Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Cerca un Professionista Cerca un Argomento
Cerca un professionista per Categoria / Regione
Richiedi la prima consulenza oggi
La Rubrica informativa di ProntoProfessionista.it, comprende spazi a pagamento degli autori

Diritto di famiglia

Badanti baby e pensioni di reversibilità

La Corte Costituzionale in difesa dei matrimoni fra coniugi con forti differenze di età: non si può dire che siano a priori "fraudolenti"

Badanti baby e pensioni di reversibilità - La Corte Costituzionale in difesa dei matrimoni fra coniugi con forti differenze di età: non si può dire che siano a priori "fraudolenti"

La Corte Costituzionale con la sua sentenza 174/2016, ha recentemente  stabilito la illegimità della norma convenzionalmente definita “anti badanti giovani” e relativa alle pensioni liquidate a partire dal 2012 nel caso di matrimoni durati meno di 10 anni fra persone con almeno 20 anni di differenza d’ età.
 

La vecchia norma prevedeva che, a decorrere dal 2012, le pensioni di reversibilità fossero erogate al coniuge superstite in misura ridotta nel caso in cui il matrimonio fosse stato contratto a un età superiore a 70 anni, da parte del coniuge deceduto e titolare della pensione; che fra le due persone ci fosse una differenza di età superiore ai 20 anni e che il matrimonio fosse durato meno di 10. 

 

Insomma, si volevano contrastare i matrimoni di comodo, sostanzialmente quelli fatti a vantaggio di vedove molto giovani (in genere appunto le badanti), con il solo scopo di attribuire loro una pensione a lungo termine. Nella sostanza la vecchia legge comportava la riduzione della pensione del 10 per cento per ogni anno di matrimonio, sempre all’interno del limite di 10 anni. La Corte Costituzionale ha rilevato che il fenomeno delle badanti a scopo matrimoniale non è poi così rilevante, e che i “matrimoni tardivi” non possono essere considerati a priori fraudolenti.  

 

Inoltre, secondo la Corte, il legislatore non teneva conto, nel formulare la “legge anti badanti”, dell’evoluzione del costume, e dell’allungamento in corso dell’aspettativa di vita.

articolo del

Profilo dell'autore Richiedi il primo contatto gratuito in studio

Commenta l'articolo

Produezero s.r.l. non si assume alcuna responsabilità circa il contenuto dei commenti rilasciati dai singoli Utenti del sito www.ProntoProfessionista.it, che abbiano carattere diffamatorio, denigratorio ovvero contrario alla legge.
Produezero s.r.l. fornirà all'Autorità Giudiziaria ogni informazione utile all'identificazione del singolo Utente che abbia rilasciato commenti in contrasto con la normativa vigente.
Accetto
Invia
Resetta

L'autore è esperto in
Diritto di famiglia

Avv. Giovanna Comande' - Genova (GE)

Avv. Giovanna Comande'

Avvocati / Civile

Via Corsica 9/7

16128 - Genova (GE)

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Ad esempio: Località / Indirizzo

Altri articoli del professionista

Divorzio in Comune: non si parla di soldi!

Nel rito (anche di separazione) davanti al Sindaco non si può stabilire l'assegno. Per questo c'è solo il Tribunale (e gli avvocati)

Continua

Garantire il futuro del figlio disabile

I genitori possono farlo istituendo, per testamento, un trust che produca una rendita a suo beneficio

Continua

Cani e padroni, quali responsabilità

Al guinzaglio o a casa propria, il comportamento dell'animale comporta SEMPRE responsabilità civili e penali

Continua