Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Consulenza del lavoro

Detassazione: richiesto il deposito del contratto

Il legislatore ha previsto per l`erogazione dei premi di risultato e la partecipazione agli utili dell’impresa una tassazione agevolata al 10%

Detassazione: richiesto il deposito del contratto - Il legislatore ha previsto per l`erogazione dei premi di risultato e la partecipazione agli utili dell’impresa una tassazione agevolata al 10%

Il legislatore ha previsto per erogazione dei premi di risultato e partecipazione agli utili dell’ impresa una tassazione agevolata, nella misura del 10% da applicarsi fino ad un importo di 2.000,00 euro lordi (2.500,00 euro per le aziende che coinvolgano pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro). 

 

I criteri di misurazione dovranno prevedere criteri di valutazione e verifica degli incrementi di “produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione”, attraverso riscontri di indicatori numerici od opportunamente individuati. 

 

In sostanza non possono essere erogati “ad libitum” dal datore di lavoro ma debbono essere previsti dalla contrattazione collettiva di secondo livello e gli accordi devono indicare le modalità previste per la verifica del raggiungimento degli obiettivi. 

 

La norma non consente agevolazioni per i premi previsti da: 

- contratti collettivi o nazionali; 

- contratti o accordi individuali plurimi; 

- contratti o accordi individuali. 

 

Ai fini dell’applicazione della detassazione, occorre pertanto preliminarmente stipulare un contratto collettivo territoriale o aziendale , da depositare presso la DTL competente entro 30 giorni dalla sottoscrizione, unitamente alla dichiarazione di conformità del contratto stesso, attraverso la modalità telematica messa a disposizione nella sezione “Servizi” del sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. 

 

In caso di contratti territoriali che, alla data del 16 maggio 2016 risultino già depositati presso la Direzione territoriale del lavoro competente, a cura di una delle Parti sociali firmatarie, il datore di lavoro non è tenuto a depositare nuovamente il contratto, ma deve indicare nel modulo della procedura telematica unicamente i riferimenti dell’avvenuto deposito nella “sezione 9″: data e DTL presso cui è avvenuto il deposito. 

 

L’attività di deposito del contratto può essere effettuata direttamente dal datore di lavoro ovvero da soggetto intermediario abilitato, qual’è il Consulente del Lavoro.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Consulenza del lavoro

Dott.ssa Paola Maschietto - Venezia (VE)

Dott.ssa Paola Maschietto

Consulenti del Lavoro / Sviluppo e Lavoro

Via Palazzo 9

30174 - Venezia (VE)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Pari opportunità, riflessioni sul tema

Obiettivo delle Pari Opportunità è quello di non avere bisogno di una legge per affermare l’equilibrio nella parità dei diritti di tutti.

Continua

Legge di Stabilità 2017 e welfare

In materia di Welfare la legge n. 232/2016 ha riproposto, con alcuni correttivi, le agevolazioni introdotte con la Legge n. 208/2016

Continua

Welfare aziendale

Il welfare aziendale, se ben progettato e correttamente gestito, può fornire vantaggi sia ai lavoratori che alle imprese.

Continua

Come orientarsi nella ricerca di lavoro (2)

Le aziende e i lavoratori non riescono a incrociare le richieste: manca l'incontro tra domanda e offerta di lavoro a copertura dei posti vacanti

Continua

Come orientarsi nella ricerca di lavoro

La difficoltà maggiore è riconducibile all’incontro tra le professionalità richieste e quelle possedute dal potenziale candidato

Continua