ultimo lavoro “Vaccines and Autoimmunity“: Adiuvanti in Alluminio e disordini neurologici.
Nessuno potrebbe mai accusare Yehuda Shoenfeld di essere un ciarlatano, considerato che il clinico israeliano studia da oltre trent’anni il sistema immunitario umano ed è all’apice della sua carriera. È autore di innumerevoli studi – The Mosaic of Autoimmunity, Autoantibodies, Diagnostic Criteria in Autoimmune Diseases, Infection and Autoimmunity, Cancer and Autoimmunity – alcuni dei quali sono pietre miliari per la pratica clinica. Anche Shoenfeld punta il dito contro i vaccini come ilProf. Henri Joyeux. 
Molti incidenti inutili possono verificarsi a causa di questa situazione. È per questo che genitori, pazienti, cittadini e operatori sanitari si sono rivolti in massa al ministro, per chiederle di intervenire con urgenza in modo che il semplice vaccino DTP senza alluminio per i neonati fosse reso nuovamente disponibile. La pessima risposta è stata la radiazione del Prof. Henri Joyeux.
Tuttavia, Marisol Touraine, ha lamentato una “situazione preoccupante in termini di approvvigionamento di alcuni vaccini essenziali” dopo che i produttori di vaccini e l’unione del settore farmaceutico [Leem] avevano assunto precisi “impegni” per arginare la carenza di vaccini dopo un incontro con il ministro.La questione in oggetto è stata dibattuta anche durante la puntata televisiva di Envoyé Spécial dello scorso 11 febbraio 2016 dalla quale emerge, in tutto il suo squallore, il succo della questione che si cela dietro al mercato dei vaccini, ovvero la questione riguardante i cosiddetti “brevetti”.
Non sarete così malpensanti a tal punto da sospettare che con banali “brevetti” farmaceutici si possa fare affari sulla pelle dei cittadini?
Non sarete così malpensanti a tal punto da sospettare che con banali “brevetti” farmaceutici si possa contribuire allo sviluppo di vaccini?
Non sarete così malpensanti a tal punto da sospettare che con banali “brevetti” farmaceutici si possa creare un regime di monopolio?
Orbene … A guardare questo brevissimo stralcio, la storia del “brevetto dell’epatite B” dimostra che, forse forse, è legittimo coltivare qualche dubbio in merito a certe azioni da dittatura sanitaria.
Diffidate sempre da coloro che pontificano allegramente a favore dei vaccini, a tal punto da infiammare la platea inneggiando alla radiazione degli operatori sanitari, perché il loro fine non è la tutela della salute ma la tutela del loro portafoglio “brevetti”.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in

 -  ()

/

- ()

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Quando il dente duole

Il danno bioneuropsicologico da responsabilità professionale in campo odontoiatrico ed odontoprotesico

Continua

Vaccini all'asilo...

Ovvero, come violare la legge nazionale cercando pure il plauso dei cittadini...

Continua

Corruzione nella Sanità, una ASL su tre coinvolte

Alcuni dei dettagli trapelati dal rapporto di Transparency fanno rabbrividire... e riflettere

Continua

Non (quasi) è mai troppo tardi...

Considerazioni sulla presunta "intempestività" di una domanda amministrativa ex lege 210 del 1992

Continua

In Lombardia la farmacovigilanza è a rischio?

E’ uno dei fiori all’occhiello della sanità lombarda, ma ormai ci lavora solo un borsista con contratto in scadenza a marzo. Invece all’alba del2014...

Continua

Il futuro (?) della Legge 210 del 1992

Il silenzio rigetto: una prognosi infausta dal sapore antisociale che fa riflettere…

Continua

Salute e diritti: un monito alla classe politica

Il fatto che gli uomini non imparino molto dalle lezioni della storia è l'insegnamento più importante che la storia può offrire. (ALDOUS L. HUXLEY)

Continua

I diritti di chi non vuol vaccinare i propri figli

Si fa un gran parlare, e spesso a sproposito, della proposta di riforma della normativa vigente in materia di vaccinazioni obbligatorie...

Continua

Novità per i danneggiati da sangue infetto!

La patologia psichica come doppia patologia nel danno da emotrasfusione infetta

Continua

Mappatura del sistema linfatico. Una rivoluzione?

Scoperti vasi linfatici nel cervello: possibili nuove spiegazioni alle malattie neurologiche con componente immunitaria

Continua

Danno da vaccino: vittoria a favore dei "fuori termine"!

Non è mai troppo tardi per proporre la domanda ai sensi della legge 210 del 1992...

Continua

Appunti per un nuovo Diritto alla Salute

Libertà di indirizzo alla salute e della scelta terapeutica (in collaborazione con il Dottor Franco Verzella)

Continua

Una rivoluzione copernicana in tema di Sanità

Appunti per un approccio alla salute di tipo multidisciplinare e finalizzato al perseguimento di una stabile condizione di benessere

Continua

La Sensibilità Chimica Multipla e le malattie rare

Esistono molte malattie rare per le quali è possibile chiedere assistenza allo Stato o promuovere una causa risarcitoria in danno dei responsabili.

Continua

Il “nesso causale” previsto dalla legge 210/92

In materia previdenziale/assistenziale è sufficiente un coefficiente di ragionevole probabilità, se non contraddetto da altre risultanze processuali

Continua